Salvia coltivazione, come farla

Coltivazione e irrigazione

La salvia è una coltivazione perfetta per l'orto e per il giardino. Questa pianta, quando fiorirà, sarà anche molto bella esteticamente ed abbellirà il nostro angolo di verde. Possiamo metterla a dimora al centro di un'aiuola, nel giardino di fronte a casa o nell'orto, in una zona che abbiamo lasciato libera dalle verdure. Peraltro la salvia, col suo profumo, terrà lontani alcuni insetti. Una volta cresciuta la pianta sarà praticamente autosufficiente dal punto di vista dell'approvvigionamento idrico. Soltanto nei mesi estivi potrebbe essere necessario ricorrere alle annaffiature manuali e per una pianta non sarà comunque necessario installare alcun impianto fisso di irrigazione. Ovviamente dovremo considerare la regione in cui abitiamo e la piovosità stagionale. Anche la salvia soffre durante i periodi di siccità prolungata.
Salvia pianta

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà, Collezione 1, Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Come prendersi cura della salvia

Salvia aromatica La salvia è una coltivazione da cui otterremo una pianta molto rustica, che troviamo facilmente di fronte alle case, anche dove non è particolarmente curata. Resiste abbastanza bene, anche se dopo la fioritura sarebbe opportuno effettuare la potatura e, dopo l'inverno, bisognerebbe togliere le parti secche e danneggiate per favorire lo sviluppo vegetativo primaverile evitando anche di far diffondere eventuali patologie. Non necessita di sostegni per crescere e può essere messa direttamente a dimora in una zona dove avremo cura di togliere periodicamente le erbacce infestanti che sottraggono importanti nutrimenti. Raccogliendo le foglioline a scalare, a seconda delle esigenze che abbiamo in cucina, favoriamo una nuova produzione rendendo peraltro sempre più resistente la nostra pianta di salvia. Quando preleviamo le foglie dobbiamo stare attenti a non danneggiarne la stabilità, potendo operare o direttamente con le mani o con l'ausilio di un attrezzo da taglio ben affilato e pulito.

  • pianta di salvia La salvia, denominata anche salvia comune o domestica, appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Salvia ed alla specie officinalis. È una pianta perenne alta e larga da 30 a 70 cm, con un port...
  • Salvia in fiore La salvia è una pianta rustica, che vive bene se esposta in pieno sole. Coltivare la salvia è piuttosto semplice e può crescere anche in vaso, a condizione che ci sia una buona circolazione dell'aria....
  • Varietà di basilico La pianta del basilico appartiene alla famiglia delle Lamiacee ed è un arbusto annuale di piccole dimensioni. E’ originario dell’Asia ma viene coltivato anche nel nostro paese da molti anni. È caratte...

Pianta aromatiche N.6 vasi x 2 pack (in vaso diam.9cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Terreno e concimazione

Piante aromatiche La salvia si adatta abbastanza bene a tutti i tipi di terreno. Se decidiamo di metterla nell'orto dove sono già state piantate in passato altre piante, può essere sufficiente interrare il panetto di terra contenuto nel vaso. Se invece dubitiamo che il terreno possa non essere fertile, la soluzione migliore è intervenire preventivamente con un apporto di concime organico o di compost. Quando la terra avrà assorbito le sostanze nutrienti, potremo piantare la nostra salvia che crescerà rigogliosa. L'unica accortezza è che si tratti di una zona del giardino o dell'orto dove il drenaggio è ben assicurato e le precipitazioni atmosferiche vengono ben assorbite. Pertanto sarebbe buona norma preparare il terreno con una vangatura e una zappatura almeno di 25cm, verificando che la terra sia abbastanza soffice e leggera.


Salvia coltivazione, come farla: Esposizione, clima e raccolta

Salvia raccolta foglie La salvia cresce bene nelle zone soleggiate ma si adatta anche a condizioni dove l'irraggiamento diretto non arriva per tutta la giornata. L'importante è che vi sia una buona areazione, fattore che influisce notevolmente anche sui sapori. La salvia può essere attaccata da patologie fungine, parassiti e altre malattie. Poiché si tratta di una pianta le cui qualità vengono apprezzate in cucina, sarebbe bene evitare i prodotti chimici privilegiando, all'occorrenza, il trattamento con decotti di erbe. Il più delle volte, tuttavia, quando vediamo insorgere marciumi, la causa potrebbe semplicemente essere l'esagerato apporto idrico. Correggendo le annaffiature il problema dovrebbe sparire spontaneamente. La salvia può essere raccolta e consumata fresca, meglio se lavata sotto acqua corrente, oppure si può conservare per alcuni giorni in frigo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO