Concime piante grasse

Le piante grasse: caratteristiche comuni ed esigenze colturali

Le piante grasse, o più precisamente succulente, appartengono a diverse famiglie botaniche e danno vita a numerosissime specie, molto diverse per forma, dimensioni e colori. Sono però accomunate dalla caratteristica di essersi adattate a vivere in ambienti aridi, e di poter sopravvivere a lungo senza acqua. Tale capacità dipende dalla presenza in queste piante di particolari tessuti, i parenchimi acquiferi, in grado di assorbire l'acqua che ricevono durante il breve periodo di piogge che nei luoghi di origine precede la lunga siccità. L'acqua così immagazzinata viene rilasciata al momento del bisogno. Dalla presenza di tali tessuti dipende l'aspetto particolare di queste piante, i cui fusti, foglie e radici appaiono più spessi e carnosi delle altre specie vegetali. Perché le piante grasse crescano bene è necessario che l'ambiente sia il più simile possibile a quello d'origine, pertanto molto luminoso, caldo e poco umido, ma non desertico, essendo necessaria una pur minima quantità di precipitazioni.
Raccolta di concime organico

compo concime liquido per cactacee e piante grasse 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,5€


I concimi: a cosa servono, cosa contengono

Bellissime piante grasseLe piante ricavano il proprio nutrimento dall'acqua e dal terreno in cui si trovano a vivere, che fornisce loro tutti gli elementi di cui hanno bisogno. Per le piante coltivate in vaso, in casa, balcone o giardino, le sostanze presenti nel terriccio ad un certo punto si esauriscono ed occorre integrarle attraverso interventi di concimazione. Queste sostanze forniscono gli elementi chimici necessari per la vita e lo sviluppo delle piante, in particolare i cosiddetti elementi della fertilità quali azoto, potassio e fosforo, indispensabili per tutti i vegetali. Possono essere presenti anche altri elementi come calcio, ossigeno, carbonio e idrogeno meno importanti, o microelementi specifici per una determinata specie. Sulle etichette sono riportate le percentuali dei tre elementi principali, seguendo la formula NKP, quindi il primo numero si riferisce all'azoto, il secondo al potassio e il terzo al fosforo.

  • piantegrasse Con il termine piante grasse si indicano delle specie vegetali in grado di immagazzinare grandi quantità di acqua e di utilizzarle in periodi di grande siccità. Queste piante, in realtà, non si chiama...
  • Adenium L'adenium è una pianta particolarmente indicata per la coltivazione in appartamento, in quanto di notevole effetto decorativo e sensibile alle temperature troppo rigide. La principale particolarità de...
  • Sedum Il sedum è una pianta grassa diffusa prevalentemente nell'emisfero meridionale dalle caratteristiche estremamente variegate: sotto tale definizione rientra infatti un numero estremamente elevato di sp...
  • Lithops Le piante grasse hanno grande fascino e all'interno di questa ampia categoria rientrano specie vegetali dalle più curiose caratteristiche. Non fanno eccezione le lithops, note anche con il nome di pie...

ALTEA NUTRICACTUS CONCIME ORGANICO GRANULARE PER PIANTE GRASSE CON GUANO IN CONFEZIONE DA 300 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,75€


Le caratteristiche di un buon concime per piante grasse

Bellissimo giardino di piante grasse Ogni specie vegetale ha le sue particolari necessità in fatto di elementi nutritivi, che variano anche per il singolo esemplare in base alle dimensioni o all'ambiente in cui vive ed alla fase in cui si trova, di riposo, crescita o fioritura. Gli elementi di cui ha bisogno una pianta grassa sono soprattutto fosforo e potassio. Il fosforo aiuta le radici e la maturazione di boccioli e frutti, il potassio consente una crescita sana ed una bella fioritura. Le piante grasse non hanno altrettanto bisogno di azoto, anzi tale elemento va fornito con cautela, poiché favorendo la crescita determina la debolezza di fusti e foglie e può danneggiare gravemente la pianta. Per le piante grasse che alle foglie hanno sostituito le spine è molto importante anche il calcio, che dà solidità a tutta la pianta. A seconda della specie e dell'ambiente di coltura possono essere necessari anche microelementi come manganese, rame, zinco, e ferro. Un concime per piante grasse deve essere ben bilanciato, la proporzione dovrebbe essere una parte di azoto, tre di fosforo e cinque di potassio.


Concime piante grasse: Quando e come si devono concimare le piante grasse

Giardino roccioso di piante grasse Le piante grasse vanno concimate con cautela, evitando possibilmente i concimi universali. Occorre seguire scrupolosamente dosi e modalità d'uso indicate nell'etichetta di cui è fornito ogni prodotto. Queste piante non assorbono facilmente il nutrimento dal terreno, perciò è consigliato usare un concime per piante grasse liquido, da aggiungere all'acqua dell'annaffiatura in modo che arrivi subito in profondità e quindi alle radici, e non rimanga a lungo nel terreno, dove potrebbe anche creare danni. Il periodo migliore per procedere alla concimazione è alla ripresa vegetativa, di solito ad inizio primavera; assolutamente da evitare durante la fase di riposo. Non concimare una piantina giovane, con radici non ancora ben sviluppate, né una pianta appena rinvasata, è meglio attendere un paio di mesi. Vanno poi considerate le specifiche necessità di ogni singola pianta, le Cactaceae, ad esempio, non hanno necessità di essere concimate provenendo da zone particolarmente aride e povere.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO