Piante aromatiche balcone

Le piante aromatiche: i cicli vitali

Il clima del nostro bel paese ci permette di coltivare abbastanza facilmente le piante aromatiche in balcone. Con qualche accorgimento in più per le regioni settentrionali che hanno inverni più rigidi avremo l'opportunità di beneficiare della compagnia delle nostre piantine e dei loro profumi e sapori inconfondibili. Tra tutte le aromatiche, di certo basilico, prezzemolo, rosmarino, origano, timo, salvia e menta sono tra le più conosciute e apprezzate. Queste si dividono in piante annuali, biennali e perenni. La differenza sta nel ciclo vitale. Il basilico, ad esempio, è una pianta annuale, dunque nell'arco dell'anno solare si passerà dal seme alla pianta adulta, ai fiori e nuovamente ai semi. Il prezzemolo raggiunge la maturità per produrre i semi in due anni, quindi il ciclo vitale è doppio rispetto al basilico. Le altre citate sono invece perenni, ovvero hanno cicli periodici di fioritura e raccolta semi, ma a dispetto delle annuali e biennali ci faranno compagnia per un bel pò di tempo.
Principali piante aromatiche

Zulux 10 Pezzi Fioriera Sospesa Vaso Pensile a Trifoglio Ferro per Piante Erbe Aromatiche 10 Colore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,99€


Scelta delle piante aromatiche e giusta esposizione

Aromatiche in balconePer avere delle piante aromatiche in balcone sane e vigorose, prima di tutto bisogna assicurarsi di acquistare piante in salute. Dunque se non avete la pazienza di comprare i semi delle varietà che desiderate, il consiglio è di fare bene attenzione all'aspetto. Devono avere un bel colore, un buon profumo ed essere rigogliose. Meglio acquistarle in un vivaio, ma se avrete occhio potrete fare ottimi acquisti anche nei supermercati. Una volta a casa con le vostre piantine provvedete subito a rinvasarle in un vaso più grande e annaffiate abbondantemente. Perlomeno il primo giorno non esponetele subito al sole, dategli il tempo di ambientarsi. Il passo successivo è trovare la giusta collocazione. Tutte le piante aromatiche hanno bisogno del sole. Dovrete garantirgliene l'esposizione diretta per almeno qualche ora al giorno, meglio se non durante le ore più calde. Il prezzemolo e la menta crescono bene anche in penombra. Al termine del periodo caldo nelle regioni dagli inverni rigidi è opportuno tenere le piantine in casa, in una stanza esposta a Sud. Nelle regioni del centro sud possiamo tenere le piante aromatiche in balcone, posizionandole vicino le pareti al riparo dai venti freddi.

  • Fiore della senape La pianta della senape appartiene alla grande famiglia delle crocifere ed è conosciuta anche col nome scientifico di brassica. Si tratta di una pianta di tipo erbaceo annuale che è dotata di gambi ere...
  • una fitta siepe di rosmarino La coltivazione del rosmarino si può effettuare con discreto successo in qualsiasi terreno che sia ben drenato ed in posizione soleggiata, purché la pianta sia sufficientemente protetta dai venti fred...
  • Il fiore zafferano Lo zafferano è una delle piante più antiche presenti nei nostri orti. Originaria delle aree dell'Asia Mediterranea, la sua diffusione è dovuta ai Greci, che ne iniziarono la coltivazione in tutta l'ar...
  • Pianta di origano L'origano è una pianta erbacea perenne a carattere cespuglioso. Cresce spontaneamente nelle aree mediterranee, prediligendo zone assolate e aride. Viene coltivata per utilizzo alimentare e a scopo ter...

Easy kit Orto per gli Aromi - starter kit di semina per coltivare piante e erbe aromatiche - istruzioni online in tempo reale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,49€


Dosare bene l'acqua

Timo in fioreUna volta posizionate correttamente le nostre piante aromatiche in balcone, lo step successivo, che farà la differenza tra avere piante che vivranno a lungo in salute o vederle seccate prima del tempo sarà l'annaffiatura. Non tutti sanno che dare tanta acqua e troppo spesso alle piante è più dannoso della siccità. Dunque valutiamo bene la grandezza del vaso e procediamo con la somministrazione dell'acqua solamente quando il terreno sarà ben asciutto. Specialmente al termine dell'estate si dovrà procedere gradualmente a distanziare sempre più i giorni tra un'innaffiatura e l'altra. Questo eviterà anche patologie alle nostre piante, perché in terreni particolarmente umidi trovano il loro habitat naturale i principali nemici delle piante aromatiche, i cosiddetti funghi. Questi una volta che avranno attaccato i nostri vasi saranno difficili da debellare, quindi la miglior arma è sempre prevenirne l'insorgere. Se avremo dosato bene l'acqua arriveremo a vedere le nostre piante aromatiche in balcone nello splendore delle loro fioriture.


Piante aromatiche balcone: Utilizzo in cucina

Arricchiscono sughi, carne, pesce, minestre e zuppe. Vediamo l'utilizzo delle più diffuse piante aromatiche. Basilico: ideale aggiunto fresco al classico sugo con i pomodorini freschi, immancabile sulla pizza margherita,trova nei pomodori e nella mozzarella i suoi partner ideali. Rosmarino: il suo profumo ci rimanda subito a grigliate di carne e pesce e alle patate al forno. Timo: dal profumo caratteristico è l'elemento essenziale per la selvaggina, ma anche per dare un tocco originale e di classe a sughi di carne e a salse per accompagnare carni al forno. Prezzemolo: impensabili gli spaghetti alle vongole e il soutè di cozze senza di lui. Origano: da provare assolutamente fresco sui pomodori o nella salsa "pizzaiola". Si possono utilizzare sia fresche che facendole essiccare. Per l'essiccazione è sufficiente tagliare i ramoscelli e appenderli al buio a testa in giù. Una volta secchi si sminuzzano le foglie e si conservano in barattoli per alimenti, per un anno. Oltre tutto ciò sono scientificamente provati gli effetti benefici sul nostro organismo di tutte le aromatiche. Un motivo in più per aver piante aromatiche in balcone.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO