Potatura piante

Potatura piante da frutto

Potare le piante da frutto è necessario per fare in modo che queste crescano e producano molti frutti. La potatura degli alberi da frutto si esegue asportando una parte di rami e radici, a seconda dello scopo per cui effettuiamo la potatura. Per esempio, può essere effettuata per eliminare parti della pianta secche e malate, oppure perché i rami giovani nella chioma impediscono che circoli l'aria e la luce all'interno della chioma stessa. Esistono comunque due tipi di potatura: Potatura di formazione, che viene praticata quando le piante sono giovani per farle crescere in modo graduale ed anche per renderle esteticamente più gradevoli. Questo tipo di potatura va eseguita sugli alberi da frutto nel periodo invernale che è quello di riposo vegetativo. Invece, i rami secchi e malati possono essere tagliati in qualsiasi periodo dell'anno. La potatura di produzione invece, serve proprio per aumentare la produzione dei frutti e viene effettuata tagliando i rami che non fruttificheranno, così da evitare che essi assorbano nutrimento a danno dei frutti, che saranno altrimenti più scarsi.
Albero da frutto

Kinzo - Tagliasiepi Cesoie Per Potatura Siepe Rami Piante Utensili Da Giardino 65 Cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Potatura piante periodo

Fruttificazione dopo potatura Il periodo di potatura degli alberi da frutto varia in base alla singola pianta. Per quanto riguarda il melo e il pero, il periodo adeguato per la potatura è in inverno, nel mese di Gennaio. Nel mese di Febbraio possono essere potati l'albicocco e la vite. Marzo è il mese ideale per potare gli agrumi come aranci, limoni ecc. Nei mesi estivi invece, possono essere potate tutte quelle piante che sono in riposo vegetativo, e che quindi hanno fruttificato prima, quindi è possibile procedere all'eliminazione dei rami che hanno già fruttificato. Ad Agosto non si consiglia di potare gli alberi da frutto, ma al limite si può praticare un diradamento dei rami della chioma se risulta troppo fitta. A Settembre è possibile potare gli alberi che hanno appena smesso di fruttificare, mentre negli altri mesi dell'anno non è consigliabile eseguire potature.

    MASTICE PER INNESTI E FERITE DELLE PIANTE IN TUBETTO DA 300 GRAMMI CON PENNELLO

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


    Potatura piante ornamentali

    Pianta ornamentalePer quanto riguarda le piante ornamentali, non necessitano di potature frequenti come quelle che si eseguono per la fruttificazione degli alberi da frutto. Molto spesso però, si deve ricorrere alla potatura delle piante ornamentali in quanto coltivate in modo errato, magari perché esposte ad ambienti per loro ostili. In ogni caso, per quanto riguarda la potatura di queste piante, è bene intervenire sin da subito, quando la pianta è ancora giovane, e si preferisce praticare piccoli tagli, perché si rimarginano prima, invece i tagli più grandi, se eseguiti in maniera errata possono portare la pianta alla morte. La conseguente maggiore produzione di foglie e rami dopo la potatura, non significa che la pianta sia più forte, ma è soltanto un modo che ha la pianta per cercare di riprendersi in quanto, eliminando molte foglie, i nutrimenti necessari che vengono assorbiti tramite essi, diminuiscono.


    Potatura piante aromatiche

    La potatura delle piante aromatiche deve essere effettuata all'inizio della primavera. A differenza di tutti gli altri tipi di piante, le piante aromatiche come prezzemolo, rosmarino, salvia ecc. possono essere potate durante la loro produzione, anzi, se si provvederà ad eliminare le foglie di basilico durante la fioritura (per utilizzarle in cucina) si noterà che la pianta cercherà di produrne ancora di più. Questo perché, la pianta vive e assorbe nutrimenti attraverso le foglie, se queste vengono eliminate la pianta tenderà a produrne di più, bisogna quindi fare attenzione e raccogliere la quantità adeguata di spezie, per evitare che la pianta possa perire. I rami da eliminare tramite potatura delle piante aromatiche sono quelli più lunghi, che assorbono molto nutrimento, e che non hanno molte foglie. Nel periodo autunnale, si esegue poi la potatura dei fiori, che contengono i semi per riprodurre nuove piante. Questi fiori possono essere essiccati e conservati per il periodo della semina.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO