Maggiorana coltivazione

La maggiorana, identikit

La maggiorana, nome scientifico Origanum majorana, è una pianta aromatica erbacea a carattere cespuglioso originaria dell'Asia e dell' Africa settentrionale. Nei suoi luoghi di origine cresce spontaneamente ed è una pianta perenne, mentre in Europa perlopiù è coltivata come pianta annuale, vista la scarsa tolleranza alle basse temperature che non le permettono di superare gli inverni. È formata da fusti quadrangolari dal portamento eretto e ricoperti di una fitta peluria che possono raggiungere i sessanta centimetri di altezza. Le foglie, ricoperte anch'esse da una fitta peluria, sono piccole, ovali e dotate di un corto picciolo. La fioritura avviene da Luglio a Settembre. In questo periodo le piante di maggiorana si cospargono di fiorellini di colore bianco-rosato raccolti tra loro in spighe. Segue la fruttificazione composta da capsule ovali di colore scuro.
Maggiorana, primo piano

TERRICCIO EXTRA-FINE PER LA SEMINA E LA COLTIVAZIONE DEGLI ORTAGGI E DELLE PIANTE AROMATICHE CONF. DA 15 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


Maggiorana coltivazione

Maggiorana selvatica Nella coltivazione di maggiorana, per ottenere i risultati sperati, si deve riprodurre l'habitat ideale della pianta in tutto e per tutto. Come abbiamo avuto modo di accennare la maggiorana non sopporta le basse temperature. Ha bisogno di essere esposta in luoghi soleggiati e in spazi aperti perché per una resa ottimale necessita di sole, caldo e di una buona areazione. Cresce molto bene anche in vaso, soprattutto in quelli di terracotta che garantiscono una miglior traspirazione. Una volta trovata la giusta esposizione, il passo successivo sarà dosare bene l'acqua. La maggiorana predilige terreni asciutti, dunque attenzione a non esagerare con le irrigazioni. Per ottenere il meglio dalle nostre piante sarà opportuno fornire acqua solo quando il terreno è completamente asciutto e comunque senza mai inzupparlo. Un terreno troppo bagnato potrebbe portare a un marciume radicale con conseguenti problemi per la maggiorana. Il fabbisogno di acqua è maggiore nelle piantine giovani e durante la fioritura.

  • Foto di Maggiorana La maggiorana appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Origanum ed alla specie majorana.È una pianta perenne che però spesso si coltiva come annuale, alta 20-30 cm e larga 15 cm, con un por...
  • Foglie della pianta della maggiorana La pianta della maggiorana è originaria dell’Africa ma da molti anni viene coltivata anche nel nostro paese. Appartiene alla famiglia delle Lamiaceae e ne esistono numerose varietà che presentano prof...
  • Panoramica Agrumi Gli agrumi sono alberi appartenenti alla famiglia delle Rutaceae e ai generi Citrus (come arancio, limone o pompelmo), Fortunella (cioè il Kumqat) e Poncirus. I tre generi comprendono 18 specie stabil...
  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...

Erbe Aromatiche 480 Semi In 24 Varietà, Collezione Completa di Semi Più Piccola Guida Alla Coltivazione Edizione 2017: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana, Peperoncino Cayenna Rosso, Peperoncino Tondo da Ripieno, Rucola, Cipolla Rossa Tonda di Tropea, Coriandolo, Maggiorana, Anice, Senape Bianca, Crescione Comune, Dragoncello, Melissa e Dente di Leone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Maggiorana riproduzione

Piante di maggiorana La maggiorana si riproduce per semina, talea o divisione della pianta. In caso di semina in campo aperto è opportuno lavorare bene il campo in modo da renderlo soffice affinché i germogli non abbiano difficoltà a emergere dal terreno. Prima di interrare i semi si consiglia una preventiva concimazione che servirà poi da nutrimento alle piante durante tutto il ciclo vitale. In caso di coltivazione maggiorana in vaso andrà più che bene un buon terriccio universale. Il periodo ottimale per la semina è l'inizio della primavera. Se si optasse per l'utilizzo di semenzai, una volta interrati i semi conservateli all'ombra e mantenete umido il terreno fino allo spuntare dei germogli. Questo è valido anche per le semine in vaso. La talea si ottiene prelevando nel mese di giugno rametti non fioriferi di circa dieci centimetri e interrandoli in un composto di torba e sabbia. Una volta che avranno messo le radici si possono mettere a dimora. La moltiplicazione per divisione si effettua a inizio primavera o inizio autunno, dividendo manualmente le piante e mettendole a dimora.


Maggiorana raccolta

Maggiorana in fiore La coltivazione della maggiorana termina con la raccolta. In ambito culinario si consumano sia le foglie che le sommità fiorite. È preferibile utilizzare le foglie fresche perché con l'essicazione, a differenza dell'origano, la maggiorana perde gran parte delle sue proprietà. Tuttavia trova largo uso e consumo anche la maggiorana essiccata. Per una essiccazione ottimale si devono prelevare i rametti in fiore con tutte le foglie, legarli in mazzetti e lasciarli seccare capovolti in luoghi bui e ben areati. Una volta che saranno completamente secchi, i fiori e le foglie dovranno essere finemente spezzettati e conservati in barattoli di vetro. Generalmente si conservano per un anno dal momento dell'essiccazione. Per chi preferisse continuare a utilizzare le foglie fresche è possibile procedere al congelamento delle stesse.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO