Raccolta mele

Raccolta mele

La raccolta mele ha inizio verso la metà del mese di Settembre e si protrae sino ai primi giorni di Novembre. Il melo predilige i climi freschi tipici del Trentino e i frutti prodotti in questa zona sono così pregiati da essere esportati anche fuori dall'Italia. Molti di voi conosceranno le mele della "Val di Non", una delle valli più ampie della zona dove gli alberi regalano un bellissimo scenario. Ma torniamo alla raccolta mele, per cui servono due figure: raccoglitore e cernitore. Il raccoglitore servendosi di scale raccoglie i frutti direttamente dall'albero, avendo cura di non danneggiare i rami. Una volta raccolte, le mele vengono messe in casse di plastica che vengono selezionate dal cernitore. Le mele vengono giudicate in base alla loro grandezza e alla presenza di piccoli difetti per dividerle in prima scelta da destinare ai mercati per la vendita, o seconda scelta per diventare marmellate o succhi di frutta. La raccolta mele è un'operazione molto delicata.
raccolta mele

Triuso – Raccoglifrutta pflücker per mele pere raccolti pflücken erntehelfer pfücker mela frutta ernter

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Varietà di mele

varietà di mele Dopo avervi parlato della raccolta mele, conosciamo insieme alcune delle varietà che si trovano sui banchi del mercato e il loro impiego in cucina. La prima mela di cui vi vogliamo parlare è la "fuji" che proviene dal Giappone ed è molto croccante, la buccia ha dei colori che vanno dal giallo al rosso, passando per il verde. Come tutti sappiamo, le mele vengono utilizzate soprattutto per le torte, soprattutto quelle della qualità "golden delicious" dalla buccia gialla e la polpa molto dolce succosa. Un'altra varietà di mele utilizzata per i dolci è la "pink lady", molto speziata e aromatica, e proprio per questo ottima cotta al forno. Una varietà classica è la pregiata "renetta" coltivata nella Val di Non dalla tenerissima polpa poco zuccherina adatta da servire grattugiata ai bambini.

    Cesto di raccolta frutta mele pere prugne alberi da frutta Picker New.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,1€


    Raccolta meloni

    raccolta meloni La raccolta meloni inizia nel mese di giugno e prosegue per tutti i mesi estivi. Nelle zone del sud Italia, dove il clima è più mite, la raccolta meloni termina ad ottobre. Per capire quando un melone può essere raccolto si deve analizzare il colore e la composizione della buccia. Inoltre si può fare un piccolo test esercitando una leggera pressione con le dita. Per raccogliere i meloni si effettua un taglio netto sul peduncolo e si conservano in grandi cassoni per facilitare le operazioni di trasporto ed evitare che possano rotolare. I meloni si possono conservare in luoghi freschi e asciutti come cantine e garage e alcune varietà, come quelli gialli, durano molto a lungo. Una volta aperto un melone è consigliabile consumarlo subito o conservarlo in frigo coperto da una pellicola trasparente.


    Varietà di meloni

    varietà di meloni Le varietà di meloni sono moltissime ma generalmente vengono divisi in meloni estivi e invernali. I meloni estivi sono quelli con la polpa rossa succosa, i semini neri e la buccia verde striata (conosciuti anche con il nome di anguria); altri meloni estivi sono quelli a forma ovale (che ricordano una palla da rugby) con la polpa gialla tendente all'arancio e la buccia ruvida sempre gialla. I meloni invernali si presentano sempre con una forma ovale, ma la buccia è verde scuro e la polpa bianca e molto dolce. Altre varietà di meloni sono tondi e con la polpa color arancio, della varietà "cantalupo", che di solito vengono tagliati a fette e serviti con il prosciutto crudo come antipasto. Negli ultimi anni nei mercati ortofrutticoli, grazie alle importazioni, ha fatto la sua comparsa anche il melone giapponese che è tondo e con la buccia verde, la polpa è gialla, poco dolce e molto compatta.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO