Virosi

Virosi

Le virosi sono malattie vegetali causate da virus. Solitamente, i virus non penetrano spontaneamente nella pianta, ma vengono inoculati da altri agenti patogeni chiamati “vettori”. I principali “vettori” o veicoli di trasmissione di virus delle piante sono gli insetti ed i parassiti che spesso si nutrono della linfa vegetale di alberi da frutto o di specie ornamentali. I danni delle virosi sono molto gravi e spesso hanno esito letale, anche perché, come accade anche per l’Uomo, le malattie virali non si possono curare, ma solo prevenire con apposite strategie colturali, nel caso delle piante, e con i vaccini, nel caso degli esseri umani.
virosi1-1

ROOT!T First Feed per Sostenere le Piante Giovani, 125 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,19€


Caratteristiche

virosi2-1I virus delle piante agiscono esattamente come quelli dell’Uomo: si replicano all’interno delle cellule dell’organismo che le ospita. Il meccanismo di replicazione dei virus è quello che ne determina l’elevata contagiosità e difficoltà di cura. Nel caso delle pianta, i virus, inoculati attraverso altri “vettori” patogeni, si replicano all’interno delle cellule vegetali legandosi al loro DNA. I virus, infatti, sono delle primitive forme di vita, a metà strada tra i batteri e di cristalli. Il loro nucleo è formato proprio da acidi nucleici che fanno di essi le forme di vita più primordiali che esistano sulla terra. All’esterno, queste forme di vita “ibride” non sono in grado di sopravvivere e di replicarsi, mentre possono farlo benissimo all’interno di organismi ospiti, tra cui le piante. In natura esistono tantissime tipologie di virus in grado di provocare le virosi. Alcuni prendono il nome della pianta colpita, come il mosaico del cetriolo, o la tristezza degli agrumi. Altri virus possono prendere il nome dell’agente infettante che le ha trasmesse. Avremo così gli afivirales, trasmessi dagli afidi, i cicavirales, trasmessi dai cicadellidi, e gli invavirales trasmessi da alcuni tipi di insetti. I virus che provocano la virosi vegetale non sono visibili ad occhio nudo. La loro struttura è però molto simile ad altri virus che colpiscono animali e uomini. Alcuni hanno la forma sferica, altri a bastoncino, altri ancora a tubo rigido o flessibile.


    Foglia di cannabis 90g (Tutta Buds), CBD, Contiene cannabinoidi, Aroma e gusti naturali

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,06€


    Piante colpite

    La virosi può manifestarsi in tante specie di piante, da quelle ornamentali, agli alberi da frutto. Le piante ornamentali maggiormente colpite dalla virosi sono l’iris, il narciso , la fresia, il tulipano, il gladiolo e il lilium. La virosi può presentarsi anche negli alberi e nelle piante da frutto, tra cui il ciliegio, la vite, il susino, il pesco, l’albicocco, il mandorlo e gli agrumi. I virus vegetali non disdegnano nemmeno gli ortaggi, ovvero cetrioli, melanzane, peperoni, cipolle, aglio, carote, zucchine e pomodori.


    Sintomi

    Anche se i virus delle piante non sono visibili ad occhio nudo, i sintomi della la virosi sono ben evidenti all’occhio umano. Le piante con virosi possono presentare deformazioni delle foglie, dei fiori, delle gemme e dei frutti, ma anche colorazioni diverse dal solito. Le foglie possono apparire avvizzite o con macchie giallastre disposte a mosaico. Deformazioni evidenti possono anche comparire sui frutti, che presentano dimensioni inferiori agli standard usuali ed una consistenza molle e spugnosa. Quando l’infezione si è manifestata è impossibile attuare delle strategie di cura. La sorte della pianta ammalata di virosi sarà sempre la stessa: avvizzimento, blocco della crescita e morte.


    Cause

    Come già detto in un precedente paragrafo, la virosi è spesso un danno indiretto causato da altri agenti patogeni. Questi agenti sono solitamente gli insetti ed i parassiti delle piante. I più pericolosi sono gli insetti succhiatori, come le afidi, che pungendo le foglie per assorbire la linfa vegetale inoculano virus e batteri nel parenchima della pianta. Anche gli errori nella potatura e negli innesti possono provocare malattie virali. Le potature con attrezzi poco puliti, i tagli violenti e difficili da cicatrizzare, possono rendere la pianta più vulnerabile alle malattie. Anche gli innesti tra piante poco compatibili possono essere causa di virosi.


    Prevenzione e cura

    La virosi è, purtroppo, una malattia incurabile, mentre è possibile prevenirla con adeguati accorgimenti colturali. La pianta va rinforzata con le giuste concimazioni, irrigazioni ed esposizioni solari. Se la specie vegetale che amiamo è forte, vuol dire anche che avrà un sistema immunitario capace di resistere alle possibili infezioni o malattie. Generalmente, le piante coltivate come si deve, tengono lontani i “vettori” dei virus e dei batteri, ovvero insetti e parassiti vegetali. Altra utile strategia preventiva contro la virosi, la pulizia e l’igiene degli attrezzi per potature ed innesti. Le lame vanno pulite e disinfettate sia prima che dopo gli interventi. L’igiene deve riguardare anche le protezioni per le mani: i guanti per potatura devono essere preferibilmente usa e getta. Se si usano quelli lavabili, bisogna farlo regolarmente sia prima che dopo la potatura, in modo da eliminare completamente eventuali tracce di residui vegetali infetti. Quando la virosi si è manifestata, la pianta va estirpata e bruciata il più lontano possibile dalle altre. Anche il terriccio di coltura e l’eventuale vaso vanno eliminanti e sostituiti con quelli nuovi.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO