Coriandolo pianta

Coriandolo: generalità

La pianta del coriandolo (Coriandrum sativum) è una pianta erbacea, originaria probabilmente del Medio Oriente o Nordafrica, la cui coltivazione si è poi diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo, in Asia e nelle Americhe. Il coriandolo è una pianta annuale, alta circa 70 cm, con fusto eretto e foglie profumate di colore verde scuro, la cui forma varia a seconda della posizione: quelle nella parte inferiore della pianta sono dentate e settate, mentre quelle più in alto sono filamentose, come quelle del finocchio. I fiori sono bianchi a ombrello e i frutti piccoli, sferici e giallastri; proprio da questi ultimi, chiamati impropriamente semi, viene ricavata la nota spezia. In realtà, oltre ai semi, della pianta del coriandolo si utilizzano anche le foglie, soprattutto nella cucina orientale.
Pianta del coriandolo fiorita

CORIANDOLO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,53€


Coriandolo: coltivazione

Pianta di coriandolo in vaso Nei climi temperati, la coltivazione della pianta del coriandolo non presenta particolari difficoltà. Se si intendono utilizzare le foglie, il coriandolo può essere seminato tutto l'anno; per la raccolta dei frutti, invece, la semina dovrà avvenire in primavera; i semi andranno piantati a una profondità di circa 2 cm, in un terreno fertile e sciolto, ben drenante e in posizione soleggiata. Durante l'estate, la coltivazione dovrà essere irrigata 1-2 volte a settimana. I primi fiori spunteranno a primavera inoltrata e da luglio a settembre si potranno estirpare le piante per la raccolta dei frutti; al contrario, le foglie potranno essere utilizzate fresche sin da subito. Il coriandolo può essere coltivato anche in vaso, in posizione soleggiata e innaffiandolo frequentemente.

  • Foto di Coriandolo Il coriandolo appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, al genere Coriandrum ed alla specie sativum. È una pianta erbacea annuale, alta 50-60 cm e larga 20 cm, con un portamento eretto e con fusti ...
  • Coriandolo in fiore Il coriandolo è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Apiaceae, la stessa a cui appartiene anche il prezzemolo. È formata da fusti eretti che possono raggiungere i settanta centi...
  • Semi di coriandolo freschi I semi di coriandolo si estraggono da una pianta erbacea annuale che può raggiungere un'altezza pari a circa mezzo metro.Le suo foglie ricordano come forma e come sapore quelle del prezzemolo ed è per...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...

Il Kit Erbe Aromatiche di Plant Theatre - 6 diverse erbe aromatiche da coltivare -Regalo per gli amanti del giardinaggio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Coriandolo: raccolta e conservazione

Frutti (semi) del coriandoloQuando le foglie della pianta del coriandolo inizieranno a diventare giallastre e i frutti matureranno assumendo una colorazione marroncino chiaro, sarà tempo di procedere con la raccolta. Le piante andranno estirpate e legate a mazzetti, che verranno posti a essiccare appendendoli a testa in giù in un luogo buio, asciutto e ben ventilato. Una volta che le piante saranno essiccate, si percuoteranno delicatamente su dei teli, in modo tale da far cadere i frutti, che dovranno poi essere ripuliti dalla polvere e conservati al buio, in contenitori a chiusura ermetica. I frutti di dimensioni maggiori andranno tenuti da parte e utilizzati per la semina dell'anno successivo. Come spezia, il coriandolo non può essere conservato a lungo, in quanto perde rapidamente il suo aroma.


Coriandolo pianta: Coriandolo: utilizzo

Illustrazione scientifica del coriandolo L'impiego del coriandolo in cucina ed erboristeria è noto sin dall'antichità. In erboristeria, della pianta del coriandolo si utilizzano soprattutto i frutti, ricchi di un olio essenziale contenente alcoli, aldeidi, flavonoidi, acido caffeico, tannini e vitamina C. Tale olio possiede un forte potere antisettico, carminativo e antispasmodico; inoltre, favorisce la digestione, tanto da essere impiegato nella preparazione di liquori e digestivi. In cucina, le foglie di coriandolo si utilizzano fresche nelle insalate o tritate come il prezzemolo. La spezia, che si ricava dai frutti, è impiegata per aromatizzare piatti a base di carne, pesce, insaccati, selvaggina e verdure, ma anche biscotti e confetti. Inoltre, nella cucina indiana rientra nella preparazione del curry e del garam masala.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO