Thuya occidentalis

Thuya occidentalis

La Thuya occidentalis è una specie di conifere che appartiene alla famiglia delle Cupressaceae che ha origine nell'America settentrionale. È un albero con caratteristiche sempreverdi con una forma della chioma a piramide e con un'altezza massima di 15 metri. La corteccia dei rami ha consistenza fibrosa con una colorazione verde scuro nella parte superiore e invece giallastra in quella inferiore. I frutti, a forma di cono, hanno una colorazione rosso-bruna. I fiori maschili hanno una colorazione rossa, mentre quelli femminili giallo-bruna. La fioritura della Tuhya occidentalis avviene tra marzo e aprile, presentando sia i fiori maschili sia quelli femminili sulla stessa pianta, ma in grappoli diversi. La pianta ha la caratteristica di contenere moltissimi tannini, oli essenziali e flavonoidi.
Thuya occidentalis

50 CYPRESS ITALIANA (Cupressus sempervirens) semi di albero, popolari semi bonsai resistenti per la semina giardino di casa !!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Coltivazione della Thuya occidentalis

Thuya occidentalis La Thuya occidentalis è una pianta che si adatta facilmente ai climi freddi, con una predilezione per i terreni argillosi e calcarei. Siccome la Thuya occidentalis teme particolarmente i ristagni idrici sarebbe opportuno mettere a dimora le piante in un terreno che sia ricco di sostanze nutritive, adeguatamente soffice e con una buona profondità in modo che le radici possano svilupparsi correttamente. Sarebbe opportuno mescolare al terreno della sabbia o della pietra pomice per riuscire a facilitare il drenaggio. Per consentire che le piante crescano in maniera corretta si dovrebbe aggiungere del fertilizzante organico oppure del concime granulare a rilascio lento. Una volta messi a dimora i giovani esemplari, sarebbe opportuno provvedere a pacciamare il terreno intorno al tronco per preservarne le radici.

  • conifere Le conifere sono piante Gimnosperme, cioè con i semi “nudi”, non protetti da un ovario. I loro semi non sono racchiusi da frutti, ma disposti sulle scaglie di un cono (da cui il nome volgare di conife...
  • Tintura madre Thuya Nota anche come “albero della vita”, cedro bianco o cedro americano, la Thuya è una conifera appartenente alla famiglia delle Cupressacee. E' una pianta sempreverde, le cui bacche presenti nel periodo...
  • Thuja occidentalis Rheingold La specie cosiddetta Thuja occidentalis, appartiene alla famiglia delle Cupressaceae ed è originaria del continente americano settentrionale. Conifere adatte ai climi impervi di montagna ed ai terreni...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...

Hangerworld- 30 Profuma biancheria in legno di cedro antitarme forme assortite

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,95€


Cura della Thuya occidentalis

Thuya occidentalis La posizione migliore per poter mettere a dimora la Thuya occidentalis dovrebbe essere in pieno sole, anche se potrebbe tollerare condizioni di mezz'ombra. Il terriccio dovrebbe essere mantenuto leggermente acido. Le piante potrebbero essere coltivate in piena terra o in vaso. In caso di coltivazione in vaso si potrebbero piantare in qualunque periodo dell'anno, anche se sarebbe preferibile farlo in primavera o in autunno. Per creare una siepe ottimale sarebbe opportuno porre le piante ad una distanza di 1 metro l'una dall'altra, in caso le piante siano più ravvicinate la siepe risulterebbe più fitta, ma si potrebbero instaurare problemi di arieggiamento. L'irrigazione dovrebbe essere frequente nella stagione vegetativa, successivamente si dovrebbe intervenire quando il terreno risulti secco.


Potatura e malattie della Thuya occidentalis

Thuya occidentalis Eccessive irrigazioni del terreno potrebbero provocare marciumi radicali con conseguenze gravi per la pianta che potrebbero provocarne la morte. Sulle piantine giovani si potrebbero verificare danni a seguito dell'attacco da parte del fungo Didymascella thujina. Per prevenire queste malattie fungine sarebbe opportuno coltivarle in serre separate, prima di poter essere messe a dimora. In caso di pianta sviluppata si potrebbe verificare il cancro fungino del cipresso che provocherebbe danneggiamenti alle foglie. Le piante potrebbero essere colpite anche dalle cocciniglie o dal ragno delle conifere. La potatura dovrebbe avvenire a marzo, procedendo con l'eliminazione delle parti morte o danneggiate. Per formare la chioma sarebbe opportuno rasarla frequentemente per stimolare la crescita dei rami.




COMMENTI SULL' ARTICOLO