Corbezzoli

Caratteristiche principali

I Corbezzoli vengono definiti ericacee arbustive ma possono anche raggiungere le dimensioni di piccoli alberi. Sono caratteristici della macchia mediterranea e si trovano molto spesso poco sopra i confini del litorale marino e anche nelle zone collinari. In Italia sono presenti sui Colli Euganei e sulle prime pendici appenniniche che dalla Liguria e dalle Marche si estendono per tutta la penisola. I Corbezzoli prediligono i luoghi secchi e aridi e sono presenti in tutto il settore occidentale dell'Europa fino all’Irlanda. Possono raggiungere un'altezza massima di 10-12 metri sono piante molto ramificati, con foglie alterne o sparse, picciolate, persistenti, coriacee, verdi scure e lucide di sopra. Questa specie è molto resistente alla siccità se viene coltivata in giardino, quindi va irrigata pochissimo. Nel caso della coltivazione in vaso gli apporti d'acqua sono più frequenti, tanto che in estate ogni 3-4 giorni bisogna innaffiare l'esemplare.
Coltivazione corbezzolo

Pianta di corbezzoli Albero corbezzolo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,38€


Come coltivare

Rami corbezzolo frutti I Corbezzoli sono coltivati sia come piante ornamentali che per i loro frutti: infatti possiedono meravigliosi fiori bianchi, riuniti in grappoli ascellari. La fioritura va da settembre a dicembre, mentre i frutti, che maturano nell'estate successiva, sono drupe carnose di 1-2 cm di diametro. Sono di colore rosso, eduli e molto decorativi anche perché persistono a lungo sull'albero. Il legno è duro, pesante, compatto, omogeneo e ha un colore molto apprezzato. La coltivazione dei Corbezzoli può avvenire in giardino oppure in vaso: in quest'ultimo caso le tecniche culturali sono leggermente più impegnative perché la pianta non può trarre acqua e sostanze nutritive da un'ampia area di suolo. Inoltre è necessario effettuare frequenti interventi di potatura per far assumere all'esemplare un portamento ad alberello.

  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Una pianta di corbezzolo Il suo nome botanico è Arbutus unedo e fa parte della famiglia delle Ericaceae: la pianta di corbezzolo è un albero o un arbusto sempreverde originario dell’Irlanda e di tutti i paesi del bacino del M...
  • Una pianta di corbezzolo Sebbene sia una pianta molto resistente, il corbezzolo è spesso soggetto agli attacchi di diverse malattie che, se non curate tempestivamente, potrebbero danneggiarlo e addirittura causarne la morte. ...
  • Fiori e frutti di Corbezzolo Comunemente detto Corbezzolo, la pianta di Arbutus unedo è originaria del continente europeo e appartiene alla famiglia delle Ericaceae. Si caratterizza per il portamento principalmente arbustivo ma p...

CONCIME A BASE DI FERRO CHELATO SEQUELANE FE 64.8 IN CONFEZIONE DA 1 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,9€


Il terreno e le tecniche di concimazione

Rami verdi pianta albatro Se i Corbezzoli vengono coltivati in vaso è necessario avere un contenitore profondo almeno 40 cm; quindi si stende dell'argilla espansa per drenare efficacemente il terreno. Il terriccio ideale è quello specifico per azalee oppure per agrumi in quanto queste specie sono dotate di esigenze analoghe. Infatti i Corbezzoli prediligono un pH acido per svilupparsi in maniera ottimale. Sempre quando si coltivano gli esemplari in vaso è necessario curare con attenzione la concimatura: in modo parte si deve garantire un buon apporto di azoto e potassio, utilizzando prodotti appositi. Si consiglia di sciogliere i concimi nell’acqua usata per l'irrigazione e di somministrarli in questo modo. Nel caso di una coltivazione in giardino si deve effettuare all'inizio del periodo primaverile una leggera potatura, così da migliorare la fioritura.


Corbezzoli: Alcune considerazioni

Alberi corbezzolo Il corbezzolo è un’elegantissima pianta ornamentale, molto amante della luce, ma anche capace di adattarsi a posizioni un poco ombreggiate. Dato che alla fine dell'autunno sono presenti sulla pianta sia i fiori bianchi dell'annata che i frutti rossi dell'anno precedente oltre alle foglie verde lucido, la pianta è stata indicata come simbolo della bandiera italiana. Bisogna tenere a mente che i Corbezzoli hanno fiori profumatissimi, capaci di attirare api e farfalle: queste ultime sono solite deporre le proprie uova sulle foglie della pianta, quindi è necessario prestare attenzione ai bruchi che possono danneggiare le parti verdi degli esemplari. Inoltre in autunno sono molti gli uccelli che cercano di nutrirsi dei frutti: in questo caso è necessario mettere a punto alcune protezioni per salvaguardare la resa del corbezzolo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO