Pinus pinea

Pinus pinea

Il Pinus pinea, nome scientifico del pino mediterraneo, è un albero di grandi dimensioni, presente nelle coste circostanti il mar Mediterraneo, dove forma estese pinete, molto gradite in estate per la gradevole frescura che offre nelle calde giornate estive. E' un grande e caratteristico albero che raggiunge i 25-30 metri di altezza, riconoscibile dalla sua chioma ad ombrello, tronco dalla corteccia bruno- rossiccia, suddivisa in placche, da profondi solchi verticali e foglie costituite da aghi disposti in coppia. Il Pinus pinea è molto diffuso nelle pinete in prossimità del mare, nella maggior parte delle regioni italiane dove, con le sue profonde radici, contribuisce alla protezione delle coste. Il pino domestico è conosciuto con il nome di "pino da pinoli" perché produce grandi pinoli commestibili, usati per uso alimentare, nell'industria dolciaria, per l'estrazione dell'olio e per la produzione di salse, come il famosissimo "pesto alla genovese". Il legno è tenero e resinoso, molto resistente all'umidità e per questa sua caratteristica è utilizzato nell'industria navale, ma anche nell'industria cartaria, mentre è di scarsa qualità come combustibile.
Pino domestico

Pinus Pinea Pianta in vaso Pino - 2 piante PINUS PINEA Pino da frutto pigna pinoli Umbrella Pine vaso 15 h 150-180

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21€


Le pinete mediterranee

Pineta di Ischia Le pinete sono aree boschive formate da alberi sempreverdi, appartenenti al genere Pinus, comprendente molte specie. I pini sono alberi di alto fusto le cui foglie sono trasformate in aghi, disposti in gruppi di due, tre o quattro. Producono due tipi di coni, maschili e femminili. Dopo la fecondazione i coni femminili si trasformano nelle caratteristiche "pigne" contenenti semi oleosi, i pinoli. Nelle pinete mediterranee gli alberi crescono distanziati tra loro, permettendo alla luce solare di raggiungere lo strato inferiore, ricco di arbusti propri della macchia mediterranea. In Italia le pinete mediterranee, formate principalmente da tre specie di pini, il Pinus pinea (pino domestico), il Pinus halepensis (pino d'Aleppo) e il Pinus pinaster (pino marittimo), hanno un immenso valore dal punto di vista paesaggistico e ambientale, ricche di numerose specie vegetali, tipiche della macchia mediterranea, e di animali. Famosissima è la pineta di Castelporziano (dove è predominante il pino domestico), ricca di specie animali e vegetali.

  • conifere Le conifere sono piante Gimnosperme, cioè con i semi “nudi”, non protetti da un ovario. I loro semi non sono racchiusi da frutti, ma disposti sulle scaglie di un cono (da cui il nome volgare di conife...
  • pino mugo Il Pino Mugo (Pinus mugo) è una conifera sempreverde cespugliosa, bassa, con più tronchi (o meglio, un tronco principale e diversi secondari circondati da rami arcuati e flessuosi) dalla corteccia gri...
  • pinus lambertiana Il Pinus lambertiana, chiamato anche Sugar pine, è il pino più alto e più grande tra tutti, nativo della costa ovest degli Stati Uniti dove raggiunge altezze di 40-60 metri o eccezionalmente anche 85,...

Vivai Le Georgiche Pinus Pinea (Pino Domestico) – Pino Da Pinoli [H. 80-90 Cm.]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34€
(Risparmi 6€)


Gli alberi

Alberi in città Gli alberi sono piante che si sviluppano in altezza. Sono caratterizzati da un tronco legnoso, da cui partono rami che sostengono una chioma verde. Gli alberi rappresentano il più elevato grado di specializzazione nell'evoluzione dei vegetali. Specie in grado di adattarsi a situazioni climatiche non sempre favorevoli, scarsità di acqua, abbassamento di temperatura. Il forte apparato radicale tiene ancorata la pianta al terreno, e lo protegge da smottamenti e frane. Gli alberi si distinguono in "conifere" e "latifoglie" dalla forma delle foglie. Le conifere hanno foglie sottilissime e appuntite, le latifoglie hanno foglie larghe che in autunno cadono. Le foglie sottili, dette aghi, limitano la traspirazione e le piante possono così sopravvivere in ambienti aridi. Le foglie larghe, tipiche delle piante che vivono in pianura o in collina, favoriscono la traspirazione. Le condizioni climatiche sono responsabili della crescita delle diverse specie di alberi, con la formazione delle tante tipologie di boschi. La funzione degli alberi è indispensabile per la sopravvivenza della vita sulla Terra, dal punto di vista ambientale, energetico, economico.


Alberi conifere

Conifere Le conifere sono una specie di alberi, sempreverdi, caratterizzati da foglie sottili, dette aghi, e per questo sono conosciute con il nome di "aghifoglie". Vivono in ambienti temperati o freddi, e sono diffuse nell'emisfero boreale dove formano ampie foreste. Il nome conifere deriva da particolari strutture legnose, dette "coni" o "pigne", caratterizzate da squame, all'interno delle quali si sviluppano i semi; i coni sono distinti in coni maschili (che portano il polline) e coni femminili (che portano l'ovulo). La fecondazione avviene in genere ad opera del vento. Le conifere rappresentano la classe più numerosa delle Gimnosperme, che comprende pini, abeti, cipressi, larici, sequoie. Le conifere sono tra i primi alberi comparsi sulla terra, inizialmente sotto forma di arbusti e poi sempre più alti. In Italia le conifere che vivono in alta montagna sono l'abete rosso, il larice e il pino silvestre, che formano grandi boschi di una sola specie. Le conifere che vivono in ambienti più miti sono i cipressi, il tasso, il cedro e il pino marittimo. Le foreste più estese di conifere si trovano nella parte più settentrionale del globo, dalla Siberia al Canada.




COMMENTI SULL' ARTICOLO