Concimazione piante grasse

Sostante nutritive

Le piante grasse sono molto resistenti e in grado di adattarsi ai climi e alle condizioni ambientali più estreme: per questo si può essere portati a pensare che esse richiedano poche cure e attenzioni e che non abbiano bisogno di concime. In realtà, sebbene possano sopravvivere anche in condizioni avverse, le piante grasse possono mostrare notevoli differenze e miglioramenti se concimate a dovere. Il terreno in questo modo può venire arricchito di tutte le sostanze nutritive necessarie allo sviluppo della pianta e alla sua fioritura, che avviene soltanto quando le condizioni di coltivazione sono davvero buone. Le sostanze nutritive di cui le piante grasse hanno maggiormente bisogno sono l'azoto, il potassio, il calcio e il fosforo: la migliore composizione però non è sempre uguale e sarà da valutare tenendo conto delle caratteristiche della pianta e del terreno, per arricchirlo degli elementi specifici necessari per la pianta e non già presenti in grandi quantità. L'obiettivo sarà quello di creare un substrato equilibrato, utile per lo sviluppo verde.
Concimazione piante grasse

Compo - Cactea 5 Lt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,5€


Come concimare

Concimazione piante grasse La concimazione è un'operazione delicata: se, da una parte, l'apporto di sostanze nutritive nel terreno non può che fare bene, dall'altra se il concime non si distribuisce a dovere e restano concentrazioni troppo elevate dei singoli elementi in superficie o in una ristretta porzione di terreno, l'operazione può risultare più dannosa che positiva. L'ideale è optare per un concime liquido, che possa essere unito all'acqua di annaffiatura: in questo modo, complice il terreno ben drenante necessario a favorire la corretta crescita della pianta e porla al riparo dal rischio di ristagni idrici, il concime potrà scorrere in profondità nel terreno raggiungendo più facilmente le radici, senza permanere per troppo tempo a livello superficiale e senza creare concentrazioni troppo elevate di elementi importanti, ma da dosare con attenzione.

  • piantegrasse Con il termine piante grasse si indicano delle specie vegetali in grado di immagazzinare grandi quantità di acqua e di utilizzarle in periodi di grande siccità. Queste piante, in realtà, non si chiama...
  • Adenium L'adenium è una pianta particolarmente indicata per la coltivazione in appartamento, in quanto di notevole effetto decorativo e sensibile alle temperature troppo rigide. La principale particolarità de...
  • Sedum Il sedum è una pianta grassa diffusa prevalentemente nell'emisfero meridionale dalle caratteristiche estremamente variegate: sotto tale definizione rientra infatti un numero estremamente elevato di sp...
  • Lithops Le piante grasse hanno grande fascino e all'interno di questa ampia categoria rientrano specie vegetali dalle più curiose caratteristiche. Non fanno eccezione le lithops, note anche con il nome di pie...

Tropica - Rose di Jericho (Selaginella lepydophylla) - 3 tuberi XL in confezione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,95€


Concimazione piante grasse: Quando concimare

Concimazione piante grasse La concimazione, in particolare, è utile per arricchire il terreno nel periodo in cui le piante hanno maggiormente bisogno di nutrimento: tale periodo corrisponde a quello di maggiore sviluppo della pianta grassa e della fioritura. Solitamente, la ripresa del ciclo vegetativo avviene con l'arrivo della primavera o l'estate: le concimazioni proseguiranno per tutto questo periodo, fornendo nutrimento alla pianta fino a quando non sarà pronta a tornare in riposo vegetativo. Le concimazioni dovranno tenere conto anche dell'età della piantina, ricordando che le piante grasse hanno bisogno di maggiore nutrimento nelle prime fasi di vita, quelle che comportano un maggiore accrescimento. La concimazione potrà avvenire con intervalli regolari a seconda delle necessità delle singole specie di piante grasse: talvolta un intervento ogni 30 giorni è sufficiente, altre volte è preferibile intervenire ogni quindici giorni circa, tenendo comunque sotto controllo le quantità degli elementi apportati.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO