Geranio selvatico

Geranio selvatico: caratteristiche della specie

Il nome Geranium è di chiara estrazione ellenica; infatti "gheranos" significa "gru", bellissimo uccello a becco allungato così come è caratterizzato l'ovario e il frutto delle Geraniaceae. La pianta di geranio citata da Plinio nelle sue opere non poteva che essere il geranio selvatico. Di geranio selvatico si riconoscono in botanica due qualità l'Erodium e il Geranium. Due varietà molto affini tra di loro. Varietà che si differenziano tra di loro soprattutto per la diversa conformazione delle foglie. Nella flora indigena della nostra penisola incontriamo circa una ventina di specie di Geranium. E' abbastanza comune trovare in natura spazi dove sorgono e si moltiplicano in modo del tutto spontaneo piantine di geranio selvatico. Per la loro rusticità le piante di geranio selvatico possono spuntare anche tra i ciottoli.
geranio selvatico delle Alpi

Vendita! Trasporto 100 semi liberi Pervinca, Mix Vinca colore (Catharanthus roseus), una copertura banca perfetto dietro la casa, evergr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


La semina

piantina di geranio selvatico I gerani selvatici o veri gerani sono piante assolutamente da non confondere con i gerani comuni o dei fioristi. I gerani selvatici, infatti, fanno parte del genere "Geranium", comprendente almeno 300 specie diffuse allo stato spontaneo in due continenti, l'Europa e l'Asia. Queste sono specie molto apprezzate e vengono coltivate a scopo ornamentale. Tutte le specie botaniche e molte varietà orticole possono essere facilmente riprodotte per seme, che va interrato a primavera o a fine estate, direttamente all'aperto, in semenzaio; il successivo trapianto a dimora va eseguito preferibilmente alla fine dell'inverno, distanziando le piantine con un intervallo di 35-40 centimetri. Comunque è sempre possibile, e per le varietà ibride anzi consigliabile, ricorrere alla propagazione per suddivisione dei vecchi cespi.

  • Sorbus aucuparia Il Sorbo degli uccellatori (Sorbus aucuparia) appartiene alla famiglia delle Rosaceae e deve il suo nome al fatto che attraendo l’avifauna con le sue bacche, veniva piantato vicino agli impianti per l...
  • Divano per esterni Il giardino è uno spazio verde non solo del quale prendersi cura, ma anche dal quale farsi accogliere per trascorrere nel confort e nel relax il proprio tempo libero, in una dimensione tranquilla e ri...
  • Tavolo da giardino in legno Per un amante degli spazi all'aria aperta, il giardino non è solo un colorato angolo decorativo che introduce all'abitazione, ma è parte integrante dell'ambiente domestico nel quale vivere la propria ...
  • Ombrellone da giardino Con una spesa contenuta e poche semplici operazioni, è possibile ricreare zone d'ombra in qualsiasi giardino e in qualsiasi momento della giornata, grazie alle infinite varietà di ombrelloni presenti ...

Humphreys Garden Anemone Blanda Mixed x 100 bulbi da fiore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,61€


La moltiplicazione

il fiore del geranio selvatico La suddivisione dei gerani selvatici è un'operazione che in genere viene eseguita a fine estate, una volta terminata la fioritura, oppure tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera, prima che cominci la ripresa vegetativa. Una volta eseguito l'impianto, si possono lasciare a dimora i cespi anche per molti anni. Soltanto quando le piante di geranio selvatico iniziano ad esaurirsi, bisognerà estirparle per ripiantarle in altre aiuole dopo averle suddivise. I gerani selvatici si adattano a crescere ovunque, in pianura come in montagna e su terreni di diversa natura. Alcuni prediligono posizioni poco soleggiate, ombrose e anche fresche, mentre altri allignano anche su terreni assolati, sassosi e asciutti. I gerani selvatici si possono coltivare dappertutto anche in zone con inverni molto rigidi.


Annaffiatura e concimazione

gerani selvatici di montagna I gerani selvatici, cioè le specie e varietà orticole del genere Geranium, hanno ben poche esigenze colturali e si adattano a crescere anche nei terreni poveri. Alcune specie spontanee in Italia allignano fin sulle rocce e sui ghiaioni, ma quando vengono introdotte in giardino vanno piantate su terreni profondi, di buona fertilità. I fiori dei gerani selvatici sbocciano in continuità da maggio a settembre. Questo tipo di pianta è soggetta alla ruggine e ad altre malattie crittogamiche. I gerani selvatici sono piante erbacee perenni molto apprezzate per inserirle in aiuole o bordi misti. I fiori hanno tinte molto vivaci che possono variare dal ciclamino al celeste al viola chiaro.  Si racconta che le bambine che vivevano nei paesi di montagna amavano nelle giornate estive adornarsi le lunghe trecce  di gerani selvatici.




COMMENTI SULL' ARTICOLO