Elenco alberi

L'edera: il primo di un lungo elenco di alberi rampicanti

L'edera, nome volgare dell' Hedera helix, è una pianta rampicante sempreverde, capace di crescere anche decine di metri lungo adatti supporti, ai quali fa aderire le proprie radici aeree avventizie. Questa pianta, che rientra tra un lungo elenco di alberi rampicanti, appartiene alla famiglia delle arialiacee ed è dotata di foglie alterne, coriacee, molto persistenti, nonché di fiori di piccole dimensioni di colore verdastro. I suoi frutti sono per la maggior parte dei casi delle bacche globose, alquanto carnose e di colore nero (una volta raggiunta la piena maturazione), contenenti due (o in rari casi tre) semi. Nella maggior parte dei casi, l'edera viene coltivata per ornamento, soprattutto per ricoprire bersò e per decorare muri di cinta di piccola e media estensione.
Un esemplare di edera

OFFERTA 4 BULBI PRIMAVERILI DI IRIS DUSKY EVENING BULBS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Il gelsomino

Un esemplare di Jasminum officinale Il nome gelsomino deriva dal persiano 'yasamin', una specie che a sua volta fa riferimento al genere Jasminum, comprendente circa duecento specie arbustive, erette o rampicanti (famiglia delle oleacee). Il gelsomino più noto è senza dubbio lo Jasminum officinale, arbusto alto fino a dieci metri, dotato di piccoli e odorosissimi fiori di colore bianco, riuniti in pannocchie. Originario dell'Asia centrale, viene coltivato anche in Italia, nelle regioni più calde e a clima temperato. Altre varietà di gelsomino, di dimensioni più modeste e dotate di fiori variopinti (ne sono degli esempi lo Jasminum nudiflorum di colore giallo e il Beesianum, dotato di fiori di colore rosso) prediligono invece l'ombra, sebbene siano in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di terreno e di posizione.

  • Foglie di basilico Il basilico, il cui nome scientifico è Ocimum basilicum, è una pianta erbacea annuale originaria dell'India.La pianta può raggiungere il metro di altezza e le sue foglie devono essere raccolte prima d...
  • bulbose di iris e narciso La primavera è segno di rinascita, con i suoi primi fiori che sbocciano. Se vogliamo piantarne qualcuno basta controllare l'esposizione del nostro balcone o giardino ed il gioco è fatto! Ecco un buon ...
  • akebia quinata fiorita L'Akebia quinata è una vigorosa rampicante semi-sempreverde arbustiva, con interessanti foglie palmate o trifogliate e racemi di color rosso-violaceo. I piccoli fiori maschili sono seguiti da grandi ...
  • liquidambar styraciflua I Liquidambar sono alberi estremamente interessanti appartenenti alla famiglia delle Altingiaceae o Amamelidaceae a seconda della classificazione adottata, il cui nome significa “ambra liquida” dato ...

Vivai Gardenhome - Arancio Alberello

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,03€


Il glicine

Un esemplare di glicine Il Glicine è un genere di pianta rampicante appartenente alla famiglia delle Fabaceae; originario della Cina, venne importato e di conseguenza coltivato in Europa a partire dai primi decenni dell'800. Siamo in presenza di un arbusto, uno dei tanti di un lungo elenco di alberi rampicanti presenti nel nostro continente, in grado di crescere sino a venti metri in altezza e di sopravvivere (in condizioni climatiche ottimali) anche fino a settant'anni. Piuttosto resistente anche al clima delle regioni settentrionali, si è largamente diffuso per la sua elevata capacità di adattamento alle intemperie e alle più anguste condizioni climatiche; questa caratteristica lo rende particolarmente adatto per l'utilizzo come pianta rampicante da decorazione, anche in prossimità di recinzioni murarie di notevole lunghezza.


Elenco alberi: La Boungainvillea

Un esemplare di Bougainvillea La Bougainvillea è una pianta che cresce prevalentemente nelle zone con clima tropicale, in grado di creare delle vere e proprie esplosioni di colore grazie alla presenza di fiori colorati per ben undici mesi l'anno, soprattutto se essa è piantata nel clima giusto. Si tratta di un arbusto rampicante, molto simile ad un vero e proprio vitigno, capace di arrampicarsi in maniera piuttosto salda sui muri e sui tralicci, germogliando con una certa regolarità ogni anno se non è esposta a temperature eccessivamente fredde che ne comprometterebbero la crescita; non è infatti un caso che la Bougainvillea prediliga luoghi caldi e poco umidi e che durante i mesi più freddi dell'anno molti coltivatori preferiscano fornire ad essa una sorta di riparo dal gelo mediante coperture in plastica resistente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO