Coltivazione curcuma pianta

Come innaffiare la pianta di curcuma

La curcuma, pianta dalle diverse varietà, deve essere innaffiata solo dopo l'apparizione dei primi germogli. E' buona norma mantenere il terreno sempre umido, evitando però di sommergerlo troppo. Nel caso infatti si dovesse procedere con una bagnatura eccessiva, si rischia di generare una marcitura delle radici e del rizoma. Durante la primavera e l'estate si procede innaffiando la pianta di curcuma una volta ogni 2 o 3 giorni circa. La bagnatura va sospesa durante l'autunno, stagione in cui la pianta di curcuma inizia il suo periodo vegetativo. Questa pianta proviene da regioni a clima tropicale e dunque predilige un ambiente piuttosto umido. E' consigliato quindi nebulizzare dell'acqua attorno alle foglie in modo da ricreare l'ambiente naturale della pianta di curcuma e ottenere risultati migliori.
Piantagione curcuma

Il Kit Piante da Cocktail di Plant Theatre – 6 varietà da coltivare – Un fantastico regalo per gli amanti del giardinaggio che non disdegnano di farsi un bicchierino.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Come curare la pianta di curcuma

Fiore pianta curcuma La pianta di curcuma ama ricevere molta illuminazione. Tuttavia, non ama l'esposizione diretta al sole. Una mancanza di illuminazione causa lo sbiadimento sia delle foglie che dei fiori. La curcuma, pianta dalle diverse tipologie, segue un processo di moltiplicazione che va effettuato in primavera e partendo dal rizoma. Bisogna staccare piccole parti di quest'ultimo insieme ad alcune foglie e radici ed il tutto va poi riposto in un altro vaso per permettere la crescita delle nuove piantine. Se la pianta di curcuma viene tenuta al chiuso, questo processo può essere effettuato durante tutto l'anno. Inoltre, è bene proteggere il rizoma con del funghicida prima di procedere al rinvaso. Un altro consiglio utile per la curcuma è quello di dissotterrare le radici in autunno e lasciarle asciugare. Successivamente, è bene riporle in una cassetta e conservarle in un luogo fresco e buio fino alla primavera successiva.

  • Fiore pianta Curcuma La pianta di Curcuma nasce dal rizoma che germoglia con l'arrivo della stagione primaverile. A questo periodo coincide l'inizio delle irrigazioni, che diventeranno regolari e frequenti per tutta l'est...
  • curcuma4 E’ la pianta del momento: tutti la vogliono e tutti ne parlano, anche per via delle benefiche virtù di una spezia che si ricava dalle sue radici. Stiamo parlando della curcuma, pianta originaria delle...

3V RELAX 50 ML - Tranquillante e sedativo naturale per cani e gatti - Fitoterapico veterinario utile a calmare e controllare l'iperattività e l'ansia negli animali - Riduce il nervosismo e rilassa l'animale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,5€


Come concimare la pianta di curcuma

pianta curcuma E' necessario iniziare la concimazione della pianta di curcuma non appena si notano i primi germogli. Questo processo deve essere effettuato utilizzando un concime liquido ricco in azoto e potassio, sostanze che favoriscono particolarmente lo sviluppo delle foglie e dei fiori. E' buona norma procedere con la concimazione ogni 3 settimane o un mese al massimo. Il concime va solitamente diluito con l'acqua di irrigazione. La concimazione della pianta di curcuma va sospesa non appena si nota la presenza di foglie gialle.Il terreno più adatto alla coltivazione della curcuma, pianta dalle specie variegate, è un terreno che possa garantire un buon drenaggio quindi sostanzialmente formato da: torba, terriccio da giardino e sabbia. Durante il processo di messa a dimora, il rizoma va interrato solo parzialmente lasciando la parte superiore libera.


Coltivazione curcuma pianta: Malattie della curcuma

insetti curcuma Gli afidi, degli insetti bianco-giallastri meglio conosciuti come pidocchi delle piante, possono attaccare la pianta di curcuma molto facilmente. Quando viene notata la presenza di questi piccoli insetti, è bene procedere con degli antiparassitari appositi. Inoltre, la curcuma, pianta di cui sono presenti in natura circa 80 specie, può essere infestata dalle cocciniglie che colpiscono a prescindere dalla tipologia di pianta. Il segno evidente della presenza di questi parassiti è riscontrabile con delle piccole ragnatele bianche poste sulle pagine inferiori delle foglie. Un altro parassita che facilmente colpisce la pianta di curcuma, specialmente nei mesi estivi, è il ragnetto rosso. Questo insetto causa un appassimento e conseguente accartocciamento delle foglie. Sia per la cocciniglia che per il ragnetto rosso è possibile procedere con degli antiparassitari. Durante i mesi invernali, è facile che si vada incontro al marciume radicale causato da un eccessivo innaffiamento della pianta. Per contrastare questo fenomeno, prestare particolare attenzione al livello di umidità del terreno prima di procedere con una ulteriore bagnatura.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO