Pianta palma

Pianta palma origini

Il nome botanico della palma è arecacea e fa parte delle arecales. È una grandissima famiglia di piante che comprende oltre duecento specie, dalle quali si diramano poi oltre 2500 varietà diverse. Pochi lo sanno, ma in realtà palma è un termine generico che non indica solo una pianta, bensì una miriade di piante diverse e dalle differenti caratteristiche. In ogni caso, in generale si può dire che la palma è una pianta originaria di tutte le zone tropicali e subtropicali del mondo, ossia alcune zone dell’Asia, dell’Africa e dell’Oceania. Si tratta di piante di grandi dimensioni e possono raggiungere diversi metri di altezza: sono perenni e hanno un fusto dal quale partono grandi e lunghe foglie, tra le quali poi nascono sia fiori maschili che fiori femminili. Nel deserto le radici delle palme possono raggiungere fino a cento metri di profondità per cercare l'acqua di cui hanno bisogno.
Piante di palme su una spiaggia

Closer to Nature (Pianta) Pianta Artificiale di seta e gamma Albero Albero di Palma Areca, colore verde, verde, 182 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 98,58€


Pianta palma caratteristiche

Palme da dattero La fioritura di ogni pianta di palma produce un solo ovario che può in genere portare un solo ovulo, dal quale poi nascerà un’infiorescenza chiamata spadice e formata da tanti fiori raggruppati in una grande pannocchia. Le piante giovani hanno delle brattee che formano la spata, un involucro che protegge il fiore, ma gli esemplari adulti ne sono privi. Ogni tipo di palma ha i frutti di tipo diverso: possono essere bacche, come nel caso della palma da dattero, oppure noci, come la palma da cocco. All’apice del fusto della palma e alla base dei rami c’è un tocco di legno chiamato in molte regioni karnaf o karnef, molto usato per costruire oggetti o mobili in tantissimi paesi, come ad esempio in Marocco. anche in altre zone del mondo la palma viene usata in diversi modi: in alcune isole tropicali, ad esempio, le foglie vengono usate per costruire i tetti di tende e palafitte.

  • Pianta di Palma da Cocco La palma da cocco appartiene alla famiglia delle Arecacee o Palmecee, al genere Cocos ed alla specie nucifera. È un albero di grosse dimensioni, avente un fusto colonnare e slanciato alto anche oltre ...
  • Palma da dattero La palma da dattero appartiene alla famiglia delle Arecacee o Palmacee, al genere Phoenix ed alla specie dactylifera. È un albero con un fusto, o stipite, molto slanciato, alto fino a 30 m e vistosame...
  • Pachypodium Tra le piante grasse diffuse in tutto il mondo per il loro potenziale decorativo, il pachypodium è forse quella di maggiore impatto, per via delle sue ampie dimensioni. La sua provenienza è rivelata g...
  • Una palma nana in natura La palma nana è una pianta sempreverde, caratterizzata da un apparato radicale robusto e da un fusto eretto alla cui cima si forma il caratteristico ciuffo di foglie. Il fusto forma, con il tempo, nuo...

1 PIANTA DI CHAMAEROPS HUMILIS IN VASO 15CM sempreverdi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Palma pianta varietà

Una palma da noci di cocco Quando decidiamo di piantare nel nostro giardino una pianta di palma bisogna cercare la varietà più adatta ai nostri gusti e alle nostre esigenze, anche se ovviamente non tutte si trovano in commercio perché sono davvero tantissime. La più comune nelle nostre zone è la palma della varietà chiamata chamaerops humilis, una specie considerata nana, anche se in realtà può raggiungere i due metri. Spesso cresce spontaneamente in alcune zone tropicali, dove diversi esemplari crescono vicini e formano un grande cespuglio molto decorativo per un giardino. Questa specie è una delle poche rinvenute in Europa sin dall’antichità. Poi tra le più diffuse ci sono la phoenix dactilifera e la cocos nucifera. Come i nomi suggeriscono, la prima è quella che produce i datteri, mentre la seconda quella che produce noci di cocco. La prima è originaria dell’Africa del nord, dove è molto coltivata proprio per la produzione dei gustosi frutti. La seconda è originaria dell’Asia anche se ormai si trova ovunque e produce le noci di cocco, che in realtà, non sono frutti bensì semi della pianta.


Pianta palma coltivazione

Diversi esemplari di palme in un parco Per installare nel proprio giardino una pianta di palma conviene rivolgersi a vivai specializzati, viste le dimensioni imponenti della pianta. In ogni caso, per coltivarla bisogna sapere che l’esemplare va posizionato in un’area riparata e rivolta verso sud, affinché riceva direttamente i raggi del sole per tante ore al giorno, quante più possibile, anche in inverno. L’importante è che si evitino zone esposte a correnti fredde; il terreno deve essere umido in profondità perché le radici hanno bisogno d’acqua sul fondo, mentre sul colletto devono essere asciutte. Per questo motivo conviene aggiungere nel substrato dei materiali come l’argilla che favoriscano il drenaggio. La buca che accoglierà la zolla della palma deve essere molto grande; durante il primo periodo le annaffiature devono essere frequenti e abbondanti, facendo attenzione che però l’acqua non ristagni alla base del fusto, altrimenti si rischia il marciume del collo delle radici. D’inverno se fa molto freddo è meglio coprire il tronco e le foglie con un tessuto specifico.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO