Sorbo degli uccellatori

Irrigazione

La decorativa pianta fruttifera trae la sua origine da diverse aree del vecchio continente e trova classificazione nel vastissimo e rilevante raggruppamento familiare delle Rosaceae. Questo albero risulta assai apprezzato, massimamente nella parte nord dell'Europa, per il cangiante fogliame e per i rossicci frutti, agognati dalla fauna avicola nonché utilizzati nell'industria alimentare e non soltanto. Denoterà una notevole esigenza di essere bagnata esclusivamente nelle stagioni primaverile ed estiva, con frequenza settimanale o anche più intensivamente nel caso di clima particolarmente torrido e afoso. Nei periodi rigidi, all'opposto, il Sorbo degli uccellatori dovrà essere irrorato con cadenza diradata, e soltanto in assenza di fenomeni piovosi o qualora il suolo si presenti prosciugato o secco.
Sorbo uccellatori

Vivai Le Georgiche Adansonia Digitata (Baobab Africano) [H. 40-70 Cm.]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 80€


Coltivazione

Sorbo fiorito Il Sorbo degli uccellatori potrà ricevere sistemazione in opportuno e comodo recipiente, tuttavia il suo posizionamento sarà di preferenza negli spazi aperti, ad abbellimento di strade, aiuole e, genericamente, di ogni ambito urbano o rurale. Pur avendo ottime qualità di adattamento e resilienza, gradirà comunque una terra morbida e poco compatta, dotata di sostanze organiche e sufficientemente drenata. Le operazioni di potatura potranno essere praticate con l'arrivo dei primi tepori primaverili, al fine di modellare le forme della pianta, o più spesso per rimuovere le ramificazioni ormai logore ed il fogliame e le infiorescenze vecchie ed avvizzite. Ove sia posta in recipiente, andrà rinvasata soltanto se strettamente necessario, ovvero per consentire un migliore accoglimento del vigoroso sistema radicale.

  • Sorbo domestico carico di frutti Il sorbo appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pomoidee ed al genere Sorbus, comprendente numerose specie tra cui le più importanti sono il sorbo domestico (Sorbus domestica...
  • sorbus aria Il Sorbo montano (Sorbus aria) appartiene alla famiglia delle Rosaceae, ed è una pianta legnosa cespitosa nelle situazioni di sottobosco, o al massimo un alberello alto fino a 12- 15 m, a chioma colon...
  • Sorbus aucuparia Il Sorbo degli uccellatori (Sorbus aucuparia) appartiene alla famiglia delle Rosaceae e deve il suo nome al fatto che attraendo l’avifauna con le sue bacche, veniva piantato vicino agli impianti per l...
  • Sorbo Una pianta adulta di sorbo non richiede tante innaffiature, ma si accontenta della pioggia; mentre gli esemplari più giovani hanno bisogno di irrigazioni ogni 20 giorni se il terreno è asciutto. Tutta...

Bagolaro, Celtis occidentalis, semi di albero (Fast, commestibile, Hardy, Fall Color) 10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,98€


Fertilizzazione

Bacche sorbi Ovunque sia collocato, il variopinto albero dovrà essere periodicamente fertilizzato, ai fini della corretta ed adeguata assunzione di nutrimento. La fertilizzazione andrà effettuata con misura e senza esagerazioni, preferibilmente all'inizio della primavera e nel pieno della stagione autunnale. Potranno essere utilizzati all'uopo fertilizzanti di natura solida, granulari o pellettati distinti dal rilascio graduale e differito nel tempo, possibilmente organici a forte base letamica. Il concime prescelto dovrà includere una discreta quantità di elementi azotati, in netta prevalenza sulle altre tipiche macrocomponenti e corredati da tutti i microelementi utili allo sviluppo ed al rigoglio dell'albero fruttifero. Meno frequenti ed utilizzati per la tipologia di pianta sono i comuni fertilizzanti a natura liquida.


Sorbo degli uccellatori: Esposizione e patologie

Pianta latifoglie bacca L'ornamentale pianta prediligerà un habitat assolato o lievemente ombroso, con esposizione diretta alle radiazioni solari per diverse ore della giornata, ma tollererà con pochissime difficoltà anche sistemazioni significativamente ombreggiate. Estremamente vigoroso e robusto, non patirà neppure flussi d'aria e correnti, né condizioni climatiche rigide, sino a molti gradi sotto 0°C. Questo albero, infine, seppur raramente potrà essere sottoposto ad attacchi di insetti e parassiti, come gli afidi, la cocciniglia ed il ragnetto rosso. Nel frangente, occorrerà rimuoverli con prontezza, impiegando prodotti naturali o specifico insetticida. Inoltre, potranno presentarsi muffe e marciumi alle radici, dovute prettamente alle condizioni ambientali, e talune importanti patologie batteriche.



COMMENTI SULL' ARTICOLO