Papiro pianta

Il Papiro pianta acquatica

Conosciuto comunemente con il nome di Papiro, il Cyperus papirus è una pianta sempreverde, appartenente alla famiglia delle Cyperacee che comprende centinaia di specie e varietà differenti. Vegetali originari dell'Africa e diffusi in tutto il bacino mediterraneo, sono piante palustri che crescono spontaneamente nelle zone umide e temperate. Hanno radici rizomatose e sono prive di ramificazioni, infatti, si compongono da fusti singoli, eretti, lunghi e sottili. All'apice di ognuno si trovano le cosiddette brattee ad ombrello, arcuate e di forma lanceolata, caratterizzano l'intero aspetto del Papiro pianta acquatica, coltivata a scopo ornamentale. Durante la stagione estiva, nei mesi di luglio e settembre, produce all'estremità dei fusti, delle infiorescenze a spiga di colore giallo chiaro.
Varietà della pianta di Papiro

Papiro - Albero Artificiale Da Arredo Interno - Alto 180 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 189,99€


Coltivazione della pianta di Papiro

Infiorescenze della pianta di Papiro Il Papiro pianta mediterranea sempreverde, può essere coltivata sia in piena terra che in vaso. Preferisce climi temperati ma resiste anche al freddo che però causa, il disseccamento della parte aerea che tornerà a germinare con l'arrivo della primavera. Sono piante acquatiche che hanno costante bisogno di umidità, non temono i ristagni idrici e possono essere coltivate vicino a laghetti e stagni, senza grandi difficoltà. Crescono sia in zone soleggiate che a mezz'ombra, un terriccio mescolato con della sabbia aiuta lo sviluppo dell'imponente apparato radicale. Gli esemplari di Papiro non sopportano i periodi siccitosi e un'adeguata umidità atmosferica garantisce una crescita rigogliosa. Dalla stagione primaverile a quella autunnale, è opportuno somministrare periodicamente del concime organico.

    Fiori d'ibisco secchi, Bissap Karkadè 1 kg Biologico

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,9€


    Propagazione del Papiro pianta acquatica

    Fogliame di Papiro pianta acquatica Per ottenere semplicemente e velocemente, nuove piante di Papiro il metodo è quello della divisione dei rizomi. L'intervento può essere effettuato dal mese di aprile a quello di agosto. Le porzioni ottenute vanno piantate direttamente in contenitori singoli, semi sommersi d'acqua, composti da terriccio e sabbia. Un'altra tecnica per propagare il Papiro pianta erbacea sempreverde, è attraverso il taleaggio. Occorre tagliare un fusto e accorciare le dimensioni di un terzo, mantenendo compresa l'estremità. Le brattee devono essere ridotte a tre, quattro centimetri di lunghezza, la talea ottenuta va riposta a testa in giù, dalla parte del ciuffo di foglie, ed immersa nell'acqua. La temperatura non deve andare al di sotto dei venti gradi. Dopo qualche tempo, si sviluppa il nuovo apparato radicale delle piante di Papiro e possono essere messe a dimora.


    Le diverse specie e varietà delle piante di Papiro

    Varietà di Cyperus papyrus Tra le specie più diffuse e impiegate a scopo ornamentale c'è la pianta di Cyperus alternifolius. Produce fusti lunghi anche un metro e mezzo e si adatta facilmente alla coltivazione in giardino nelle zone temperate e riparate. Una delle sue varietà selezionate geneticamente è il Cyperus alternifolius Variegatus, striature bianche caratterizzano sia i fusti che le brattee. La specie denominata Cyperus papyrus, rappresenta il comune papiro coltivato fin dall'antichità dagli egiziani. I fusti possono crescere fino a due o tre metri di altezza e le brattee sono a forma di ombrella, con infiorescenze globose ed elementi arcuati, lunghi trenta centimetri. Pianta rustica e perenne è il Cyperus longus, robusta e resistente ha il fogliame di colore verde scuro e produce infiorescenze piumose nei toni rossastri.



    Guarda il Video
    • pianta papiro Viene chiamata comunemente papiro una pianta erbacea appartenente al genere delle cyperacee, il cui nome botanico è cype
      visita : pianta papiro

    COMMENTI SULL' ARTICOLO