Alberi monumentali

Gli alberi monumentali: un patrimonio protetto

In Italia gli alberi monumentali sono tutelati dalla Legge n.10/2013 che stabilisce l'obbligo per ogni Comune di censire e raccogliere in elenchi regionali aggiornati le piante che corrispondono ai requisiti richiesti. Gli elenchi regionali confluiscono nell'elenco degli alberi monumentali d'Italia gestito dal Corpo forestale dello Stato. Le caratteristiche che una pianta deve avere, tutte o in parte, per essere classificata come monumentale sono: grandi dimensioni, longevità, requisiti storici e paesaggistici, rarità. La grandezza è riferita alla specie oppure alle dimensioni molto grandi rispetto ad altri individui presenti nella stessa area, per contro piante molto longeve come gli alberi centenari sono considerate monumentali anche se non raggiungono grandi dimensioni. Sono considerate monumentali le piante collegate ad un evento storico di rilievo e quelle importanti per il profilo paesaggistico e architettonico come le siepi e i viali alberati di giardini storici, ville e parchi: questi alberi maestosi o rari sono un autentico patrimonio per l'Italia e per il mondo.
Ulivo secolare

T4U 7,5 cm, ceramica giapponese. Seriale Sucuulent-Vaso per piante, con vaso per fiori, a forma di Cactus, Contenitore per alimenti, colore: nero no.2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,93€
(Risparmi 7,07€)


Gli alberi monumentali: una risorsa importante

Quercia monumentale Gli alberi monumentali sono importanti non solo per l'aspetto storico e culturale che richiama nel nostro Paese migliaia di turisti ma anche per quello ambientale: sono delle vere e proprie banche dati che conservano dati cronologici indispensabili per gli scienziati che studiano il clima del passato, utili anche per determinare i cambiamenti climatici attuali. Piante molto longeve o che hanno raggiunto grandi dimensioni sono ben adattate all'ambiente e hanno una grande resistenza alle avversità, per queste caratteristiche il loro materiale genetico, o germoplasma, è utile per la riproduzione vegetativa e la conservazione delle specie botaniche a rischio. Oltre che per la bellezza paesaggistica che conferiscono con la loro presenza, questi alberi sono preziosi per la salvaguardia dell'ambiente, essi stessi sono degli ecosistemi completi per tutta la piccola fauna e il gran numero di insetti, funghi e licheni a cui offrono rifugio e nutrimento.

    Prunus padus, Pado, 3 anni

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,3€


    Gli alberi monumentali in Italia

    Castagno dei Cento Cavalli Tra i patriarchi verdi d'Italia più conosciuti abbiamo il cipresso di San Francesco (Cupressus sempervirens) a Villa Verrucchio, in Romagna; l'olivastro di San Baltolu di Luras in Sardegna (Olea europaea oleaster) e il Castagno dei Cento Cavalli (Castanea sativa), un castagno millenario che si trova a Sant'Alfio in Sicilia, all'interno del Parco dell'Etna. Le dimensioni di questo albero sono notevoli, il tronco suddiviso in tre polloni ha una circonferenza di 22 metri per 22 metri di altezza, mentre la circonferenza della chioma misura circa 58 metri. Le prime fonti storiche documentate risalgono al XVI secolo ma la sua età, stimata da diversi botanici, va dai 2000 ai 4000 anni e potrebbe essere considerato l'albero più antico d'Europa. La leggenda vuole che sotto le sue fronde trovarono riparo una regina e i suoi cavalieri, sorpresi da un temporale durante una battuta di caccia. L'identità della regina non è certa, potrebbe trattarsi di Giovanna d'Aragona, Isabella d'Inghilterra o Giovanna I d'Angiò. Nel 2006 l'UNESCO ha riconosciuto il Castagno dei Cento Cavalli come Monumento messaggero di pace.


    Alberi monumentali: Gli alberi monumentali nel mondo

    Sequoie giganti Nel mondo sono migliaia gli alberi monumentali da ammirare e proteggere. Famose negli Stati Uniti sono le sequoie giganti (Sequoiadendron giganteum) nel Sequoia National Park in California. Gli esemplari che meglio le rappresentano sono il Generale Sherman (altezza 83,80 metri, circonferenza alla base 31,30 metri) e il Generale Grant (altezza 81,5 metri, circonferenza alla base 32,8 metri). Un altro monumentale patriarca verde è l'Arbol del Tule in Messico, che vanta anche la veneranda età di circa 1500 anni. Questo Cipresso di Montezuma (Taxodium mucronatum) è probabilmente uno dei più grandi alberi al mondo, con la sua altezza stimata di 35 metri e la circonferenza del tronco di 36,20 metri. Questi grandi testimoni della nostra storia delle più diverse specie sono disseminati in ogni angolo del nostro pianeta, per visitare quelli in Italia più vicini a noi è sufficiente digitare sul motore di ricerca Google: Mappa degli alberi monumentali d'Italia, per avere una panoramica degli esemplari più importanti.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO