Sorbo

Come innaffiare

Una pianta adulta di sorbo non richiede tante innaffiature, ma si accontenta della pioggia; mentre gli esemplari più giovani hanno bisogno di irrigazioni ogni 20 giorni se il terreno è asciutto. Tuttavia, è bene non esagerare ed evitare una totale esposizione alle intemperie. Infatti il sorbo supera egregiamente le diverse avversità climatiche quindi anche la siccità, nonostante sia insofferente all'afa e all'aridità eccessiva del terreno. Resiste pure alle temperature sotto lo zero e alle gelate o nevicate intense per mesi interi. Di conseguenza la sua coltivazione diventa semplice e colma di soddisfazioni, basti pensare ai suoi frutti con i quali si preparano squisite marmellate e con il suo legno si eseguono pregiati manufatti. Ma il punto di forza più apprezzato sono i suoi colori. Dall'arancio o giallo vivo delle foglie in autunno al bianco della sua fioritura in primavera, mentre in estate si accende di frutti rossi che restano sulla pianta a lungo.
Sorbo

ALBERO DI SORBO SPAGNOLO - albero da frutto da esterno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,3€


Come coltivare

Sorbe maturazione Il sorbo è rustico e si adatta a qualunque tipo di terreno e con poche attenzioni può essere coltivato in giardino o nel frutteto. Di solito la coltivazione si effettua con la semina in autunno. I semi vengono posizionati in un vaso da tenere all'esterno, in seguito le piantine vengono trapiantate in vivaio dove resteranno per due anni. Solo dopo si piantano nel terreno distanziandole di almeno 5 metri dagli alberi vicini. Si consiglia di irrigare regolarmente per il primo anno, poi solo in estate per altri 6 anni. Concimare con fertilizzante organico nel momento dell’impianto e per 6 anni sempre in novembre. Successivamente il concime non serve più. Il sorbo quindi non cresce solo nei boschi spontaneamente, ma può essere inserito anche nei parchi o nelle aree verdi urbane grazie alla sua straordinaria resistenza all'inquinamento.

  • Sorbo domestico carico di frutti Il sorbo appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pomoidee ed al genere Sorbus, comprendente numerose specie tra cui le più importanti sono il sorbo domestico (Sorbus domestica...
  • Coltivazione dei cocomeri Appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae e proveniente originariamente dall'Africa tropicale, il cocomero (o anguria) è una pianta annuale che può raggiungere un peso superiore ai 20 chilogrammi...
  • Potatura pesco Tra le varie piante da frutto, il pesco è una specie che richiede cure ed attenzioni particolari. Per ottenere abbondanti raccolti di frutta occorre innanzitutto procedere una o due volte all'anno all...
  • Melo frutti Il melo necessita di annaffiature piuttosto regolari, la cui frequenza dipende anche dall'andamento delle precipitazioni; è infatti fondamentale evitare i ristagni idrici, che spesso provocano marcium...

1buy3 | Tovaglia cerata | DISPONIBILE IN MOLTI COLORI, MODELLI E LUNGHEZZE | Tovaglia tovaglia impermeabile con retro in pile (Sorbo selvatico, 200 cm x 140 cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,39€


Come concimare

Frutti sorbo Se necessaria la concimazione si esegue alla fine dell'inverno con concime organico maturo oppure con fertilizzante di potassio e azoto, per aiutare il sorbo a livello vegetativo e per la sua fruttificazione. Essendo rustica questa pianta da frutto preferisce terreni non tanto umidi, ma freschi. Non è obbligatoria nemmeno una regolare potatura, al limite si può intervenire eliminando in inverno gli elementi malati e secchi. Dell'albero del sorbo esiste una varietà domestica conosciuta anche nell'antica Roma dove veniva apprezzata per la dolcezza del frutto, detto sorba. Resta comunque una pianta dalla crescita lenta e dalla lunga maturazione dei suoi frutti, tanto piccoli quanto gustosi. In effetti le sorbe non si consumano subito dopo la raccolta, ma bisogna aspettare per farle maturare completamente. Questo periodo di tempo è anche chiamato "ammezzimento".


Sorbo: Esposizione e malattie

Fioritura sorbo Per l'albero del sorbo non vengono effettuati trattamenti particolari contro i vari parassiti e le malattie, anche se la pianta viene attaccata dalla ticchiolatura. I frutti poi sono la ghiotta attrattiva degli uccelli come i merli e i tordi, per non parlare dei fiori che sono tanto graditi dalle api. Il sorbo inoltre è di solito preso di mira da alcuni insetti come il rodilegno rosso o giallo che scava delle gallerie nei rami e nel tronco, da combattere con l'insetticida giusto. La pianta teme anche i funghi Nectria che arrecano dei danni importanti al fusto e ai rami facendo seccare tutto l'albero. Comunque sia, il sorbo ama il sole e tollera temperature intense come il freddo invernale e la calura estiva. Lo si può trovare in montagna fino a 1500 metri, ma è presente anche in città. Alla fine, il sorbo è una bella pianta dalle mille virtù, fra cui c'è anche quella di portare fortuna.



COMMENTI SULL' ARTICOLO