Ciliegio giapponese

Quanto innaffiare

Il ciliegio ornamentale da coltivazione va messo a dimora soprattutto in autunno, quando le condizioni sono favorevoli. Il terreno utilizzato invece deve essere ben drenante, perché questa pianta teme fortemente i ristagni idrici, causa di marciume radicale e veicolo di malattie. Le irrigazioni devono essere ben equilibrate e distribuite nel tempo, in quanto sia la siccità che l'abbondanza di acqua possono limitare o danneggiare la fioritura. L'acqua d'irrigazione, inoltre, deve avere una temperatura non troppo differente rispetto a quella dell'ambiente o dell'albero, in quanto sbalzi di temperatura troppo accentuati possono causare shock termici potenzialmente dannosi. Nel periodo invernale, dove le piogge sono abbondanti, non è necessario irrigare, mentre in estate, con periodi di caldo prolungati, l'irrigazione è fondamentale almeno una volta a settimana.
Ciliegio giapponese

Plant Theatre - Bonsai Trio, Kit per la Coltivazione di 3 Bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,79€
(Risparmi 4,2€)


Cure da fornire

Fiori ciliegio È opportuno che il terreno di coltivazione del ciliegio giapponese sia non troppo calcareo, il che potrebbe favorire la comparsa di secrezioni gommose; per il resto, non vi sono particolari esigenze di terreno. È inoltre importante che il terreno non sia eccessivamente compatto, dato che questa caratteristica potrebbe ostacolare la crescita delle radici. La pianta non tollera molto bene temperature basse, per questo è sconsigliato coltivarla al di sopra dei 1000 metri di altitudine; inoltre, potrebbe essere facilmente danneggiata dalle raffiche di vento, che causa la caduta dei fiori, per questo è importante collocarla in zone non troppo ventilate. Richiede inoltre molte ore di esposizione alla luce solare diretta, ma tollera anche zone in semiombra (in questo caso la produzione di fiori sarà più limitata).

  • Ciliegio in fiore Il ciliegio appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Cerasus; le specie più importanti sono il ciliegio dolce, il più coltivato, e quello ac...
  • fioriciliegio1 Tutti i fiori usati a scopo ornamentale sono bellissimi, ma quello di ciliegio ha qualcosa in più, un fascino particolare indescrivibile , che vale la pena ammirare nei parchi pubblici o nei giardini ...
  • ciliegio innestato La tecnica dell’innesto è una tecnica importantissima nell’ambito del giardinaggio, e dev’essere conosciuta ed abbastanza padroneggiata per toglierci qualche piccola ma bella soddisfazione anche nel n...
  • Operazione di messa a dimora La messa a dimora della pianta di ciliegio va effettuata nel periodo in cui la pianta è a riposo, e cioè tra l'autunno inoltrato e la fine dell'inverno. La scelta del periodo giusto permette alla pian...

Vendita calda! 10 PCS Red ciliegio giapponese Semi Cortile Giardino Bonsai Semi Piccolo Sakura albero Semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come concimare

Fertilizzante organico granulare Essendo una pianta molto rustica ed in grado di adattarsi a quasi tutte le qualità di terreno, quando è adulta non necessita di concimazioni; tuttavia, per una produzione di fiori e frutti più rigogliosi, è consigliato fertilizzare la pianta con dello stallatico maturo (bovino o equino) o con dell'humus particolarmente ricco in azoto. Gli interventi di fertilizzazione dovrebbero essere attuati una volta l'anno nel periodo autunnale, utilizzando del concime a lenta cessione, in modo da proteggere la pianta contro le gelate invernali e garantire la giusta quantità di sostanze nutritive per la fioritura primaverile. Per le piante da poco messe a dimora, il discorso è molto differente in quanto la concimazione è fondamentale: è necessario infatti fertilizzare il terreno più volte durante l'anno, utilizzando uno stallatico maturo che migliori il drenaggio del terreno.


Ciliegio giapponese: Malattie e parassiti

Parassiti piante rosacee I parassiti più comuni che attaccano il ciliegio giapponese sono afidi e cocciniglie, che possono essere trattati, in caso di attacco, con dei prodotti antiparassitari; esistono inoltre delle cure preventive, da mettere in atto in inverno, che limitano la comparsa primaverile di questi insetti. Un altro insetto molto dannoso per il ciliegio, che compare tra maggio e luglio, è la mosca delle ciliegie: durante il periodo di fertilità, questo insetto depone le uova all'interno del frutto; una volta che le uova si saranno schiuse, gli insetti si ciberanno della polpa, danneggiando fortemente il raccolto. La mosca delle ciliegie può essere facilmente eliminata con l'impiego di antiparassitari naturali, tra cui l'infuso di assenzio. Tra le malattie di origine fungina, il corineo è molto pericoloso: provoca la comparsa di punti neri sugli organi vegetativi fino a farli staccare dalla pianta. Il corineo può essere trattato con appositi prodotti antifungini.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO