Fagiolini rampicanti

Fagiolini rampicanti: proprietà e caratteristiche

I fagiolini sono un ortaggio molto presente nelle tavole povere, specie in Toscana dove è un legume presente in ogni ricetta – basta pensare alle varie minestre e alla famosa ribollita, una zuppa tipica della cucina povera dove è uno degli ingredienti principali. Questo si deve al fatto che la coltivazione del fagiolino è a basso costo e che il fagiolino, insieme al fagiolo, ha molte proprietà nutritive e gustative. I suoi frutti sono i semi contenuti nei frutti, chiamati baccelli o legumi, e solitamente ogni baccello ha un numero di frutti che varia nel numero tra i 2 e i 10; anche il peso varia in relazione alla varietà, così come la lunghezza e la larghezza. Il colore esterno del baccello cambia a seconda delle diverse temperature, dal verde al giallo, a quello screziato di rosso o violaceo; mentre il colore dei fiori va dal bianco, al giallo, al rosato, al rosso e al violetto. Le foglie sono trifolate a punta e con la crescita della pianta si sviluppano numerosi radici laterali, ramificate.
fagiolini rampicanti verdi

Kings semi di fagiolo rampicante yard Long

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


La coltivazione dei fagiolini rampicanti

fagiolini orto in casa La coltivazione dei fagiolini rampicanti non richiede particolari attrezzature e si adatta bene ad ogni spazio. I fusti del fagiolo rampicante possono raggiungere e superare i 3-4 metri di lunghezza e sono privi di organi il che permette loro di aderire ai sostegni e riescono ad arrampicarsi perché si attorcigliano ai sostegni stessi. La coltivazione del fagiolo rampicante si adatta bene al clima italiano, anche se la pianta predilige zone con un clima mite e non cresce, invece, in zone soggette a piogge prolungate perché resiste male alle basse temperature (la pianta cresce rigogliosa in zone con una temperatura variabile tra i 21 e i 25°C); la coltura dura dai 110 ai 150 giorni ed in pianura, ad esempio in quella padana, avviene in primavera, alla fine del mese di Aprile. La semina prosegue nei mesi estivi, sino alla metà di giugno per i rampicanti e di luglio per la varietà nana.

  • zucchine1 La zucchina (Cucurbita pepo) è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, caratterizzata da un cespuglio formato a partire dal fusto strisciante oppure rampicante, comunque fle...
  • porro Il porro (Allium porrum) è una pianta erbacea monocotiledone appartenente alla famiglia delle Liliaceae caratterizzata da falsi fusti simili a bulbi nella loro parte inferiori, formati in realtà da pi...
  • Quanto conosci dell'orto? Saresti in grado di prendertene cura? Divertiti con questa sezione, giocando e imparando tutti i segreti per coltivare l'orto...
  • La coltivazione dell'orto è diventato un vero e proprio hobby in quanto permette di creare qualcosa di proprio e avere soddisfazioni già dalla nascita del primo germoglio. Nel tuo piccolo spazio verde...

Tenax Rete Flora Verde Mt. 2X20 57006511

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,79€


Come coltivare i fagiolini rampicanti: tecniche

filari fagiolini rampicanti Il terreno più adatto alla coltivazione dei fagiolini è quello con una buona concentrazione organica, non si sviluppa bene in terreni umidi ed è necessario evitare ristagni d’acqua e temperature rigide (non inferiori ai 15°C) che porterebbero la pianta alla morte. I terreni in cui si forma una crosta superficiale, devono essere bene concimati e lavorati con la vanga. I semi devono essere piantati ad una distanza tra le file di circa 70-120 cm, mentre sulla fila la distanza tra le piante è di circa 5 cm; il fagiolino viene inserito nel terreno a circa 2-3 cm e per evitare le temperature più rigide, come avviene per le melanzane, vengono ricoperti da un tessuto di plastica. Altri piantano il fagiolino in un terreno che nella parte superficiale presenta sabbia o realizzano una pacciamatura con la paglia che permette al terreno di rimanere fresco e limita la dispersione di umidità. Una volta che i frutti dei fagiolini sono germinati, bisogna eseguire un diradamento. I pali vengono inseriti nel terreno e presentano un’altezza variabile tra 1,50 e 200 cm.


La coltivazione dei fagiolini con pane di terra

insieme fagiolini rampicanti Il fagiolino può essere coltivato sia in campo aperto sia in serra, di solito quest’ultima coltivazione avviene solo per anticipare la sua produzione, da aprile alla seconda metà di marzo. Un altro modo di coltivare le piantine è con pane di terra, ovvero utilizzando dei contenitori. Per questo tipo di coltivazione è necessario utilizzare dei contenitori, solitamente di dimensioni standard (50X30 cm) riempiti di terriccio da semina. Questi contenitori hanno tra i 40 e i 50 alveoli; possono essere usati anche i vasetti da yogurt o le cassette di legno da frutta con contenitori in plastica all’interno. Non appena il fagiolino sarà germinato, la piantina verrà trapiantata. Il periodo della fioritura non richiede molta irrigazione. Una alternativa ai sostegni sono i rami o le reti, facilmente reperibili in qualsiasi negozio di settore. Solitamente i fagiolini vengono coltivati insieme a lattughe e ravanelli dato il loro limitato sviluppo vegetativo, meno adatte sono le associazioni con lo zucchino e la melanzane.




COMMENTI SULL' ARTICOLO