Mirabolano e similari - Prunus cerasifera

Generalità

Il mirabolano appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Prunoidee o Drupacee, al genere prunus ed alla specie cerasifera. È un albero caratterizzato da una crescita veloce, alto fino a 6 m, costituito da un tronco eretto, talvolta contorto, che può essere ramificato fin dalla base, con una corteccia brunastra, liscia sulle piante giovani e disforme su quelle adulte. Le foglie sono caduche, semplici, ovali, dentellate ai bordi e di colore variabile a seconda della cultivar; compaiono dopo la fioritura. I fiori sbocciano a marzo-aprile, sono piccoli con petali di colore bianco o rosato, singoli o riuniti in piccoli grappoli; l’impollinazione è entomofila, operata dalle api o da latri insetti pronubi. Il frutto è una drupa assomigliante a quella del susino, avente un diametro di 2-3 cm, con una colorazione rossa o gialla ed un gusto tendenzialmente acidulo; in Francia viene coltivato per i frutti.
Mirabolano in maturazione

TRAPPOLA CROMOTROPICA ADESIVA PER LA CATTURA DEGLI INSETTI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21€


Ibridi e specie simili

Il mirabolano è stato incrociato con diverse specie appartenenti al genere Prunus, l’ibrido più importante è il biricoccolo o susincocco, ottenuto da un incrocio effettuato con l’albicocco. È una pianta alta fino a 5 m. I fiori sono piccoli, bianchi-rosati ed emessi prima delle foglie; la fioritura avviene in contemporanea col mirabolano e dopo l’albicocco. Questo ibrido, a differenza del mirabolano, è autosterile, per cui necessita di impollinatori. I frutti sono drupe rotonde o ellittiche e di dimensioni simili a quelle del mirabolano. La buccia è leggermente pelosa, la polpa aderisce al nocciolo, è soffice, succulenta, con un sapore dolce, leggermente acidulo ed aromatico. Il nocciolo è lungo, piatto ed è più piccolo del 30-40 % rispetto a quello dell’albicocca.

Una specie simile al mirabolano è il prugnolo (Prunus spinosa), che è un arbusto abbastanza vigoroso, alto fino a 3-4 m e dotato di una chioma fitta e ramificata. I rami sono provvisti di spine e le foglie, piccole e di color verde scuro, vengono emesse dopo i fiori, che fuoriescono a partire da febbraio-marzo. Il frutto è una drupa, di dimensioni simili a quella del mirabolano, caratterizzata da un sapore astringente dovuto alla presenza di tannini; una volta raggiunta la piena maturazione i frutti diventano dolci ed assumono un colore violaceo. Le drupe del prugnolo, più che al consumo fresco, sono destinate per la preparazione di marmellate, distillati e per usi erboristici.


  • Pianta di Susino con frutti Il susino appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Prunus; le specie più importanti sono il susino europeo e quello giapponese.Il susino e...
  • prugnolo: ramo con bacche Il prugnolo è un arbusto che appartiene alla vasta famiglia delle Rosacee. Si tratta di una pianta spinosa a foglia caduca, che cresce spontaneamente ai margini di viali, sentieri e boschi. La sua mas...
  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...

1 PIANTA DI CILIEGIO FERROVIA ALBERO DA FRUTTO MATURA A GIUGNO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€


Clima e terreno

Queste specie si adattano molto bene ai climi temperati, hanno una buona resistenza alle basse temperature invernali, per cui possono essere esposte in pieno sole ed ottima alla siccità, grazie alle radici ben sviluppate. Queste piante vegetano bene in ambienti di pianura, collinari e ventosi, in quest’ultimo caso è buona prassi assicurare i giovani esemplari a dei tutori solidi. In fatto di terreno il mirabolano è estremamente adattabile, infatti è in grado di svilupparsi su suoli umidi, argillosi, pesanti, asfittici, sassosi e calcarei, comunque predilige terreni freschi, profondi e ben drenati. Il mirabolano è originario della penisola Balcanica ed è chiamato anche rusticano grazie alla sua adattabilità, mentre il prugnolo cresce spontaneo nel nostro Paese.


Varietà

Le cultivar di mirabolano presenti in Italia sono coltivate a scopo ornamentale e si distinguono tra loro soprattutto per il colore delle foglie, verdi o rosse, e dei fiori, bianchi o rosa pallido.

Tra le varietà aventi foglie rosso-violacee e fiori rosa si ricordano Pissardii, Nigra e Thundercloud; affiancando cultivar a foglie verdi chiare o scure a quelle appena citate, nei giardini si crea un piacevole contrasto cromatico. Relativamente al biricoccolo le varietà da frutto, di colore giallo con sovracolore rosso, destinate al consumo fresco a livello locale sono la Grossa Precoce, che matura da metà giugno a metà luglio al nord e nella prima metà di giugno al centro, e la Pruna Cresammola, coltivata nella zona del Vesuvio, ha una drupa più piccola rispetto alla precedente e si raccoglie nella seconda metà di giugno.


Mirabolano e similari - Prunus cerasifera: Tecniche di coltivazione

Il mirabolano, come il prugnolo, si moltiplica per seme e per parti vegetative; il primo viene utilizzato come portainnesto del biricoccolo. Il mirabolano può essere allevato a cespuglio isolato, oppure viene impiegato a scopo ornamentale lungo i viali o come siepe frangivento. La pianta va lasciata sviluppare liberamente e, una volta adulta, mediante la potatura, vengono eliminati i rami secchi o danneggiati; nel caso fosse necessario dopo la fioritura si effettuano dei tagli di ritorno, in corrispondenza di brachette laterali, con asportazione delle cime troppo vigorose. Va ricordato che interventi troppo energici provocano una diminuzione della fioritura. La concimazione si effettua in autunno o a fine inverno distribuendo del letame maturo, mentre l’irrigazione riguarda soltanto le piante messe a dimora da poco in quanto non possiedono ancora radici ben sviluppate. Tutte queste specie sono rustiche, per cui poco sensibili ai parassiti.


  • mirabolano Il mirabolano è anche chiamato rustico, proprio per la sua grande capacità di adattamento. È una pianta che riesce a sop
    visita : mirabolano
  • prunus cerasifera Il prunus cerasifera è una pianta arbustiva e decidua. Il suo aspetto mutando con l'evolversi delle stagioni acquisisce
    visita : prunus cerasifera

COMMENTI SULL' ARTICOLO