Elicriso pianta

Caratteristiche principali della pianta di elicriso

L'elicriso è una pianta erbacea da esterno. Può essere messa a dimora sia a terra che in vaso. In estate produce infiorescenze particolarmente odorose di colore giallo intenso che dispongono di numerosi principi attivi sfruttati nella farmacopea ufficiale. Le foglie hanno una struttura assai lineare lanceolata. L'intera pianta è ricoperta da una sottile peluria biancastra particolarmente odorosa. Le varietà di elicriso sono numerose e possono essere sia annuali che perenni. Le loro dimensioni variano da un'altezza minima di tre centimetri ad una massima di otto. Sono piante tipiche della macchia mediterranea e preferiscono suoli prevalentemente sabbiosi o caratterizzati da pietrisco. Se vengono coltivate in pieno sole il loro caratteristico odore sarà più accentuato e potrà essere percepito da lontano.
Varietà di elicriso

1 PIANTA DI VINCA MAJOR AUREOVARIEGATA VASO 18CM Perenni Aiuola Pervinca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Metodo di coltivazione

Foglie di elicrisoLa pianta dell'elicriso deve essere messa a dimora in un luogo ben irradiato dai raggi diretti del sole. Se abitate in una zona caratterizzata da inverni molto rigidi pacciamate il terreno con foglie secche, paglia e corteccia. In questo modo eviterete che il terreno geli e che le radici delle piante possano essere danneggiate. Innaffiate la pianta solo durante periodi di siccità prolungata. Aggiungete all'acqua del fertilizzante liquido che potete acquistare presso qualsiasi consorzio di agraria. La potatura non è affatto necessaria. E' sufficiente tagliare alla base gli steli che portano le infiorescenze oramai secche oppure danneggiate. In questo modo la pianta sarà stimolata a produrre nuove talee e nuovi fiori. Tuttavia è possibile recidere i rametti che desiderate per dargli una forma migliore.

  • L'elicrisio liquirizia L'elicriso, detto anche elicriso liquirizia, è una pianta arbustiva che cresce spontanea in Italia; infatti il suo nome latino, Helicrisum italicum, ne tradisce le origini. Questa pianta predilige ter...
  • Infioritura pianta Elicriso L'Elicriso è una pianta perenne tipica dell'Europa meridionale e del continente asiatico. Se viene coltivata all'esterno durante la stagione invernale non sono necessarie irrigazioni, mentre diventano...
  • Piante di origano selvatico L’origano selvatico è una pianta perenne aromatica ed è originaria della parte occidentale dell’Asia. Cresce spontaneamente nelle zone più aride e assolate fino ad un massimo di duemila metri di quota...
  • Diverse varietà di piante di rosmarino La pianta del rosmarino è un arbusto perenne sempreverde che è presente in tutta la macchia mediterranea. Cresce spontaneamente lungo le coste e con il passare degli anni forma dei cespugli arrotondat...

Gerbera floreale - Auto pieghevole ombrello rosso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,99€


Proprietà dell'elicriso

Piante di elicriso fiorite Le infiorescenze dell'elicriso sono adoperate da molti anni nel trattamento delle allergie congenite che colpiscono in maniera particolare le vie aeree superiori e la cute. Studi effettuati da poco hanno messo in luce come l'elicriso disponga di una serie di principi attivi, come i falvonoidi e i neroli, che agiscono assieme con effetti antistaminici ma anche antinfiammatori ed espettoranti. Preparati a base di elicriso favoriscono l'eliminazione dei catarri presenti a livello bronchiale e attenuano gli effetti degli spasmi asmatici. Gli stessi principi attivi vengono sfruttati nella farmacopea ufficiale per risolvere problematiche direttamente riconducibili alla rinite allergica e alla congiuntivite. Con i principi attivi di questa pianta si preparano anche unguenti da spalmare sul petto che hanno un forte potere espettorante.


Elicriso pianta: Malattie e parassiti

Infiorescenza di elicriso La coltivazione della pianta di elicriso richiede qualche attenzione. L'apparato radicale di questa specie vegetale è molto sensibile ed è particolarmente soggetto alle marcescenze. Per evitare questo problema di difficile soluzione è meglio mettere a dimora le piante in un terreno dotato di un ottimo drenaggio. Per quanto riguarda gli attacchi parassitari, sono gli afidi e i funghi quelli più temibili per l'elicriso. Gli afidi si cibano della sua linfa che scorre nelle foglie e le fa essiccare nel giro di pochi giorni. Se vi accorgete che le vostre piantine sono interessate da questa problematica è indispensabile ricorrere a rimedi di tipo fitosanitario reperibili presso qualsiasi consorzio di agraria. Per eliminare i funghi ci sono appositi prodotti antifungini da irrorare sulle parti infettate seguendo le modalità riportate sulla confezione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO