Oppio

Caratteristiche dell'Oppio

L’oppio o acero campestre possiede una chioma tondeggiante e compatta, dal fusto contorto e ramificato.I rami si presentano di colore rossastro, sottili e, rispetto ad altri esemplari di acero, sono coperti da una leggera peluria.Il tronco ha una corteccia bruna e presenta delle piccole placche rettangolari, mentre le foglie (provviste di picciolo) sono caduche, con lobi arrotondati e sono larghe circa 5-8 cm. Il colore verde scuro del fogliame muta secondo le stagioni e, all'approssimarsi dell'inverno, la chioma assume tonalità che va dal giallo al rosso vivo.I fiori sono piccoli, hanno un colore giallo tendente al verde e sono raggruppati in infiorescenze lunghe tra i 7 e i 10 cm. I frutti, invece, sono disamare costituite da due semi alati e ordinati in modo da formare un angolo piatto.
Acero Oppio in autunno

Tavolo da oppio, 35x30cm, da legno massiccio (Albizia lebbeck)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36€


Coltivazione dell'Acero Oppio

Fioritura dell'Acero Oppio L’acero oppio è spesso coltivato come pianta ornamentale nei giardini, nei parchi pubblici, per la formazione di viali ai lati delle strade e per eseguire forestazioni insieme con altre latifoglie e conifere. Le specie più rustiche, tuttavia, si riproducono spontaneamente attraverso i propri semi.L’oppio è un albero che può sopportare operazioni di potatura piuttosto corpose, indispensabili poiché la pianta ha una considerevole tendenza a ramificare a livello della parte basale. Il processo di concimazione si svolge durante l’impianto e, nel corso degli anni, per facilitare una giusta ripresa vegetativa.L’acero oppio non cresce correttamente su terreni completamente asciutti e, quindi, è indispensabile irrigare il terreno quando il suolo comincia a essere poco idratato.

  • foglie acero campestre L’acero campestre, denominato anche acero oppio, appartiene alla famiglia delle Aceracee, al genere Acer ed alla specie campestre. È un albero a crescita lenta, con una longevità superiore ai 100 anni...

int. d'ailleurs - Comodino piedi oppio 1 porta 1 cassetto - PAL100

Prezzo: in offerta su Amazon a: 290€


Malattie dell'Acero Oppio

Attacco fungino sulla pianta Come tutte le piante, anche l'oppio può andare in contro a malattie provocate da diverse cause. I danni più comuni sono provocati da parassiti e funghi ma, tuttavia, possono essere risolti con una buona prevenzione e attraverso l'impiego dei prodotti giusti.La maggior parte degli alberi di acero campestre può essere aggredita dagli afidi, che rendono il fogliame fuligginoso e vischioso. Questi parassiti succhiano la linfa della pianta e producono dei danni visibili sulle sue foglie. Talvolta accade che le foglie siano macchiate da alcuni segni brunastri, contornati da un alone giallo. Questo problema è determinato da particolari parassiti che colpiscono l’albero soprattutto in estate e possono provocare la completa perdita delle foglie che compongono la sua chioma.


Utilizzi dell'Acero Oppio

L’oppio è una pianta di uso domestico molto frequente perché è possibile ottenere dalla sua linfa uno sciroppo che, oltre a sostituire il comune dolcificante, possiede delle eccellenti proprietà rinfrescanti. I suoi fiori, inoltre, consentono alle api di produrre un ottimo miele e i semi, un tempo, erano tostati e utilizzati per realizzare una bevanda molto simile al caffè.L’oppio possiede molte altre qualità e, ad esempio, è anche indicato come astringente e rinfrescante. La corteccia dell’acero oppio, tra l’altro, è spesso impiegata per curare gli eritemi della pelle tramite decotti applicati direttamente sulla zona interessata.I suoi gemmo derivati, associati ad altre piante, sono indicati per depurare e stimolare il metabolismo, nel trattamento di alcuni tipi di nevralgia e nei casi di colesterolo alto.




COMMENTI SULL' ARTICOLO