Coltivare avocado

Cos'è l'avocado

L'avocado è una pianta da frutto tropicale, appartenente alla famiglia delle Lauracee. Di origine sudamericane, l'albero che ne dà i frutti misura generalmente intorno ai dieci metri di altezza, ma può arrivare a superare i venti metri. Il frutto, il quale contiene un seme centrale di circa 5 centimetri di diametro, è di dimensioni variabili e ha un peso che oscilla tra i cento grammi e il chilogrammo. L'avocado si contraddistingue per la grande quantità di proteine che contiene, a fronte di un basso numero di grassi. Ogni centro grammi di polpa, sono presenti nell'avocado, circa sette grammi di zuccheri e due di proteine. Potente antinfiammatorio, l'avocado è, inoltre, un ottimo antiossidante ed è utilizzato per combattere la depressione e per contrastare il morbo di Alzheimer.
Frutto di avocado

Vivai Le Georgiche AVERRHOA CARAMBOLA (STAR FRUIT) [Vaso Ø16cm | H. 110-140 Cm.]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 70€


Primo passaggio per una corretta semina

Seme di avocado a molloSebbene sia una pianta esportata da un altro continente, l'avocado può essere coltivato facilmente anche in Italia. La coltivazione non richiede passaggi particolarmente complicati e può essere effettuata anche in ambito casalingo, partendo da un semplice seme. Per svolgere l'operazione sono necessari quattro stuzzicadenti e un bicchiere. Per prima cosa è necessario pulire il seme dai residui di polpa e successivamente infilzare la parte superiore del seme con i quattro stuzzicadenti, disposti in modo che formino una croce. Creata una 'struttura' stabile, bisogna riempire il bicchiere con dell'acqua e poggiarvi sui bordi il seme. È importante che la parte piatta del seme sia costantemente immersa nell'acqua, per cui è bene controllare il livello di essa ogni 4-5 giorni. Il bicchiere con il seme va posto in un luogo soleggiato ma non troppo caldo.

  • Pianta di Avocado L’avocado appartiene alla famiglia delle Lauracee, al genere Persea ed alla specie gratissima o americana. È un albero di notevole sviluppo, alto fino a 15-20 m, con radici superficiali ed espanse ed ...
  • Il frutto dell'avocado La coltivazione dell'avocado in casa è più semplice di quanto non si possa credere. Per procedere alla coltivazione domestica bisogna munirsi di un avocado maturo, piccoli vasetti di vetro, un po' di ...
  • Pianta di avocado La pianta di avocado appartiene alla famiglia delle Lauraceae ed era già apprezzata per i suoi frutti in epoca precolombiana. Attualmente viene coltivata anche in Spagna, Israele e nella parte più mer...
  • Seme e frutto di avocado Per preparare l'avocado per la coltivazione, togliere il seme tagliando il frutto e cercando di non incidere il nocciolo al suo interno. Entrare con la lama per circa 1,5 cm effettuando un movimento r...

SAFLAX - Set per la coltivazione - Arachide - 8 semi - Arachis hypogaea

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Germogliazione e sviluppo della pianta

Pianta di avocado Dopo circa un mese, dal seme spunteranno le prime radici, seguite da piccoli germogli di colore chiaro. Spuntata la prima foglia, il seme deve essere liberato dagli stuzzicadenti e interrato in un piccolo vaso, a circa otto centimetri di profondità. Inizialmente la piantina va tenuta in un composto morbido, bagnato in modo costante e non eccessivo. Successivamente l'avocado andrà trasferito in un terreno più drenato. Trascorsi un paio di mesi, quando la pianta avrà raggiunto i venti centimetri, è consigliata una piccola spuntatura, per favorirne il corretto sviluppo. Raggiunti i trenta centimetri, bisognerà procedere alla prima potatura, da ripetere ogni quindici centimetri di crescita. Dopo circa dieci mesi, la pianta raggiungerà un'altezza di mezzo metro.


Coltivare avocado: Piantagione e fruttificazione

Albero di avocado Durante il periodo invernale, la pianta va spostata in un luogo caldo e, nel caso sia stata interrata, è bene coprirla con un adeguato telo di plastica. Per una buona fruttificazione è necessario procedere a un innesto con un'altra pianta già capace di produrre frutti. Effettuato l'innesto, bisogna continuare con l'innaffiatura costante e con le periodiche potature. Se l'intenzione è quella di ottenere un albero di discrete dimensioni, è d'obbligo la piantatura su un terreno, il quale deve essere situato in un luogo caldo e soleggiato. Per ottenere i primi frutti bisognerà attendere alcuni anni, nel frattempo l'albero raggiungerà elevate misure, che potrebbero superare i dieci metri di altezza. I migliori risultati di fruttificazione e di crescita, sono stati ottenuti a seguito della piantagione di più alberi nello stesso terreno, sistema che consente uno sviluppo più rapido e concreto della pianta.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO