Peonia erbacea

vedi anche: Peonia

Caratteristiche e origini della peonia erbacea

La peonia erbacea è una pianta appartenente al genere delle Peoniacee. Si tratta di una pianta perenne, con foglie caduche e fiori di grandi dimensioni, solitamente molto colorati. La peonia erbacea è originaria dell'emisfero boreale e per lo più è utilizzata come pianta ornamentale, spesso con lo scopo di formare delle aiuole. In alternativa, la pianta può essere coltivata in vaso. Sempre per quanto concerne la coltivazione, non sono richieste particolari cure, poiché la pianta si dimostra abbastanza resistente sia al freddo che al caldo. La fioritura della peonia erbacea avviene da metà aprile agli inizi di luglio. Quando ben sviluppata, la pianta regala un impatto visivo assai piacevole. In Italia la peonia erbacea non è molto diffusa, sebbene si adatti perfettamente al clima italiano.
Peonia erbacea fiorita

Abelia Variegata Bianco Verde Pianta in vaso di Abelia Variegata Bianco Verde - 40 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,39€


Esposizione e coltivazione della peonia erbacea

Peonia erbacea Coral Charm Come detto in precedenza, la peonia erbacea non ha bisogno di particolari cure per sopravvivere. Per sviluppare una fioritura di buon livello, però, sono richieste maggiori attenzioni. La pianta predilige l'esposizione ai raggi diretti del sole, adattandosi discretamente alla penombra. Per quanto concerne le operazioni di innaffiatura, si consiglia di non abbondare e di prestare molta attenzione affinché non si creino dei pericolosi ristagni d'acqua, pericolosi per le radici. Nei periodi più torridi è opportuno incrementare le dosi di acqua, non esagerando e limitandosi a mantenere umido il terriccio. Per ottenere una ricca fioritura è consigliato concimare il terreno almeno una volta al mese, soprattutto durante il periodo estivo, utilizzando un tipo di concime neutro e privo di sostanze calcaree.

    Blumfeldt Dreamhouse luci illuminazione natalizia (catena luminosa da 8 metri, 160 LED, cavo da 6 metri, effetto snow motion, IP44, per interni ed esterni) - bianco freddo

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 52,99€


    Piantatura e rinvaso delle peonie erbacee

    Peonie coltivate in vaso Il periodo migliore per effettuare la piantatura delle peonie erbacee è l'autunno, in modo tale da consentire alla pianta di ramificare prima dell'inizio della fase vegetativa. Per crescere correttamente, la peonia erbacea predilige i terreni a base argillosa e ben drenati. La pianta richiede, inoltre, spazi abbastanza ampi e soffre la presenza di altre radici situate nelle strette vicinanze. Nel caso in cui la peonia erbacea sia coltivata in vaso, dopo alcuni anni dalla piantatura potrebbe smettere di fiorire, per cui è suggerito effettuare un rinvaso ogni due anni, cambiando totalmente il substrato e sostituendo il vaso. Il composto più consigliato da utilizzare deve essere formato prevalentemente da terriccio universale, arricchito da sabbia, da torba e da fertilizzanti di tipo organico.


    Peonia erbacea: Moltiplicazione della peonia erbacea

    Peonie erbacee in coltivazione Il metodo più diffuso per moltiplicare le peonie erbacee è la talea. Per attuarlo, occorre prelevare dalla pianta un rametto della lunghezza di circa dieci centimetri e farlo radicare tramite dei prodotti a base di ormoni rizogeni. A seguito della radicazione, è necessario inserire le talee dentro dei piccoli contenitori con all'interno del terriccio universale, lasciandole crescere per sei mesi. Una volta sviluppate correttamente, le piante sono pronte a essere interrate. Un altro sistema per moltiplicare le peonie erbacee è l'utilizzo dei semi. Lo svantaggio di questa procedura consiste nei lunghissimi tempi di attesa: per completare la germinazione sono necessari circa due anni, mentre per ottenere la fioritura si deve attendere un periodo di almeno otto anni dal giorno della semina.


    • peonia erbacea Ho una peonia "festiva maxima" da tre anni. Cresce bene ma fiori nulla. Quest'anno vedo tanti boccioli piccoli ma sono c
      visita : peonia erbacea

    COMMENTI SULL' ARTICOLO