Coltivazione del melograno

Caratteristiche principali del melograno

Il melograno è una pianta dall’elevato calore ornamentale. Fa parte delle famiglie delle Punicacee ed è originaria dei paesi asiatici. È caratterizzato da foglie piccole color verde scuro oppure tendenti al rosso a seconda delle varietà. I fiori di un bel rosso rubino, si presentano con una forma allungata e alle nostre latitudini iniziano a comparire sui rami già a inizio di marzo. La pianta del melograno vive bene in climi temperati o caldi ma resiste bene anche alle gelate a patto che il termometro non scenda al di sotto dei meno dieci gradi centigradi. Contribuisce in maniera significativa ad abbellire i giardini e regala frutti dalle ottime proprietà terapeutiche. La coltivazione del melograno è semplice e non presenta particolari difficoltà da superare.
Fiore e frutto del melograno

SAFLAX - Set per la coltivazione - Melograno nano - 50 semi - Punica granatum nana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Coltivazione del melograno

Pianta di melograno La coltivazione del melograno non presenta aspetti particolarmente ostici. La messa a dimora può essere effettuata sia a terra che in vasi di medie dimensioni anche se la messa a terra in un giardino contribuisce a una maggiore fruttificazione. Questa pianta si adatta con estrema facilità a qualsiasi tipologia di terreno ma preferisce quelli soffici e ben drenati che impediscano i ristagni d’acqua. Per migliorare gli apporti nutritivi del terreno si possono effettuare concimazioni con la ripresa vegetativa primaverile adoperando dello stallatico. Le piante possono essere riprodotte per seme o per talea. Il secondo sistema menzionato è quello più utilizzato perché offre i migliori risultati. È sufficiente piantare in terra dei piccoli rami ben lignificati e aspettare che radichino.

  • zucchine1 La zucchina (Cucurbita pepo) è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, caratterizzata da un cespuglio formato a partire dal fusto strisciante oppure rampicante, comunque fle...
  • porro Il porro (Allium porrum) è una pianta erbacea monocotiledone appartenente alla famiglia delle Liliaceae caratterizzata da falsi fusti simili a bulbi nella loro parte inferiori, formati in realtà da pi...
  • Quanto conosci dell'orto? Saresti in grado di prendertene cura? Divertiti con questa sezione, giocando e imparando tutti i segreti per coltivare l'orto...
  • La coltivazione dell'orto è diventato un vero e proprio hobby in quanto permette di creare qualcosa di proprio e avere soddisfazioni già dalla nascita del primo germoglio. Nel tuo piccolo spazio verde...

SAFLAX - Set per la coltivazione - Melograno nano - 50 semi - Punica granatum nana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Malattie

Piante di melograno Le malattie che interessano di più la coltivazione del melograno sono principalmente di tipo fungino e parassitario. La pianta può essere soggetta agli attacchi delle cocciniglie e degli afidi. In questi due casi specifici non c’è altra soluzione se non quella di ricorrere a sostanze chimiche reperibili presso i consorzi di agraria. Invece le malattie fungine dipendono quasi esclusivamente da eccessive innaffiature e possono essere prevenute mantenendo sotto controllo l’umidità del terreno. Per evitare che parassiti di risalita possano infettare la pianta partendo dalle radici, è consigliabile disinfettare il terreno che ospiterà il melograno con della calce spenta. In questo modo avrete la certezza di mettere a dimora la pianta in un terreno completamente salubre.


Proprietà terapeutiche

Le proprietà terapeutiche del melograno erano conosciute fin dai tempi più remoti. Nell’antica Grecia, i frutti della pianta venivano fatti consumare a chi aveva problemi di infiammazioni di vario tipo e il succo che se ne ricavava veniva fatto bere a chi era affetto da diarrea cronica. Attualmente la medicina cosiddetta ufficiale, ha riconosciuto al melograno ottime proprietà diuretiche e astringenti. Contiene buoni quantitativi di flavonoidi e antiossidanti utili. Il succo è un concentrato di sali minerali preziosi come lo zinco e il fosforo. I granuli della polpa possono essere adoperati per guarnire insalate di stagione nel periodo invernale e il frutto intero in genere viene utilizzato per guarnire le tavole del primo giorno dell’anno come simbolo della prosperità.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO