Bouganville

Bouganville

La pianta di cui parliamo in questo articolo si presta forse ad alcuni equivoci di pronuncia, ma non ad equivoci di coltivazione o di effetti ornamentali. Quelli sono e saranno sempre innegabili ed indiscutibili. Ci riferiamo alla boungaville o buganville o buganvillea o bouganvillea. Come la si voglia chiamare, questa pianta rimane una delle rampicanti più belle e variopinte, sia per il colore delle sue strutture vegetali che per il suo portamento. Di questa specie si contano circa diciotto varietà, tra cui alcuni ibridi nati dall’incrocio tra specie spontanee o esistenti in natura. Per il suo portamento, la bouganville si presta bene alla decorazione di muri, recinti e pergolati, dove si sviluppa in un tripudio di colori e di infinita bellezza.
bouganville fiori

100pcs Mix-color bouganville Spectabilis Willd semi bonsai fiore pianta vasi vaso semi fiori fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,58€


Caratteristiche

bouganville fiorita La bouganville è una specie rampicante originaria dell’America del Sud. Il suo nome si deve all’ammiraglio francese De Bougainville che la scoprì e la introdusse in Europa. La pianta appartiene alla famiglia delle Nictaginaceae e può avere un comportamento rampicante, arbustivo e cespuglioso. Le varietà arbustive sono dei piccoli alberi che si prestano alla coltivazione in vaso per decorare terrazze e balconi e gli esterni di case che danno sul giardino. Le varietà rampicanti e cespugliose, invece, oltre a un notevole valore ornamentale, possono anche avere un’utile funzione schermante e di protezione della privacy, specie se vengono collocate su pergole e recinzioni. Notevole è anche l’effetto della pianta sui muri, dove, oltre al risultato estetico, si può avere anche il vantaggio di risparmiare sulle vecchie gittate dei muri, stinte o sbiadite. Alcune varietà di bouganville possono anche raggiungere gli otto metri. Le caratteristiche generali di questa pianta sono le foglie ovali con bordi spinosi, fiori piccoli di colore giallo e delle brattee che erroneamente vengono scambiate per petali dei fiori, mentre in realtà sono delle mutazioni del fusto e si presentano proprio come dei petali o delle pannocchie di vario colore, con tonalità che vanno dal rosa, al lilla, al rosso, al bianco.


  • Il caratteristico fiore bianco della bouganville racchiuso da coloratissime brattee La Bouganville (o Bougainvillea) è una pianta della famiglia delle Nyctaginaceae, originaria del Sud America, in particolare del Brasile. Il suo habitat naturale sono gli ambienti molto caldi dove viv...
  • Splendida immagine di buganville in fiore, dal classico colore fucsia La bouganville è un arbusto rampicante sempreverde, spesso spinoso, caratterizzato da fioriture spettacolari che a seconda della varietà possono essere bianche, lilla, arancione o gialle ma quelle sic...
  • bouganville fiorite La Bouganville non ha particolari esigenze di annaffiatura. La pianta, comunque, va irrigata con frequenza nel periodo estivo, con quantitativi d'acqua adeguati al livello di temperatura, mentre abbis...

BONSAI BOUGANVILLE PIANTA IN VASO VERA PICCOLO ALBERO IN FIORE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,9€


Varietà

fiori bouganville Anche se esistono diciotto varietà di bouganville, solo alcune vengono utilizzate per scopi ornamentali. Tra queste troviamo anche degli ibridi resi famosi dalla loro bellezza e dalla facilità di coltivazione. Tra le boungaville presenti in natura, ricordiamo la Bougainvillea glabra, la Bougainvillea spectabilis, la Bougainvillea speciosa e la Bougainvillea refulgens, tutte originarie del Brasile. Tra gli ibridi, spiccano per fama, la Bougainvillea x buttiana e l’ibrido nato dall’incrocio tra buganvillea glabra e spectabilis. La varietà glabra è la più adatta alla coltivazione in vaso. Fiorisce dall’estate all’autunno e presenta delle sottovarietà con brattee che vanno dal rosa al violetto. In alcune varietà le foglie sono più grandi, possono avere la forma di cuore e possono essere striate di bianco. La buganvillea spectabilis è un rampicante da portamento vigoroso e dalle foglie di colore verde intenso e dai bordi spinosi. Questa varietà fiorisce sempre tra l’estate e l’autunno e presenta brattee di color rosa magenta, un rosa più intenso del normale, quasi fosforescente. La buganvillea speciosa è caratterizzata da brattee a forma di cuore, dal colore rosa o lilla, mentre quella refulgens presenta brattee tra il viola e il porpora. La buganvillea x buttiana è un ibrido ottenuto dall’incrocio tra la bouganville peruviana e la bouganville glabra. Presenta brattee che vanno dal rosso all’arancione. Aranciate anche le brattee dell’ibrido nato dall’incrocio tra la buganvillea glabra e quella spectabilis. Nella nostra lista di varietà non possiamo dimenticare la bouganvillea peruviana e la buganvillea bianca. La prima varietà ha brattee grandi con colori più tenui, che si possono identificare con il rosa arancio. Questa varietà viene usata per creare nuovi ibridi. La bouganville bianca prende proprio il nome dalle bratte, che sono di colore bianco candido, con all’interno piccoli fiori sempre bianchi.


Temperatura ed esposizione

bouganville La bouganville è una pianta originaria dei paesi con clima tropicale, per cui si adatta facilmente alle temperature dei paesi mediterranei. Per farla crescere sana bisogna aver cura di non sottoporla a temperature troppo basse o inferiori ai sette gradi. Le specie coltivate in vaso, durante i mesi invernali vanno, infatti, collocate al riparo dal freddo. In genere questa pianta sopporta bene il caldo e la siccità ed anche qualche gelata invernale, presentandosi come una specie che non richiede eccessiva cura o manutenzione. La bouganville è, però, una pianta dei climi caldi e per espandersi in maniera rigogliosa, necessita di una piena esposizione al sole. I raggi solari devono arrivare alla pianta per almeno quattro ore al giorno.


Necessità idriche

Anche se sopporta bene la siccità, la bouganville va innaffiata regolarmente durante il periodo estivo. L’acqua deve arrivare alla pianta nel periodo che precede la fioritura, cioè durante la stagione vegetativa, mentre durante la fase di riposo vegetativo le innaffiature vanno diradate fino ad essere completamente sospese. Durante la bella stagione bisogna comunque fare attenzione a non inzuppare il terreno, che può far marcire le radici della pianta. La frequenza estiva delle innaffiature cambia anche in base al clima della zona in cui la pianta è coltivata. Nelle zone con estati fresche e umide, è meglio diradare le irrigazioni, perché un ‘eccesso di umidità inibisce la fioritura della bouganville.


Terreno

esemplare buganville Il terreno ideale per la bounganville è fresco, profondo, ben drenato e ricco di sostanze nutritive. La pianta si sviluppa bene in un substrato composto da sabbia, torba e terra di brughiera. La percentuale di sabbia deve essere superiore alle altre sostanze, in modo da favorire l’assorbimento dell’umidità in eccesso.


Concime

La bouganville va concimata ogni dieci giorni, ma può essere utile concimarla anche una volta a settimana. I fertilizzanti ideali per questa pianta sono liquidi e vanno distribuiti, tramite l’acqua di irrigazione, durante il periodo vegetativo. La bouganville può essere concimata anche con sostanze organiche o naturali, da somministrare al substrato. Ideale, per questa pianta, sembra essere il sangue di bue, che intensifica la colorazione delle foglie verdi.


Rinvaso

La bouganville si rinvasa annualmente, durante la stagione primaverile. Il periodo ideale per trapiantarla, in un nuovo contenitore, va da febbraio a marzo. L’operazione è estremamente semplice, bisogna solo fare attenzione a non strappare violentemente la pianta dal precedente vaso, perché si rischia di danneggiare le radici, che nella buganvillea sono estremamente sottili e delicate.


Moltiplicazione

La bouganville si propaga per talea e talvolta per margotta aerea. La prima procedura è la più diffusa e consiste nel prelevare, dalla pianta, dei rami legnosi. Questi rami possono avere diverse lunghezze, in base alla stagione in cui si effettua la moltiplicazione per talea. Se l’operazione viene eseguita in estate, le talee dovranno essere lunghe sette centimetri, mentre se si effettua in inverno, dovranno essere lunghe quindici centimetri. L’epoca del prelievo condiziona anche la temperatura del substrato di impianto delle talee. In estate le talee dovranno essere impiantate in un contenitore con sabbia e torba, tenuto umido ed a una temperatura di circa 22 gradi. Mentre in inverno, le talee, immesse sempre nello stesso substrato, dovranno essere mantenute a una temperatura di circa 18 gradi. Con questo sistema, i rami prelevati metteranno radici entro tre settimane. La propagazione per margotta aerea viene praticata per molte piante ornamentali e tropicali. Con questa tecnica si procede a incidere un ramo privandolo di un anello all’altezza del tronco. Questo ramo va trattato con ormoni radicanti e protetto con un sacchetto di plastica riempito di terriccio umido fino a quando non si saranno formati i capillari. Dopo la formazione di queste parti vegetative, la margotta potrà essere separata dalla pianta madre e messa a dimora. La propagazione per margotta aerea non garantisce gli stessi tempi di radicazione della talea. In base alla specie trattata potrebbero volerci anche dei mesi prima di vedere dei risultati.


Potatura

bouganvilla gialla La bounganvillea deve essere potata per eliminare i rami in eccesso e quelli deboli o vecchi. In genere si interviene a febbraio, eliminando i rami in eccesso, accorciando di circa un terzo i germogli ed eliminando i rami deboli, secchi o danneggiati dal freddo.


Malattie

La bouganville è una pianta non soggetta a parassiti e malattie. Difficilmente si sente parlare di insetti che possono attaccare questa specie rampicante. Evidentemente, i più temuti nemici delle piante non prediligono sostare molto su questa specie. La bouganville, dunque, sa regalare stupende e intense fioriture senza ammalarsi quasi mai. Il disseccamento o il marciume delle radici e delle foglie, il blocco della fioritura, sono sempre dovuti a errori di coltivazione, a una scarsa esposizione solare e a un eccesso o carenza di umidità e acqua. Quando i rami si seccano, si interviene con la potatura, che in genere riesce a ripristinare la vigoria della pianta. Per il resto basta affidarsi a saggezza e attenzione in modo da non esagerare ( in eccesso o in difetto) con interventi errati.


Dove comprarle

piante bouganville Le bouganville si possono comprare in vaso presso aziende florovivaistiche. Presso questi punti vendita si possono comprare diverse varietà di pianta, con vari colori. I più venduti sono esemplari ad alberello, messi in vasi alti mezzo metro e con diametri massimi di ottanta centimetri. Questi esemplari hanno altezze comprese tra due e tre metri e mezzo. Da segnalare che il diametro del vaso è più grande per gli esemplari più bassi, poiché questi ultimi si sviluppano di più in ampiezza. Per conoscere il costo della buganvillea in vaso, bisogna chiedere direttamente al florovivaista. I prezzi comunque saranno rapportati alla grandezza e alla bellezza della pianta. Noi possiamo solo dirvi che un esemplare finto costa più di 130 euro. Questo prezzo ci fa immaginare che quello degli esemplari veri possa essere anche superiore a quello indicato, ma, in assenza di ulteriori certezze, meglio informarsi direttamente con il venditore.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO