Frutto del fico

Cos'è il fico

Il fico è un albero appartenente alla famiglia delle Moraceae, dal tronco corto e con altezze comprese tra i tre e i dieci metri. Il tronco si presenta robusto e con una corteccia rigida, mentre i rami sono deboli e contengono delle foglie rugose e morbide. Il fico è una pianta di origini asiatiche ed è attualmente coltivato nelle zone calde del pianeta, con buona presenza nel Mediterraneo. In Italia le coltivazioni più importanti sono situate al sud, soprattutto in Calabria, in Campania e in Sicilia. Il fico soffre estremamente il freddo, presentando un alto rischio di morte con temperature sotto lo zero. Esistono due specie botaniche diverse di fico: la pianta maschio, ossia l'individuo che produce il polline ma con frutti non commestibili; la pianta femmina, ovvero la produttrice dei semi contenuti all'interno dei frutti.
Albero di fichi

PIANTA ALBERELLO DA FRUTTO ALBERO DI FICO BROGIOTTO NERO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,9€


Il frutto del fico

Fichi verdi e fichi viola Il frutto del fico è in realtà un falso frutto, Si tratta, infatti, di un'infruttescenza di notevoli dimensioni, con una forma simile a quella della pera e può assumere una colorazione che va dal verde al nero. All'interno di questo falso frutto sono contenuti dei piccoli fiori unisessuali. Il fico è composto principalmente da acqua, ma è alta, al suo interno, la presenza di zuccheri e di fibre. Proprio gli zuccheri rendono il suo sapore dolce e molto particolare. Il periodo di raccolta inizia a partire dalla tarda primavera e si protrae per tutta la durata dell'estate. La maturazione del frutto prosegue anche dopo la raccolta e, proprio per questo motivo, è un frutto facilmente deperibile, il quale va consumato entro pochissimi giorni, soprattutto se privo di peduncolo.

    FICHI ALBERO DA FRUTTO ALBERO FICO PIANTA DI FICO "TURCA" FRUTTA MATUR SETTEMBRE

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,8€


    Le proprietà del fico

    Fico tagliato a metà Il fico è un frutto altamente energetico, contenente circa cinquanta calorie per ogni cento grammi, di cui l'11% di carboidrati, l'1% di proteine e una presenza di grassi praticamente assente (appena lo 0,2%). Il fico contiene, inoltre, buone quantità di vitamina A, di ferro, di potassio e di calcio. Oltre ad avere degli ottimi poteri nutrizionali, il fico si distingue per le sue proprietà antinfiammatorie, digestive e mineralizzanti. È ricorrente il suo uso per preparare degli impacchi contro infiammazioni di vario tipo.Il lattice presente all'interno del frutto contiene buone proprietà caustiche, dimostrandosi eccellente per combattere le verruche. Abbondanti assunzioni di fichi possono causare effetti lassativi, anche se non di non eccessiva portata, vista la presenza di numerose fibre e per via della sua particolare vischiosità.


    Frutto del fico: Il fico secco

    Fichi secchi Nel mese di Agosto è consueto essiccare i fichi. Per una corretta essiccazione, è necessario che il fico sia perfettamente maturato, selezionando esclusivamente quelli di qualità migliore. Successivamente bisogna esporre al sole i frutti servendosi di apposite tavole di legno e variandone quotidianamente il lato di esposizione. Una volta completata l'essiccazione, i fichi vengono infornati per pochi minuti a temperature medie e tolti non appena raggiungono una colorazione dorata. I fichi secchi possono essere conservati e consumati anche dopo diversi mesi dall'essiccazione e mantengono un sapore dolce, oltre alle già citate proprietà nutritive contenute nel frutto. Le maggiori produzioni italiane di fichi secchi sono situate in Toscana, in Sicilia, in Campania, in Calabria e in Puglia.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO