Limone meyer

Limone meyer origini e caratteristiche

Il nome botanico del limone meyer è Citrus Lemon Meyer: si tratta di un arbusto sempreverde nato dall’incrocio tra un limone e un’arancia dolce. In realtà, non è un esperimento di laboratorio, ma una specie nata in modo naturale e scoperta a inizio ‘900 in Cina. È una pianta molto bella da vedere, infatti viene coltivata anche solo a scopo decorativo; tuttavia, i suoi frutti sono preziosi e non vanno sottovalutati: sono molto simili a dei normali limoni nella loro forma, ma il colore invece ricorda quello dell’arancia. Hanno una buccia fina, sono commestibili e sono anche molto buoni perché, a differenza dei limoni che tutti conoscono, questi sono molto più dolci e non hanno quel caratteristico sapore aspro. Un’altra particolarità positiva è la produzione di fiori e frutti, che è continua, per tutto l’anno: i fiori sono appariscenti, riuniti in grappoli di color violetto oppure striati bianchi e viola, mentre le foglie sono di un verde scuro intenso e lucente.
Una pianta di limone meyer

1 PIANTA DI LIMONE MEYER IN VASO 20CM CITRUS MEYERI agrumi orto giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,9€


Limone meyer coltivazione

Un <em>limone meyer</em> coltivato in vaso Il limone meyer è un arbusto che non si sviluppa moltissimo in larghezza, mentre in altezza raggiunge massimo i quattro metri. È dunque adatto ad essere coltivato in terra, come esemplare singolo o magari per formare delle siepi colorate e vivaci, oppure in un vaso; come per molte piante da frutto, il periodo ottimale per metterlo a dimora è la primavera. Il limone meyer preferisce posizioni soleggiate, ma non tollera né temperature troppo alte, né temperature troppo basse: il suo clima ottimale è mite, dunque se lo coltiviamo in vaso in inverno è meglio metterlo al riparo, soprattutto se c'è il rischio di gelate notturne. Se invece la coltiviamo a terra, quando la pianta è ancora giovane va comunque coperta con un tessuto specifico. Il terreno ideale per questo limone è sempre umido ma sempre privo di ristagni d’acqua.

    6 PIANTE DI DIPLADENIA ROSA VASO 14CM SEMPREVERDI E RAMPICANTI MANDEVILLA

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 39€


    Limone meyer cure

    Il frutto del limone meyer Il limone meyer va annaffiato molto spesso solo quando è ancora una pianta giovane, oppure quando è coltivato in vaso. Altrimenti le irrigazioni devono essere sporadiche, più frequenti solo nel caso in cui ci sia un caldo torrido in estate. Per coltivarlo in vaso, bisogna ricordarsi di scegliere un recipiente non troppo grande rispetto alle dimensioni della pianta: il terriccio va preparato con torba, humus e un po’ di sabbia che aiuti il drenaggio dell’acqua in eccesso. Ogni quattro anni bisogna cambiare vaso per permettere alla pianta di rigenerarsi. Come tutte gli altri agrumi, anche il limone meyer è spesso oggetto di attacchi da parti di cocciniglia, ragni rossi e mosche bianche: la pianta va sempre tenuta d’occhio perché in caso di attacco bisogna intervenire con un prodotto specifico, che non sia però troppo aggressivo, altrimenti rischiamo di non poter più gustare i buonissimi frutti.


    Limone meyer curiosità

    I fiori del limone meyer Il limone meyer è un ibrido naturale nato in Cina ma è stato scoperto e soprattutto esportato all’estero dal botanico Frank Nicholas Meyer: era un impiegato del Ministero dell’Agricoltura americano e fu mandato in Asia proprio a raccogliere campioni di specie sconosciute oltreoceano, comprese le piante da frutto, molto di moda in quel periodo. Fu così che nel 1908 portò negli Stati Uniti un esemplare di questo particolare limone, che suscitò subito un grande interesse e si diffuse rapidamente, sia come pianta da coltivare, sia come frutto da mangiare. Negli States questo agrume è diventato un ingrediente pregiato, usato dai più famosi chef del paese per realizzare soprattutto creme e dolci. In Cina, invece, il limone meyer è usato per lo più a scopo ornamentale, perché comunque è una bella pianta, colorata e profumata per tutto l’anno.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO