Agapanthus

Il fascino del giglio africano

L'agapanthus, originario dell'Africa del Sud, vanta crescente diffusione anche in Europa per via dei fiori eleganti e delle foglie allungate, altrettanto decorative. Della pianta esistono oltre seicento diverse cultivar, dalle forme e dai colori variegati che spaziano dal bianco all'azzurro, fino al blu e al viola. I singoli fiori si raccolgono in ampie infiorescenze tondeggianti, che si ergono circondati dalle lunghe foglie, lucide, coriacee e spesse, che crescono con struttura nastriforme e si sviluppano prevalentemente nel periodo primaverile. Se coltivata in una zona favorevole e in condizioni ottimali, il lungo fusto, rigido ed eretto, può raggiungere il metro di altezza, conquistandosi un ruolo di primo piano nel giardino o all'interno dell'appartamento. Non solo i fiori, ma anche le lunghe foglie durante il periodo invernale si seccano e cadono, mentre la pianta entra nel suo periodo di riposo vegetativo. I fiori invece, che nel periodo primaverile di fioritura sbocciano uno dopo l'altro all'interno della stessa infiorescenza, cadendo lasciano posto alle nuove gemme, che già si sviluppano per dare vita nel corso della stagione successiva alla nuova fioritura. La coltivazione degli agapanti è particolarmente diffusa in Italia nelle zone dove il clima è più mite, in linea con le esigenze della pianta, che qui si sviluppa più rigogliosa anche negli ambienti esterni.
Agapanthus

Vivai Le Georgiche Agapanthus Orientalis Blue

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


Coltivazione

AgapanthusIn Italia trovano vasta diffusione anche agapanthus caratterizzati da foglie e fiori perenni, con dimensioni maggiori rispetto a quelli decidui. Nel primo caso la coltivazione in spazi aperti è più agevole, mentre il secondo caso richiederà qualche accortezza in più e la collocazione in ambienti chiusi e riparati soprattutto nel periodo invernale, quando le temperature rigide possono mettere a dura prova la sopravvivenza stessa della pianta. Ad ogni modo, in generale gli agapanthus possono risentire delle gelate, perciò in luoghi che ne sono soggetti si consiglia di provvedere alla coltivazione in vaso, in modo tale da poter portare la pianta in ambienti scuri e riparati nei mesi o nelle settimane più fredde. Nel periodo invernale anche le innaffiature saranno molto limitate, mentre per tutto l'anno si consiglia di evitare i ristagni idrici. Il terreno di coltivazione ideale è formato da terriccio, torba e sabbia: le piante richiedono abbondante spazio per potersi sviluppare al meglio pertanto si sconsiglia la presenza di più di due piante di agapanthus per vaso, o comunque un posizionamento a terra con almeno venti centimetri di distanza tra le piantine.

  • Agapanthus fiore L'agapanthus (famiglia Liliacee) è una pianta dal notevole effetto decorativo, risultato dei suoi splendidi fiori, dai petali lunghi 5-8 cm, raccolti al termine degli steli in formazioni ombrelliformi...
  • Agapanto giardino Se la coltivazione si svolge in vaso, questa pianta necessita di annaffiature regolari, particolarmente in estate; l'importante è che l'operazione non si svolga nelle ore più calde e che il terreno ab...

Vivai Le Georgiche Agapanthus Africanus Pitchoune

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Cure e precauzioni

Agapanthus Per una pianta che possa fiorire al meglio e crescere rigogliosa, nel periodo primaverile si consiglia di provvedere alla diluizione, nell'acqua di irrigazione, di un concime liquido da spargere all'incirca ogni due o tre settimane, fino alla sparizione dei boccioli che avviene solitamente in estate inoltrata. Non sono necessarie invece operazioni di potatura: è sufficiente provvedere all'eliminazione delle foglie man mano che si seccano, sia per ragioni estetiche sia per ovviare al rischio che si sviluppino malattie di origine parassitaria. Le piante di agapanthus devono essere maneggiate, per le operazioni che richiedono contatto diretto e prolungato, con utilizzo di guanti in quanto contenenti sostanze velenose che possono risultare irritanti per l'uomo. Una delle caratteristiche che rendono l'agapanthus di facile coltivazione, tuttavia, è la sua resistenza agli attacchi di parassiti, se la pianta viene appunto tenuta libera da foglie in disseccamento. L'agapanthus teme invece le chiocciole, la cui presenza deve essere eliminata. Altri fattori che possono mettere a rischio la crescita e la sopravvivenza della pianta sono i ristagni idrici, che porterebbero le radici a marcire. Simile fenomeno potrebbe realizzarsi anche qualora le piante vengano posizionate in modo troppo ravvicinato, senza sufficiente spazio per crescere liberamente.


Agapanthus: Riproduzione

AgapanthusLa riproduzione dell'agapanthus avviene principalmente per seme oppure per divisione dei rizomi. Il secondo metodo permetterà uno sviluppo rapido, anche se non sempre la pianta effettivamente si sviluppa se l'operazione non è compiuta a dovere. La moltiplicazione dei rizomi viene effettuata prevalentemente in autunno e occorre poter mantenere radici ben sviluppate per ognuno dei due rizomi così ottenuti. Nel caso della moltiplicazione per seme, invece, occorre tenere conto che ci vorrà molto tempo, fino a qualche anno, prima di poter godere dei fiori della nuova pianta generata dal bulbo. Il bulbo, come detto, deve essere posizionato in vaso o nel terreno, in base alle caratteristiche climatiche, tenendo conto dello spazio necessario alla pianta, una volta sviluppata, per crescere e per trarre il dovuto nutrimento dal terreno. Se si piantano più bulbi, occorrerà valutare uno spazio sufficiente per lo sviluppo delle radici e delle infiorescenze, che possono svilupparsi in modo molto ampio. La scelta tra una coltivazione in vaso e una coltivazione nel terreno sarà guidata dalle condizioni climatiche e dalle eventuali necessità di riparare la pianta nel periodo invernale, in particolare nei primi anni di vita, se le temperature possono abbassarsi molto nel corso della stagione fredda.


  • agapanthus Gli Agapanti sono piante perenni, a radice rizomatosa, originarie del sud Africa; il nome botanico, Agapanthus, deriva d
    visita : agapanthus

COMMENTI SULL' ARTICOLO