Erba luisa

L'irrigazione

L'Erba Luisa è una pianta che si sviluppa in un ambiente temperato caldo. Per tale motivo ha bisogno di temperature abbastanza elevate, specialmente durante la fase di sviluppo, ma al tempo stesso necessita di un buon apporto idrico. In particolare, bisogna prestare molta attenzione alla somministrazione di acqua. Questa pianta, infatti richiede innaffiature frequenti, in particolar modo nel periodo estivo, tuttavia bisogna evitare di creare condizioni di eccessivo ristagno di acqua che potrebbero creare danni alla pianta. Per valutare le condizioni generali di salute della pianta è sufficiente osservarne le foglie. Le foglie ingiallite sono sintomo di un'eccessiva somministrazione di acqua. Al contrario, se le foglie sono appassite e di colore opaco, non si sta fornendo acqua a sufficienza.
Erba Luisa

50 Semi PEPERONCINO delle 5 Varietà più PICCANTI del MONDO Collezione 5 + PICCOLA GUIDA COLTIVAZIONE 2016 IN OMAGGIO: CAROLINA REAPER, TRINIDAD MORUGA SCORPION YELLOW, TRINIDAD DOUGLAH BROWN, BHUT JOLOKIA / GHOST CHILI, 7 POD BRAIN STRAIN RED - I FRUTTI DELLA FOTO OVVIAMENTE NON SONO COMPRESI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


La coltivazione

Fiore cedrina L'Erba Luisa può essere coltivata sia in piena terra che in vaso. La scelta tra l'una e l'altra modalità di coltivazione deve tener conto dello spazio di cui si dispone e dell'ambiente in cui si vive. L'Erba Luisa quando si trova in pieno campo è in grado di svilupparsi molto, diventando un vero e proprio arbusto capace di raggiungere i 180 cm di altezza. Per tale motivo necessita di spazio sufficiente. Sarebbe opportuno, inoltre riservarle una posizione in piena luce, ma al tempo stesso riparata da eventuali sbalzi termici e dal vento. Per quanto riguarda il clima, questa pianta predilige il caldo, quindi se si vive in luoghi con inverni freddi e con temperature che si avvicinano allo zero, sarebbe meglio coltivare l'Erba Luisa in vaso, in maniera tale da ricoverare all'interno la pianta durante i mesi invernali.

  • Coltivazione cedrina campo La cedrina è una graziosa pianta perenne della famiglia delle Verbenaceae e viene abitualmente chiamata anche limoncina o erba citrina, per il caratteristico ed intenso profumo di limone che emanano l...
  • pianta di salvia La salvia, denominata anche salvia comune o domestica, appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Salvia ed alla specie officinalis. È una pianta perenne alta e larga da 30 a 70 cm, con un port...
  • La coltivazione dell'orto fa provare un senso di grande soddisfazione e gratificazione, soprattutto quando vediamo i risultati di ciò che abbiamo curato con tanto amore....
  • Fiore della senape La pianta della senape appartiene alla grande famiglia delle crocifere ed è conosciuta anche col nome scientifico di brassica. Si tratta di una pianta di tipo erbaceo annuale che è dotata di gambi ere...

Verm-X Liquid Poultry & Fowl Internal Parasite 250Ml by Verm-X

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,43€


Cura e concimazione

Infuso foglie erba luisa L'Erba Luisa, essendo un arbusto selvatico, non necessita di particolari cure. Tuttavia, per esigenze sia estetiche che produttive, è possibile attuare alcuni accorgimenti che permettono un migliore sviluppo della pianta. Le potature non sono necessarie, ma è buona regola eliminare le parti secche. Inoltre, a primavera è consigliabile asportare i rami vecchi, in maniera tale da permettere alla vegetazione nuova di svilupparsi liberamente, mentre in autunno, dopo aver effettuato la raccolta delle foglie, è buona norma tagliare i rami che rimangono senza foglie. Per quanto riguarda le concimazioni si raccomanda di somministrare un concime a base di azoto, fosforo e potassio nel periodo primaverile per aiutare la pianta durante la fase di ripresa vegetativa. Durante il periodo estivo si consiglia di utilizzare un concime a base di azoto e di irrigare frequentemente per permettere l'assorbimento di tale nutriente.


Erba luisa: Particolari attenzioni

Erba Luisa vaso L'Erba Luisa è un arbusto molto resistente e poco soggetto ad attacchi di insetti e ad altre problematiche. Tuttavia, nel caso in cui si trovi in ambienti estremamente umidi, con eccessivi ristagni di acqua, si potrebbero creare problemi a livello delle radici, si potrebbe verificare un ingiallimento delle foglie e l'insorgenza di funghi. Per eliminare queste problematiche è sufficiente evitare che il terreno resti troppo bagnato a lungo, cercando di miscelarlo con della sabbia e dell'argilla, così da garantire un miglior drenaggio. Inoltre basta eliminare le foglie e i rami malati per evitare che la presenza di eventuali funghi possa propagarsi. Un altro problema che potrebbe interessare la pianta è una difficoltà a crescere a causa della poca luce. In questo caso, sarebbe opportuno spostare la pianta in un altro luogo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO