Alberi italia

Alberi latifoglie a-b

Acacia. È un albero la cui altezza è compresa tra i 4 e i 12 m. La sua chioma, durante la crescita, arriva ad assumere la forma ad ombrello. Il fusto dell’albero cresce eretto. Quando la pianta è giovane, la corteccia risulta di un verde che tende al grigio, poi, una volta cresciuta, la corteccia prende una sfumatura decisamente più scura. Le foglie, caduche, lisce e di un verde luminoso, sono larghe dai 15 ai 25 cm e lunghe dai 20 ai 40. Agrifoglio. È un albero di dimensioni modeste. Può essere alto fino a 15 m. Lo caratterizza una crescita piuttosto lenta ma, in compenso, vive moltissimo, sino ai 300 anni e oltre. Il fusto dell’albero è eretto e ramificato, il suo diametro può andare dai 60 ai 70 cm. Ha foglie sempreverdi, lunghe dai 6 ai 12 cm e larghe fino a 5. Betulla. Albero di grandi dimensioni, può arrivare a raggiungere i 25 m di altezza. Si sviluppa molto rapidamente e non è molto longevo, vive dagli 80 ai 100 anni. La betulla è caratterizzata da un tronco slanciato e dritto che non supera i 50 cm di diametro. Ha corteccia liscia e bianca. La chioma di solito ha forma ovale. Le foglie sono caduche, lunghe dai 5 ai 6 cm e larghe 3.
Albero di Acacia

SALCAR LED Effetto Luce per Feste con Stelle Bianche Calde, Motivi dinamici, Lampada da Giardino LED Cielo Stellato proiettore Natale Muro Decorazione, Luce da Giardino per Feste, Natale, Carnevale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,95€
(Risparmi 41,84€)


Alberi latifoglie c-e

Albero di Canfora Canfora. La canfora è verde per tutto l’anno, ed è questo uno dei motivi della sua bellezza. Ha un fusto massiccio che può raggiungere 35 m d’altezza. La corteccia è marrone. Le foglie sono coriacee e d’un verde lucido che le rendono particolari. Quando spuntano, però, queste foglie hanno un colore rosso lucido. Castagno. Albero originario dell’area mediterranea, raggiunge i 30 o i 35 metri in altezza. Il frutto, come tutti sappiamo, è la castagna, ricoperta dal cosiddetto riccio che la protegge durante la crescita. Il castagno presenta una corteccia marrone, liscia durante la giovinezza, diventa più rugosa in età adulta. Eucalipto. È un albero sempreverde. Alcuni esemplari raggiungono altezze notevoli, nel loro paese d’origine che è l’Australia. Si parla di alberi alti sino ai 90 m. quest’albero possiede foglie aromatiche di un colore grigio-verde. Esistono diverse specie di Eucalipto, ognuna con caratteristiche specifiche.

    Chenci Catene Luminose, Illuminazione Luci Stringa Lampadina 25 G40 Bulbi 7,5m Filo Luce Decorazione Festa/Matrimonio/Giardino/Cortili/Pergole Bianca Calda (2 Lampadine Ricambio) - Nuovo Versione

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,99€


    Alberi latifoglie f-m

    Magnolia in fiore Faggio. Molto comune e importante in Italia, presente nei boschi degli Appennini e delle Alpi. Raggiunge i 40 m d’altezza. Il fusto arriva a misurare i 250 cm di diametro. Non vive molto, non superando i 300 anni d’età. Ha un tronco dritto e slanciato. La chioma è ampia. Le foglie possono essere lunghe dai 4 ai 9 centimetri. Ficus. Di solito può capitare di trovare dei ficus in appartamento, piantati in vaso. Ma nei climi adatti, e cioè nel Sud Italia, esso può essere coltivato all’aperto e qui, l’albero, raggiunge anche i 30 m d’altezza. I vari tipi di ficus possono avere foglie sempreverdi o no. Ippocastano. L’altezza dell’ippocastano può raggiungere i 30 m d’altezza. Ha una chioma compatta a forma di piramide e ampia. Ha un tronco robusto che diventa sempre più nodoso man mano che l’albero cresce. Fiorisce nei mesi di aprile e maggio. Le radici restano, per la gran parte, in superficie. Magnolia. Ne esistono due tipi: una a foglie caduche e una a foglie permanenti. Questo è un albero molto apprezzato come ornamento da giardino per la grande bellezza dei suoi fiori. Non è adatta a climi freddi e inverni rigidi.


    Alberi italia: Alberi latifoglie n-s

    Salice piangente Noce. È un albero dall’aspetto imponente. Le radici sono molto robuste e arrivano a parecchia profondità ancorandosi saldamente. Le foglie della pianta sono caduche. Pioppo. Può raggiungere i 22 metri d’altezza e il fusto arriva a una circonferenza i due metri e mezzo, se in condizioni ottimali. Ha corteccia liscia, soprattutto quando l’albero è ancora giovane. Le foglie hanno una forma circolare. Rovere. Albero maestoso e massiccio che sfiora anche i 50 metri d’altezza, con un tronco il cui diametro può arrivare a misurare fino a 1 o 2 metri. Ha un tronco diritto e robusto. Una chioma densa. Il frutto di quest’albero è una ghianda. Salice. Anzitutto è un albero molto facile da coltivare perché non necessita di cure molto particolari. Spontaneamente, comunque, crescono soprattutto in prossimità dei corsi d’acqua. I salici hanno quella caratteristica e ben nota chioma i cui rami scendono dolcemente verso il basso, sino a carezzare il terreno.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO