Glicine bonsai

La specie e le varietà di Glicine bonsai

Appartenente alla famiglia delle Papilionaceae, il genere di piante Wisteria è più comunemente noto con il nome di Glicine. I bonsai si caratterizzano per la vistosa ed elegante fioritura e si distinguono principalmente in due varietà. La prima è denominata Wisteria floribunda, questa pianta si caratterizza per il dischiudersi graduale delle infiorescenze riunite a grappolo, la seconda varietà viene chiamata Wisteria sinensis si contraddistingue dalla precedente per lo sbocciare simultaneo dei boccioli. Il portamento delle due varietà è molto similare sia per quel che riguarda le ramificazioni sia per l'apparato radicale e la corteccia. I colori delle infiorescenze variano dal bianco al viola chiaro. In inverno, durante il riposo vegetativo, perde l'intera chioma fogliare, il periodo della fioritura precede l'emissione delle foglie di colore verde chiaro.
Varietà di Wisteria floribunda in fiore

GRÜNTEK Teflon Cesoie per giardino FALKE (FALCO) con lama da 48 mm Forbici in acciaio giapponese SK5, rivestita Teflon, terra di Precisione, ByPass con maniglie ergonomiche, verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,49€
(Risparmi 4,46€)


Coltivazione del Glicine bonsai

Esemplare di Wisteria sinensis in fiore Tra i bonsai più adatti a vivere in ambienti esterni il Glicine è una pianta resistente al freddo, se viene riparata dalle forti correnti invernali. Un misto di terriccio universale mescolato con porzioni di argilla e sabbia, garantisce il buon drenaggio delle annaffiature. Eliminando l'insorgere di possibili muffe e marciumi all'apparato radicale, che causano il veloce deperimento della pianta. Infatti, il Glicine bonsai richiede irrigazioni regolari e costanti per tutto l'anno, soprattutto sono indispensabile al fine di ottenere una fioritura copiosa e abbondante. Per mantenere le condizioni ottimali della pianta, in estate, è opportuno posizionare un sottovaso colmo d'acqua. L'esposizione deve essere molto soleggiata e durante i mesi estivi più caldi, conviene riparare il Glicine bonsai a mezz'ombra.

    astage BONSAI TOOL Azalea scissors Made in japan

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,24€


    Potatura e pinzatura del Glicine bonsai

    Esemplare di Wisteria floribunda in fiore Come tutti i bonsai anche il Glicine ha bisogno della potatura di formazione per assumere la forma desiderata. Viene effettuata all'inizio della stagione primaverile, prima del risveglio vegetativo della pianta. Il Glicine bonsai rimargina con molta difficoltà le ferite sulle ramificazioni potate, per evitare l'insorgere di muffe e marciume è necessario medicare con della polvere cicatrizzante ed antiparassitaria. Al termine del periodo della fioritura occorre intervenire nuovamente, per eliminare le infiorescenze appassite e per ridefinire le forme della chioma. La pinzatura è fondamentale per tutti i nuovi germogli che si sviluppano sui rami del Glicine bonsai. Tecnica importante da eseguire manualmente e frequentemente per assicurare lo sviluppo e la crescita delle gemme che vengono emesse alle estremità delle nuove ramificazioni. Gli attrezzi e vasi per bonsai si possono trovare da rivenditori specializzati.


    Concimazione e rinvaso del Glicine bonsai

    Varietà di Wisteria sinensis Per ottenere una ricca e abbondante fioritura, oltre che una pianta resistente e sana, è opportuno somministrare periodicamente un concime specifico, per apportare tutti gli elementi nutritivi di cui ha bisogno il Glicine bonsai. Durante la stagione autunnale e parte di quella invernale, occorre nutrire le radici con un concime organico da diluire nell'acqua delle innaffiature. Con l'inizio del periodo vegetativo, in primavera, si riprende regolarmente la somministrazione fino alla pausa estiva che combacia con i mesi di luglio e agosto. La specie del Glicine bonsai si contraddistingue per l'apparato radicale vigoroso, infatti è consigliabile utilizzare dei vasi profondi per soddisfare l'esigenza di spazio delle radici sottili e lunghe. Inoltre, data la richiesta di continue irrigazioni è utile applicare una griglia sui fori di drenaggio, per evitare possibili ristagni d'acqua.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO