Coltivazione ciliegio

Messa a dimora del ciliegio

La messa a dimora della pianta di ciliegio va effettuata nel periodo in cui la pianta è a riposo, e cioè tra l'autunno inoltrato e la fine dell'inverno. La scelta del periodo giusto permette alla pianta di esprimere al meglio il suo potenziale di sviluppo, che inizierà a primavera. Il terreno ideale per la coltivazione del ciliegio è composto da un miscuglio di torba, sabbia, letame e ghiaia, e deve essere preparato alcune settimane prima della messa a dimora, così da presentarsi morbido ed arieggiato. La buca dovrà avere una profondità di almeno 60 cm per un metro circa di larghezza e dovrà essere libera da ciottoli ed erbacce. Una volta adagiata la pianta va subito coperta con la terra e innaffiata discretamente. Se la pianta è molto giovane va valutato se sostenerla con l'ausilio di un tutore. subarucherryblossom.org
Operazione di messa a dimora

SAFLAX - Set per la coltivazione - Ciliegio di Taiwan - 10 semi - Cerasus campanulata syn. Prunus c.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Irrigazione e manutenzione del ciliegio

Potatura del ciliegio Coltivazione ciliegio: irrigazione e manutenzione. Per ottenere una produzione ottimale di frutti, il ciliegio va irrigato regolarmente, senza eccessi, in quanto teme i ristagni d'acqua. E' necessario quindi evitare di inzuppare completamente il terreno. Le prime potature vanno eseguite dopo un paio d'anni dalla messa a dimora, e l'intervento deve riguardare solo i rami secchi o danneggiati. Per le potature vere e proprie, necessarie se non si vuol far crescre troppo la pianta e per permettere una crescita armoniosa, è meglio aspettare qualche anno. Gli interventi devono essere comunque minimi ed effettuati con particolare attenzione. Ugualmente, per quanto riguarda la concimazione, è meglio aspettare che l'albero abbia iniziato a fruttificare. Il concime ideale, da erogare a fine estate, è quello ricco di azoto organico a cessione modulata.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

Mini serra per bonsai - estremo oriente- con semi di ciliegio, murraya paniculata e acero palmato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


Raccolta delle ciliegie

Raccolta delle ciliegie Coltivazione ciliegio: la raccolta. La raccolta va effettuata quando le ciliegie sono completamente mature, che si riconosce dalla migliore sapidità e dal massimo volume raggiunti. Non vi è un periodo preciso in cui questo avviene, in quanto la maturazione dipende, naturalmente, dal tipo di ambiente in cui viene coltivato il ciliegio e da fattori climatici. Il periodo di raccolta coincide, in genere, con l'inizio dei primi caldi, durante il mese di giugno. I frutti dai rami si possono staccare sia manualmente che meccanicamente. Quest'ultimo sistema viene utilizzato nelle coltivazioni industriali ed è un processo molto complesso perché il rischio di daneggiare i rami è piuttosto complesso. Una volta raccolete le ciliegie possono essere conservate in un luogo fresco e asciutto, possibilmente in frigorifero, per una decina di giorni.forums.gardenweb.com


Coltivazione ciliegio: Malattie e problematiche del ciliegio

MoniliaColtivazione ciliegio: malattie e problematiche. Il ciliegio è una pianta piuttosto resistente agli attacchi di malattie e parassiti. Malgrado ciò, è necessario prestare attenzione ad alcune problematiche che potrebbero presentarsi. Il maggiore nemico per il ciliegio è rappresentato dal ristagno d'acqua, che può far marcire le radici: mantenere il terreno ben drenato evita questo rischio. Periodicamente, è inoltre necessario irrorare le piante con un prodotto a base di rame, l'unico trattamento efficace contro un fungo, tipico del ciliegio, chiamato monilia. Un altro problema è costituito dalla cosiddetta "mosca del ciliegio", che depone le uova all'interno dei frutti. In questo caso sarà necessario ricorrere agli appositi insetticidi, reperibili presso i negozi specializzati. Lo stesso trattamento sarà utile nel caso la pianta venisse attacata da afidi e cocciniglie.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO