Alstroemeria

Come annaffiare l'alstroemeria

L'Alstroemeria Ŕ un genere di piante originario del sud America, oggi disponibili in tante diverse varietÓ ibride a grandi fiori. Le piante sviluppano ampi tuberi sotterranei, che temono l'umiditÓ elevata, per questo Ŕ opportuno evitare di coltivare l'Alstroemeria in un terreno eccessivamente pesante e poco drenato, dove il ristagno idrico potrebbe portarle alla morte. Sono piante a bassa manutenzione, che cominciano il loro sviluppo in primavera inoltrata. Non appena si notano i primi germogli che spuntano dal terreno Ŕ opportuno iniziare le annaffiature, da ripetere solo quando il terreno circostante appare molto ben asciutto. Nonostante l'Alstroemeria possa sopportare brevi periodi di siccitÓ, Ŕ importante annaffiare regolarmente per tutta la bella stagione, per favorire lo sviluppo di una folta vegetazione e la fioritura. In autunno le annaffiature si devono fermare, fino alla primavera. Se le Alstroemerie vengono coltivate in luogo riparato e caldo, come ad esempio in una serra, allora si annaffieranno sporadicamente anche durante i mesi freddi.
Alstroemeria fiori

PAEONIA, PEONIA ROSA CHIARO, pianta vera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,6€


Coltivazione dell'alstroemeria

Giglio del per¨ Le piante di Alstroemeria si coltivano come buona parte delle bulbose a fiore estivo. In natura vivono in luoghi con clima caldo in estate e fresco in inverno, possono quindi sopportare temperature minime abbastanza basse, anche vicino agli 0░C. Sono piante che trovano quindi posto in giardino, in piena terra, nell'aiuola delle piante da fiore, anche in vicinanza di arbusti e piante ad alto fusto. Nelle zone in cui il clima invernale Ŕ molto rigido, con temperature per lungo tempo inferiori ai -5░C Ŕ opportuno posizionare i tuberi ad una profonditÓ di almeno 20 cm, pacciamando il terreno con foglie e paglia durante i mesi invernali. La vegetazione delle Alstroemerie dissecca totalmente in inverno, per ripresentarsi a primavera inoltrata, di solito nel mese di maggio, ma anche pi¨ avanti con la stagione.

  • giglio Tutti i fiori, che la natura ci ha sapientemente regalato, sono ricchi di simboli e di significati che tendono a esprimere emozioni e sentimenti sia positivi che negativi. Tra i fiori in grado di e...
  • Maranta La Maranta, una Pianta da Esterno in Vaso, Ŕ una sempreverde erbacea ed Ŕ denotata da foglie molto caratteristiche dalle diverse forme e dai diversi colori che rimangono dritte nelle ore notturne per ...
  • VarietÓ rosa di Lilium Il genere Lilium annovera attualmente circa ottanta specie di piante, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, originarie dellĺAsia, dellĺEuropa e di buona parte del continente americano. Note con ...
  • Lilium fiore Il lilium Ŕ una pianta perenne appartenente alla famiglia delle liliaceae che fiorisce durante l'estate. ╚ un arbusto comune originario dell'Europa, dell'Asia e del Nord America. I suoi fiori sono mol...

GINESTRA ROSSA, pianta vera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,8€


Concimazione del giglio del Per¨

Giglio fioritura Le piante di Alstroemeria hanno uno sviluppo folto e compatto, soprattutto se sono a dimora da lungo tempo. Per mantenere il cespo di foglie sempre sano e rigoglioso Ŕ importante fornire regolarmente del fertilizzante durante tutta la stagione vegetativa. Si comincia in primavera, in genere in aprile o maggio, quando le piante iniziano il loro sviluppo. All'arrivo del freddo il fogliame dissecca, si possono fermare le forniture di fertilizzante, che riprenderanno l'anno successivo. Per queste piante Ŕ importante utilizzare un concime complesso per piante da fiore, ricco in azoto e in potassio, che stimola la produzione di boccioli e la loro coltivazione. Nei vasi conviene posizionare solo gli esemplari a sviluppo nano, perchÚ se le radici di Alstroemeria si trovano alle strette la pianta tende a smettere di vegetare, portando a volte anche ad abortire la fioritura.


Alstroemeria: Parassiti e malattie

Alstroemeria pianta Queste piante sono abbastanza vigorose e tendono a non essere fortemente colpite dai parassiti; occasionalmente pu˛ capitare che in estate gli afidi rovinino i boccioli floreali in fase di sviluppo, in questi casi Ŕ opportuno intervenire rapidamente, perchÚ gli insetti possono rendere la pianta sofferente, fino a farla deperire completamente. Se poste in posizioni poco arieggiate e molto umide le Alstroemerie tendono ad essere colpite dall'oidio, che ne deturpa le foglie. Contro questo fungo Ŕ opportuno effettuare trattamenti a base di rame e zolfo ed evitare il ristagno idrico del terreno. In ogni caso questo fungo attacca in periodi con minime basse ed elevata umiditÓ: se si verificano condizioni del genere conviene effettuare trattamenti preventivi. Le piante di Alstroemeria si pongono a dimora in posizione soleggiata o semi ombreggiata; se poste in zone molto buie tendono a non fiorire.



COMMENTI SULL' ARTICOLO