Cactus piante grasse

Cactus piante grasse, il genere Astrophytum

Appartenenti alla famiglia delle Cactaceae sono diverse le specie comprese nel genere denominato Astrophytum, originarie del Messico. Molto apprezzate dagli appassionati, queste piante grasse hanno un fusto globoso, diviso in sezioni e si caratterizzano per le numerose puntinature bianche, in rilievo che si distribuiscono sull'intera superficie di colore verde scuro. Tra le specie più diffuse in commercio c'è l'Astrophytum miriostigma dotato di areole pelose, è privo di spine. Vegetali che temono assolutamente i ristagni idrici delle irrigazioni, vengono coltivati in ambienti interni e vanno protetti dalle temperature inferiori ai cinque gradi. Il terreno deve essere ben drenato, composto da terriccio da giardino, sabbia e ghiaia. Nelle zone dal clima mite possono vivere all'aperto in primavera e in estate. Prediligono le esposizioni molto soleggiate e le irrigazioni sono sporadiche durante il ciclo vegetativo.
Esemplare in fiore di Astrophytum myriostigma

PIANTE GRASSE VERE ASSORTITE DA 20 PZ DIAMETRO 5.5 MONDONATURA SRL

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24€


Piante grasse, le specie dette Ancistrocactus

Pianta grassa di Ancistrocactus tobuschiiIl genere di Ancistrocactus comprende poche specie appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, originarie dei territori dell'Ameria centrale. Dall'aspetto globoso questi cactus con il tempo tendono ad allungare e non emettono ramificazioni. Il fusto di colore verde-azzurro è ricoperto di tubercoli da cui dipartono molte spine di forma uncinata che tendono a ricoprire la superficie degli esemplari di Ancistrocactus. Con l'arrivo della stagione primaverile producono all'estremità piccoli fiori di colore rosso, giallo e verde. Non temono le fredde temperature e se ben riparati dalle correnti possono vivere all'aperto. Prediligono i terreni molto ben drenati, sciolti composti da torba e sabbia grossolana. L'esposizione è luminosa ma non troppo soleggiata, le irrigazioni sono sporadiche in primavera e in estate mentre vengono sospese del tutto in autunno e in inverno.

  • Pianta grassa di Rhipsalis Il genere di piante grasse cactus conosciuto con il nome di Rhipsalis appartenente alla famiglia delle Cactaceae, comprende diverse specie ed è originario del continente americano centro-meridionale e...

Growth Technology - MDCAF2 - Cactus Focus, Miscela per il rinvaso di cactus e piante grasse, 2 l

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Cactus piante grasse, il genere Cereus

Fiori della pianta di Cereus Originarie del continente americano sono diverse le specie comprese nel genere conosciuto con la denominazione di Cereus. Appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, queste piante grasse si caratterizzano per il portamento cilindrico del fusto, verde scuro. Le costolature suddividono la superficie e sono dotate di areole da cui dipartono piccole spine. Crescendo sviluppano delle ramificazioni che ricordano le forme di un candelabro, in zone dal clima temperato possono vivere in piena terra, senza difficoltà. Le piante più vetuste producono fiori in estate che si dischiudono durante la notte. Possono essere di colore bianco e rosa, delicatamente profumati in alcune varietà. Non richiedono eccessive attenzioni colturali, hanno bisogno di un terriccio mescolato con della sabbia grossolana e prediligono le esposizione molto soleggiate. Le irrigazioni sono frequenti in primavera e in estate mentre vengono sospese in autunno e in inverno.


Piante grasse, il genere denominato Browningia

Fiore della pianta grassa di Browningia Sono una decina le specie comprese nel genere detto Browningia, originarie dell'America meridionale e appartenenti alla famiglia delle Cactaceae. Il portamento di questi vegetali è eretto, i fusti hanno un aspetto colonnare e sono suddivisi da costolature di colore verde-azzurro. Le areole si distribuiscono verticalmente e contengono diverse spine acuminate. Crescendo dal fusto si sviluppano nuove ramificazioni, questi cactus sono piante grasse che vengono coltivate in vaso o in piena terra, nelle zone dagli inverni temperati. Il periodo della fioritura è in estate, i fiori sbocciano di notte, di forma tubolare possono essere bianchi o rosa. Prediligono i terreni molto calcarei ma soprattutto ben drenati, le esposizioni devono essere soleggiate. In primavera e in estate le irrigazioni sono regolari ma non troppo abbondanti.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO