Pianta dell'incenso

Che cos'è la pianta dell'incenso e le sue caratteristiche

Il Plectranthus viene chiamato comunemente pianta dell'incenso perché emana normalmente un profumo molto forte che ricorda questa resina. L'odore risulta ancora più intenso quando si strofina oppure si strappa una foglia della pianta. Questa specie è perenne, molto decorativa e si caratterizza per avere un portamento ricadente. Si tratta di una pianta molto apprezzata nei giardini perché scenografica, soprattutto per quanto riguarda gli esemplari appartenenti alle varietà variegate, dove le foglie hanno strisce bianche e verdi. La pianta dell'inenso deve essere innaffiata abbondantemente sia in inverno che in estate; nell'acqua va sciolto regolarmente del fertilizzante liquido. Quando gli esemplari sono coltivati in vaso, bisogna aumentare la dose d'acqua. Se curata a dovere, la pianta mantiene per due o tre anni una bella forma.
Plectranthus pianta

Extragifts Fiori in lattina - Menta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Regole su come coltivare la pianta dell'incenso

Incenso pianta La pianta dell'incenso è molto semplice da coltivare: si sviluppa velocemente e possiede una bellezza originale che dà tante soddisfazioni. Questa specie può anche essere coltivata in vaso come pianta da appartamento negli ambienti interni di casa: si caratterizza per il fatto di essere sempreverde, cespugliosa e strisciante. Di conseguenza si ottengono ottimi risultati anche posizionando gli esemplari sui balconi e sui terrazzi durante la stagione estiva. Possiedono foglie a forma di cuore, la cui tonalità cambia in base alla specie e fiori a pannocchia molto decorativi. Visto che la pianta dell'incenso ha una crescita veloce, bisogna controllarne lo sviluppo con semplici potature. Gli esemplari vanno poste al sole, perché necessitano di numerose ore di luce. In genere giornalmente dovrebbero riceverne almeno tre.

  • Piante di origano selvatico L’origano selvatico è una pianta perenne aromatica ed è originaria della parte occidentale dell’Asia. Cresce spontaneamente nelle zone più aride e assolate fino ad un massimo di duemila metri di quota...
  • Diverse varietà di piante di rosmarino La pianta del rosmarino è un arbusto perenne sempreverde che è presente in tutta la macchia mediterranea. Cresce spontaneamente lungo le coste e con il passare degli anni forma dei cespugli arrotondat...
  • Foto di vaso con lavanda per balcone Acquistate i sacchettini di semi di lavanda nei negozi specializzati oppure nei vivai. Se volete che il vostro terrazzo abbia un profumo inebriante ed inconfondibile procuratevi un vaso ampio che lasc...
  • Erba cipollina selvatica fiorita L’erba cipollina selvatica, nota anche con il nome di aglio orsino, è una pianta erbacea aromatica che alle nostre latitudini cresce spontaneamente. Presenta foglie affusolate setose e cave all’intero...

Lavanda Stoechas Pianta di Lavanda Stoechas in vaso - 10 Piante in Vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Il terreno ideale e come concimare

Fiori incenso Per quanto riguarda la concimazione e il terreno di crescita ideale, il Plectranthus ama i substrati drenati, freschi e con un contenuto abbastanza alto di sostanze nutritive. Si consiglia di mischiare terriccio universale a pietra pomice (oppure ghiaia) e sabbia di fiume: in questo modo si evitano facilmente i ristagni idrici. La pianta dell'incenso teme il freddo e si sviluppa senza problemi in pieno sole: infatti preferisce le lunghe estati caldi. Le temperature non devono scendere sotto i 10°C; in caso contrario gli esemplari devono essere portati in casa. Se crescono in appartamento, la crescita è intensa anche durante il periodo invernale. La pianta dell'incenso viene abbinata preferibilmente ai gerani e alle dipladenie, perché queste specie hanno un'ottima resistenza al sole. Si consiglia di cimare in primavera gli apici vegetativi per stimolare la produzione di vegetazione.


Pianta dell'incenso: Protezione e malattie

Pianta aromatica La pianta dell’incenso teme soprattutto i marciumi radicali e l’oidio: in quest'ultimo caso la patologia si manifesta se il clima è troppo umido. Nel primo caso, invece, si ha a che fare con ristagni idrici nel terreno oppure nel sottovaso. Alcuni sintomi sono la presenza di cime annerite e foglie dai bordi danneggiati. Per risolvere questo problema bisogna ridurre il numero e la quantità delle annaffiature; inoltre si consiglia di rinvasare l'esemplare appena possibile. Si deve cambiare il terriccio contenuto nel vaso e aggiungere materiale drenante. La pianta dell'incenso si sviluppa meglio se posta all'aperto e se riceve abbastanza luce. Se sono presenti infestazioni di parassiti, si può usare un insetticida a largo spettro oppure un prodotto specifico per eliminare il problema. Si comprano in qualunque negozio garden.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO