Toporagno

Giardino sotto sorveglianza

Il giardino di casa è un luogo preziosissimo per il suo padrone; non a caso, colui che vive e cura un giardino sta spesso attento in maniera maniacale per qualsiasi cambiamento si possa notare in ogni minimo aspetto del giardino stesso, cosa che può essere sintomo di una presenza sgradita di qualche animaletto, insetto o malattia causata da virus eccetera eccetera. Ciò è dovuto ad un naturale istinto protezionistico verso due aspetti, entrambi importanti; in giardino l’appassionato giardiniere trascorre tanto del proprio tempo, compiendo piccoli ma impegnativi lavoretti con il solo scopo di migliorare il suo amato giardino, quindi naturalmente starà attentissimo verso qualsiasi cosa che possa rendere vano questo suo lavoro. Non solo, tutti coloro che hanno vissuto un giardino per almeno un giorno sanno l’incredibile effetto positivo che esso ha sull’essere umano, sia per le possibilità che offre e sia per quanto riesce a donare relax al corpo ed alla mente; un luogo che ci fa stare tanto bene sarà da noi protetto in maniera naturale, per tutelarlo e non perderne le positivissime facoltà. E’ ovvio quindi che il giardino di casa è sotto stretta sorveglianza, e con esso tutto ciò che lo compone, partendo dalle piante, le quali sono la componente fondamentale.
toporagno

SOLFAC GEL GELBAIT scarafaggi GR 20

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,27€


I pericoli potenziali

denti toporagnoI pericoli in cui può incorrere il nostro giardino sono legati strettamente a cosa abbiamo nel nostro giardino ed a cosa teniamo maggiormente; ciò vuol dire in breve che a seconda del tipo di pianta che coltiviamo in giardino, ci saranno malattie/insetti/animaletti che ci dovranno preoccupare più o meno in base alla specie. Per fare un esempio, se in dispensa abbiamo riserve di formaggio emmenthal allora ci dobbiamo preoccupare delle visite dei topolini, mentre se abbiamo riserve di pesce potremo ricevere visite da gatti e simili animali; lo stesso in giardino. In generale comunque sono le piante l’obiettivo primario di un giardino; il pericolo primario invece sono le malattie, soprattutto quelle dovuto ad attacchi funginei, molto difficili da cogliere in anticipo ed anche duri da eliminare se non si vuole ricorrere a sostanze chimiche. Il capitolo insetti è preoccupante solo se consideriamo quegli insetti parassiti come gli acari, insetti cioè le cui larve attaccano la pianta e per nutrirsi la divorano dall’interno fino a disseccarla. Gli animaletti invece sono un fastidio sì per le piante, ma in maniera meno grave di elementi già citati, ma soprattutto sono un fastidio per i nostri occhi e per la nostra sensazione di pulizia ed igiene.

  • Pianta di Pungitopo Il pungitopo appartiene alla famiglia delle Liliacee, al genere Ruscus ed alla specie aculeatus.È un arbusto sempreverde e perenne, alto fino ad 1 m, con un portamento cespuglioso, fusti robusti, er...
  • motopompa per acqua In un mondo che non ci lascia più un attimo per respirare, in cui viviamo per lavorare, sempre correndo appresso agli impegni, agli appuntamenti, agli orari, non rilassandoci più e non godendoci né pi...
  • Ramo di agrifoglio L'agrifoglio, il cui nome scientifico è Ilex aquifolium, è conosciuto sotto diverse denominazioni, alcune comuni altre meno: si parli di aquifoglio, o di alloro spinoso, o di pungitopo maggiore, la pi...
  • Bacca rossa di Pungitopo Comunemente detta Pungitopo, la pianta di Ruscus Aculeatus è un arbusto sempreverde, originario del continente europeo, appartenente alla famiglia delle Asparagaceae. La principale caratteristica di q...

OLIOCIN 500 ML BAYER insetticida lotta biologica cocciniglie agrumi e piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Il toporagno

Il toporagno è un piccolo mammifero che ha questo nome curioso per via della sua somiglianza fisica con il topo comune (che ricordiamo essere un roditore, e non un mammifero) con la particolare caratteristiche del muso allungato ed a punta, che ricorda quello di tanti insetti (in effetti più come la mosca che il ragno). Questo animaletto popola tante campagne e giardini d’Europa, essendo presente poi anche in altre parti del mondo ma chiaramente in misura minore. Dall’inizio di questo piccolo trattato abbiamo parlato delle minacce per il giardino e le piante che contiene, ma non si voglia pensare che il toporagno è uno di questi pericoli! Esso è invece un aiuto, un nostro aiutante fidato nelle operazione di pulizia delle piante da insetti e larve indesiderate, oppure da altri esserini come il grillotalpa. La dieta del toporagno (peraltro corposissima, visto che mangia quasi cibo per l’ottanta percento del proprio peso corporeo ogni giorno) è infatti composta principalmente da insetti, larve e piccoli animaletti; certo è che vedere dei topolini bazzicare in giardino per tante persone non è bellissimo, però sono utili e ci possono garantire anche un ecosistema più completo e vivo.


Toporagno: Gli aiutanti naturali

Viviamo in una società inquinante, questo lo sappiamo ed è sempre più vero; ma noi non siamo quegli ambientalisti integralisti e stupidi (dato che le posizioni estreme non sono mai totalmente giuste), sappiamo benissimo che è il prezzo dell’evoluzione e delle tante cose che l’uomo vuole e vuole fare. Però a volte si esagera, giungendo fino alla cura che è peggiore del male; un classico esempio è proprio l’uso di prodotti chimici per eliminare malattie e parassiti dalle colture agricole. Dobbiamo ricordarci che ciò che coltiviamo è destinato quasi sempre alle nostre tavole, e che i prodotti che usiamo per ammazzare insetti e simili potrebbero ammazzare anche noi se usati in giuste quantità. Bisognerebbe ricordarsi maggiormente che abbiamo degli aiutanti naturali, dato che la natura è arrivata dov’è oggi da sola e senza prodotti chimici: il toporagno è assolutamente uno di questi e ne abbiamo raccontato le benefiche azioni in precedenza, mentre c’è anche qualche insetto come le coccinelle che oltre ad essere carine e dolci da ammirare sono anche dei buonissimi cacciatori di larve, pericoloso per tante colture soprattutto quelle da frutto. avendo un po’ più di cura e di passione genuina per il lavoro della terra, si potrebbero utilizzare questi aiutanti naturali.



COMMENTI SULL' ARTICOLO