Passiflora edulis

Quanto bagnare la passiflora edulis

Prendersi cura di una pianta resistente come la varietà Passiflora edulis non è difficoltoso. Le attenzioni si focalizzano particolarmente sull'annaffiatura, gesto che può far crescere la pianta fino alle sue proporzioni naturali o che può metterla seriamente in pericolo: i ristagni in vaso sono estremamente frequenti perciò è consigliabile creare un substrato contenente granulometrie differenti in modo da assicurare un buon drenaggio dell'acqua in eccesso a livello dell'apparato radicale. Durante l'estate la passiflora ama essere bagnata frequentemente, mentre durante l'inverno necessita soltanto di un substrato particolarmente umido. È possibile vaporizzare dell'acqua sui fiori e sugli steli per offrire alla Passiflora un grado di umidità simile a quello dell'ambiente tropicale d'origine.
Fiore passiflora

PLANTI' Piante vere da esterno | GELSOMINO Rincospermun | Piante da giardino Gelsomino rampicante, piante da esterno vere e piante rampicanti da esterno diametro vaso 17 cm altezza 130 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19€


Come coltivare la pianta di passiflora edulis

Pianta frutto della passione La Passiflora edulis cresce spontaneamente in zone estremamente calde e umide: coltivandola in vaso è facile rischiare di non fornirle tali condizioni. È consigliabile posizionarla in un locale soleggiato, con un buon ricambio d'aria e dove sia possibile garantire un buon livello di umidità attraverso frequenti vaporizzazioni o ricreando un ambiente simile a quello naturale utilizzando altri strumenti quali l'apposizione di ciotole d'acqua. La Passiflora edulis cresce rigogliosa se il suo terreno è costantemente umido e molto ben livellato: è meglio evitare di lasciare dei dislivelli, spesso creati da annaffiature aggressive e frettolose, per rischiare ristagni superficiali estremamente dannosi per la pianta. Un terriccio fertile e morbido è l'ideale per coltivare la passiflora e replicarla.

  • Fiore di Passiflora La passiflora appartiene alla famiglia delle Passifloracee ed al genere Passiflora, comprendente diverse specie tra cui le più importanti sono: P. edulis, la principale dal punto di vista frutticolo, ...
  • passiflora1 E’ conosciuta ed apprezzata in erboristeria per le sue benefiche proprietà. Ma viene anche coltivata in vaso o in giardino a scopo ornamentale. Le varietà rampicanti possono addirittura servire a deco...
  • Tintura madre di passiflora La passiflora è una pianta molto diffusa nei giardini europei, per via del suo fascino e dei suoi ampi fiori di colore acceso. Si tratta di una pianta ornamentale dallo sviluppo rampicante, in grado q...
  • Fiore di passiflora La passiflora rampicante è originaria dell'America Latina e comprende una gran varietà di arbusti. Il loro nome così particolare è dovuto al fatto che i fiori presentano elementi riconducibili alla pa...

NUTRI 1 ONE One Concime concentrato per Piante e Fiori, 1 lt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,5€


Quando concimare la pianta

Passiflora pianta Il prodotto ideale per fornire alla Passiflora edulis tutti gli elementi nutritivi di cui necessita per crescere resistente e rigogliosa, si presenta in formula esclusivamente liquida. I concimi liquidi sono molto concentrati perciò è sempre caldamente consigliato diluirli in abbondanti dosi di acqua per consentire alle radici di assorbire sali e molecole organiche, senza creare occlusioni e bruciature fatali. Nel periodo che intercorre fra la stagione primaverile e quella estiva la Passiflora edulis deve essere concimata almeno una volta alla settimana e se si desidera favorire un'esplosione floreale è necessario attenersi scrupolosamente a questa frequenza. Per quanto concerne le operazioni di concimazione, il substrato gioca un ruolo essenziale: se è sufficientemente soffice le molecole organiche possono essere trasportate più facilmente fino ai siti di assorbimento.


Passiflora edulis: Malattie e possibili rimedi

Fiore passiflora La Passiflora edulis è estremamente resistente alle malattie ma dei comportamenti errati e alcuni parassiti possono causarle danni gravissimi e persistenti. I ristagni d'acqua sono i principali nemici dell'apparato radicale mentre i parassiti che possono insediarsi sulla Passiflora sono il comune ragnetto rosso, gli afidi e la cocciniglia. Questi parassiti possono provocare ingiallimenti del fogliame o macchie marroni e seccare gli steli e ferirli, esponendo la passiflora a infezioni in comorbilità. I parassiti che possono affliggere la Passiflora edulis possono essere efficacemente debellati attraverso il pratico utilizzo di prodotti antiparassitari specifici assolutamente aggressivi nei riguardi degli sgraditi ospiti. Controlli visivi frequenti costituiscono un validissimo strumento preventivo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO