Piantare lavanda

vedi anche: Lavanda

Piantare la lavanda: botanica, habitat e varietÓ

La lavanda Ŕ una pianta erbacea sempreverde appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Il suo fusto, eretto e ramificato, raggiunge altezze massime di mezzo metro. Presenta una corona folta, dovuta all'accentuata ramificazione, ricca di fiori violacei raggruppati in spighe. Le foglie, di colore verdastro, si sviluppano simmetricamente lungo lo stelo.Piantare la lavanda Ŕ un procedimento applicabile ad un ampia varietÓ di ecosistemi, trattandosi di una pianta resistente anche alle condizioni climatiche pi¨ avverse, a meno di gelate eccessivamente forti.La lavanda cresce forte e rigogliosa se ben esposta alla luce solare in zone ventilate e non eccessivamente piovose, in quanto i ristagni di acqua possono danneggiare l'arbusto.Esistono pi¨ di quaranta cultivar diverse di lavanda, tutte accomunate dalla loro resistenza alle avversitÓ meteorologiche e la possibilitÓ di crescere in condizioni idriche carenti.
Campo di lavanda

Bonsai taglia incolla per alberi a foglie caduche - gm 160

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,74€


Piantare lavanda: coltivazione, irrigazione

Coltivazione campo di lavanda Seminare la lavanda non richiede la concimazione del terreno prima della messa a dimora ma si pu˛ comunque aiutare lo sviluppo della pianta inserendo alcune pietre ghiaiose all'interno del buco scavato nel terreno in cui si vuole piantare la lavanda: le pietre migliorano il drenaggio del terreno evitando i ristagni di acqua.Alcune ore prima di mettere a dimora la pianta Ŕ bene lavare la lavanda, in modo da assicurare l'idratazione delle radici, e eliminare un p˛ di foglie dal fusto, in modo da garantire una migliore circolazione di aria al fine di aiutarne la crescita.Le radici devono essere ben pulite in modo che una volta messa a dimora la pianta, le radici siano a diretto contatto col nuovo terreno. Se si Ŕ interessati a coltivare pi¨ piante Ŕ consigliabile prevedere almeno novanta centimetri di spazio tra una pianta e l'altra in modo da favorire la penetrazione luminosa e la circolazione di aria.L'irrigazione non deve essere frequente e bisogna avere l'accortezza di procedere all'innaffiatura successiva solo quando il suolo risulta ben asciutto.

    PIANTA ALBERELLO DA FRUTTO ALBERO DI GELSO NERO 144.2

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,9€


    Piantare lavanda: potatura, infestazione, raccolta

    Raccolta della lavanda Se seminare la lavanda richiede qualche accorgimento, anche la cura della pianta non Ŕ da meno.La lavanda andrebbe sfrondata almeno una volta all'anno ad inizio primavera, eliminando almeno un terzo del fogliame cresciuto sul fusto, in modo da incoraggiare la fioritura nel mese di aprile.Un'altra accortezza potrebbe essere quella di disporre della ghiaia alla base della pianta in modo da dare protezione nei mesi invernali e prevenire la crescita di erbe infestanti.L'utilizzo di compost una volta all'anno aiuterÓ a mantenere la pianta rigogliosa in ogni stagione.Le proprietÓ aromatizzanti della lavanda possono essere maggiormente apprezzate durante l'apertura dei boccioli, periodo in cui Ŕ possibile provvedere alla raccolta dei fiori profumati: il taglio deve essere effettuato alla base dello stelo.


    Lavanda: proprietÓ terapeutiche e usi

    Mazzo di lavanda La lavanda vanta un ampio utilizzo in campo omeopatico ed erboristico, grazie alle sue diversificate proprietÓ terapeutiche.Viene utilizzato in molte preparazioni come antidolorifico per i dolori stagionali. Risulta un adiuvante efficace nell'ipertensione, agendo da vasodilatatore. Spesso viene assunto per ridurre i problemi digestivi. La pianta di lavanda vanta infine proprietÓ antiemetiche, antibatteriche, sedative e antinevralgiche.In campo profumeristico, la lavanda viene largamente utilizzata come olio essenziale, il quale viene spesso aggiunto nella vasca da bagno per indurre rilassamento.I fiori essiccati di lavanda vengono da sempre posti nei cassetti della biancheria e utilizzati come deodoranti: per ottenere i fiori essiccati legare un centinaio di fiori appena raccolti con una fascia e appendere il mazzo rivolto verso il basso per circa due settimane in un luogo secco e asciutto.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO