Abete argentato

L'irrigazione dell'abete argentato

L'Abete Argentato per crescere bene e per svilupparsi ha bisogno di un generoso apporto idrico, il più possibile costante, senza provocare pericolosi sbalzi. Specialmente quando la giovanissima pianta viene messa a dimora dovremo intervenire con frequenza assicurando sempre il giusto quantitativo d'acqua, senza tuttavia esagerare procurando danno all'alberello causando ristagni idrici. Quando l'Abete Argentato sarà adulto ridurremo le annaffiature e avremo cura di verificare che le precipitazioni atmosferiche siano naturalmente sufficienti. Ci regoleremo aspettando che le piogge siano assenti da alcuni giorni e, prima che il terreno si secchi completamente, annaffieremo la base dell'albero. L'Abete Argentato tollera periodi di siccità solo brevissimi e soffrirebbe un'estate in cui le precipitazioni sono assenti per settimane.
Aghi bianchi

Vivai Ceccarelli & Sichi Albero Abete Kosteriana Blu INNESTATO - 2,2 m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 552,58€


Come prendersi cura dell'abete

Abete pianta vaso L'Abete Argentato viene utilizzato principalmente per scopi ornamentali, essendo una pianta particolarmente adatta per l'abbellimento del giardino. È ideale, ad esempio, come albero di natale, visto anche il colore naturalmente biancastro che richiama visivamente il classico alberello con la neve. Non cresce molto in altezza e raggiunge circa 3 metri, molto meno dell'Abete tradizionale. Essendo meno ingombrante può adattarsi anche ad un'area verde di piccole dimensioni. L'albero può essere coltivato a partire dal seme anche se è meglio affidarsi ad un vivaista di fiducia che ci consiglierà sul periodo migliore per la messa a dimora e per le cure necessarie da garantire periodicamente. L'albero ci verrà consegnato all'interno del vaso, pronto per essere collocato in pieno campo con tutto il panetto di terra.

  • pianta da fagiolo La società in cui viviamo in questo tempo presente è molto diversa rispetto anche a quella dei nostri genitori per un numero enorme di cose, ma in questo caso ci riferiamo alla perdita (dolorosa) del ...
  • Albero di faggio Il faggio, il cui nome scientifico è Fagus sylvatica, è un albero appartenente alla famiglia delle Fagaceae. Esso è in grado di raggiungere un altezza elevata, intorno ai 40 metri, e può formare degli...
  • La stella di natale Simbolo di rinascita e di buon auspicio, la stella di natale è una pianta tropicale originaria del Messico che fiorisce proprio nel periodo natalizio. Conosciuta con il nome scientifico Euphorbia Pulc...
  • Albero di natale vero Protagonista indiscusso delle feste, l'albero di natale riesce a donare all'ambiente domestico un'atmosfera calda e familiare. E se ogni anno torna l'annoso dilemma circa l'opportunità di acquistare u...

Vivai Ceccarelli & Sichi Albero Abete Kosteriana Blu INNESTATO - 1,5 m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 251,18€


Terreno e concimazione

Coltivazione pino Il terreno ideale per far crescere un Abete Argentato è sciolto e soprattutto ben drenato. Questa caratteristica è molto importante poiché, specialmente in assenza di precipitazioni, dovremo intervenire generosamente e l'acqua in eccesso dovrà defluire completamente. La stessa regola vale per i periodi caratterizzati da una piovosità molto intensa. Perciò è necessario lavorare soprattutto alla preparazione di un substrato leggero. Opereremo una zappatura e una vangatura in profondità, cercando di evitare la formazione di zolle. Dopodiché aggiungeremo del fertilizzante organico e del compost biologico. Ricopriremo con un rastrello e ricompatteremo delicatamente aspettando che la terra assorba le sostanze nutrienti. A primavera potremo trapiantare l'Abete Argentato nel nostro giardino, concimando periodicamente la base della pianta.


Abete argentato: Clima e avversità

Ramo pino L'Abete Argentato può crescere bene sia collocato a tutto sole che a mezz'ombra, purché riceva un sufficiente irraggiamento, almeno per alcune ore nell'arco della giornata. Per quanto riguarda gli inverni non si registrano particolari problematiche legate al freddo intenso. La pianta può tollerare anche inverni molto rigidi, con temperature che vanno ben al di sotto degli zero gradi. Il freddo può essere anche prolungato e, al momento della ripresa primaverile, l'albero sarà in ottimo stato di salute. L'Abete Argentato è a tutti gli effetti una conifera e soffre le medesime patologie delle altre piante di questa famiglia. Ruggine, muffa grigia e afidi possono essere combattuti ricorrendo ad un prodotto antiparassitario e antifungino specifico facilmente reperibile nei negozi specializzati di giardinaggio.


Guarda il Video
  • pino argentato Il Pino argentato è una conifera originaria del nord America; ama terreni freschi e umidi, quindi necessita di annaffiat
    visita : pino argentato
  • abete argentato L'abete argentato è in grado di adattarsi a quasi tutte le tipologie di clima ed è in grado di resistere molto bene anch
    visita : abete argentato

COMMENTI SULL' ARTICOLO