Come creare un bonsai

Come scegliere i semi per il bonsai

Quando si decide di creare un bonsai dai semi, il primo passo da fare è acquistare i semi della specie di bonsai che si desidera realizzare. In alternativa, è possibile raccoglierli sul terreno dai bacelli rilasciati con cadenza generalmente annuale da arbusti come il faggio, l'acero, la quercia, l'ippocastano, l'olmo, il frassino, cioè specie di piante appartenenti alla famiglia degli alberi decidui, per prepararsi alla stagione invernale. In questo modo, anche per il principiante che vuol creare dal seme la propria pianta di bonsai, è possibile ottenere i semi di queste specie. In particolare, i semi delle querce (ghiande), appena raccolti all’inizio dell’autunno, sono verdi e, quindi, freschi. Essi costituiscono senza dubbio un ottimo inizio per creare una pianta di bonsai sana e robusta.
Un maestoso albero di quercia

BESTOMZ Fata Giardino Ornamento Miniature Fairy Garden, 58 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 43,96€)


La germinazione e la stratificazione dei semi

Tipici vasi per bonsai Il passo successivo, particolarmente delicato, è di consentire al seme scelto e poi interrato, di germinare (o germogliare). Il seme del bonsai richiede un pretrattamento invernale chiamato stratificazione: prima della semina vera e propria (fatta in primavera o all'inizio dell'autunno), è necessario "abituarlo" al freddo invernale all'interno di un vaso di terracotta pieno di una miscela costituita da sabbia e torba. In alternativa, è possibile porre i semi in un sacchetto di plastica, chiuso e con all'interno del terreno umido, in uno scomparto del frigorifero per simulare la stagione fredda. Come se il seme dovesse "memorizzare" le iniziali fredde temperature invernali ed il calore via via crescente della primavera. Servono generalmente cinque anni per poter vedere un bonsai di medie dimensioni.

  • Bonsai di Pino Nero Sicuramente molto ricercati per la loro particolarità ed eleganza, i Bonsai sono dei veri e propri alberi in miniatura, diciamo pure ridotti in scala. Eseguono le stesse funzioni degli alberi cresciut...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...
  • bacche Mirtillo Il mirtillo appartiene alla famiglia delle Ericacee ed al genere Vaccinum; le specie più importanti sono: il mirtillo nero (Vaccinum myrtillus), il mirtillo rosso europeo (Vaccinum vitis idaea), il mi...

14pcs strumenti di giardinaggio Giardinaggio Prodotti mini Attrezzi da giardinaggio Attrezzi fiori piante in vaso mini pala / multifunzione fiori selvatici piccola pala

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,5€
(Risparmi 10,4€)


La nascita della piantina

Il germoglio dei bonsai Non appena i semi cominciano a germogliare, le piccole piantine si prelevano dal frigorifero e si ripongono in un vaso o comunque in un contenitore di piccole dimensioni colmo di terriccio. Naturalmente se ai semi è stato permesso di germinare in modo naturale all’aperto, rimarranno nel proprio vaso. Si scava, dunque, un piccolo buco nel terriccio e si dispone il germoglio verso l’alto e la radice, ovviamente, verso il basso. Il terriccio intorno al germoglio deve essere immediatamente inumidito, una condizione che deve essere mantenuta con costanza nel tempo; l’aggiunta di una quantità d'acqua eccessiva farebbe marcire il germoglio. Similmente, per almeno due mesi dal germoglio, non è consigliabile usare fertilizzanti almeno fino ad una stabilizzazione della piantina nel nuovo contenitore.


Come creare un bonsai: Curare la crescita del bonsai

Il bonsai adulto Il germoglio crescerà nel tempo se il vaso sarà posizionato in una zona a temperatura adeguata. Esporre la giovane pianta a temperature fredde comporterà la loro morte. Con l’avvicinarsi della primavera è opportuno introdurre gradualmente la pianta all’esterno, controllando che non sia esposta al vento. Allo stesso modo lunghe esposizioni al sole risulteranno dannose, così come un eccesso contenuto d'acqua nel terreno: è necessaria solo un po' di umidità.Quando la crescita della pianta sarà più evidente (solitamente dopo due o tre anni), bisognerà posizionarla in un vaso più grande. Infine, quando la crescita si sarà stabilizzata, il bonsai potrà essere collocato in un ambiente per ricevere il sole al mattino ed ombra nel pomeriggio, purché la specie sia tra quelle che richiedono tale alternanza.


Guarda il Video
  • creare bonsai Benché prediliga soprattutto l’ambiente esterno, il bonsai olivo, così come la maggior parte dei bonsai da frutto (dal m
    visita : creare bonsai

COMMENTI SULL' ARTICOLO