Ulivo bonsai

Le principali caratteristiche delle piante di Ulivo bonsai

L'Ulivo bonsai appartiene alla famiglia delle Oleaceae, la specie più impiegata a scopo ornamentale e facilmente reperibile in commercio, è denominata Olea europaea. Questi esemplari, sono originari dei territori caucasici, le principali caratteristiche decorative sono il massiccio, attorcigliato tronco e le fitte ramificazioni flessuose che donano un aspetto vetusto anche agli esemplari di Ulivo bonsai più giovani. Piante resistenti adatte alla coltivazione all'aperto, hanno il fogliame sempreverde, coriaceo, di forma lanceolata oppure ellittica. In primavera inoltrata ha inizio il periodo della fioritura che consiste con l'emissione di infiorescenze riunite in pannocchie, bianche e di piccole dimensioni. Successivamente, compaiono i frutti, le olive che crescono numerose sui rami dell'Ulivo bonsai, a partire dal primo anno di vita.
Pianta di Ulivo bonsai

Olio di camelia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,08€


Tecniche colturali delle piante di Ulivo bonsai

Esemplari di Ulivo bonsai Le piante di Ulivo bonsai preferiscono essere posizionate in luoghi ben soleggiati e luminosi mentre devono essere riparate dalle correnti forti e dalle gelate prolungate delle stagioni invernali. Per uno sviluppo e una crescita rigogliosa il terreno del vaso deve essere abbastanza sciolto, composto da del terriccio universale mescolato con porzioni di argilla e torba in parti uguali, per assicurare il corretto drenaggio delle irrigazioni ed evitare l'insorgere di possibili malattie fungine oppure di marcescenze. Il supporto idrico deve essere regolare e frequente a partire dalla primavera e per tutti i mesi estivi, è consigliabile attendere che il substrato sia ben asciutto prima di irrigare nuovamente. A partire dalla stagione autunnale, le annaffiature vengono ridotte allo stretto necessario.

  • <b>Bonsai olivo</b> L' olivo che si coltiva in Italia (Olea Europea) è una pianta molto robusta e che vive a lungo, con un tronco molto particolare ricco di cavità che si attorciglia spesso su se stesso acquistando forme...
  • Bonsai olivo Il bonsai olivo è un tipo di pianta nana che riproduce quella a grandezza naturale. Come tutti gli altri tipi di bonsai, bisogna annaffiarlo durante tutto il periodo dell'anno, non credete alle leggen...

Aquarium Aquascaping und Reinigung Werkzeuge Set f&#252;r Wasserpflanzen

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,95€


Gli interventi di potatura, rinvaso e pinzatura dell'Ulivo bonsai

La pianta di Ulivo bonsai Gli interventi di potatura vanno determinati in base al contesto climatico, nelle regioni più fredde il periodo ideale è in estate mentre nei territori dal clima più temperato, è possibile effettuare l'operazione sia in primavera che in autunno. La chioma deve venire sfoltita dai rami in eccesso e vanno eliminati i polloni che nascono alla base del tronco. Le piante di Ulivo bonsai vanno rinvasate in primavera, avendo cura di accorciare le radici più lunghe. Per eseguire correttamente la potatura e il rinvaso sono indispensabili, gli attrezzi e vasi per bonsai specifici. La pinzatura viene impiegata soprattutto sugli esemplari giovani di Ulivo bonsai per indirizzare la crescita alla forma desiderata. I nuovi germogli vengono cimati, quando raggiungono la lunghezza desiderata. La pinzatura si pratica per tutto l'arco della crescita e viene sospesa solo durante la stasi vegetativa, durante i mesi della stagione estiva.


Concimazione e avversità delle piante di Ulivo bonsai

Esemplare di Ulivo bonsai I bonsai della specie di piante di Ulivo hanno bisogno di concimazioni mirate e da somministrare in determinati periodi dell'anno. Infatti, un fertilizzante organico liquido da diluire nelle irrigazioni a partire dalla primavera e fino alla stagione autunnale, fornisce tutti gli elementi nutritivi necessari per una crescita rigogliosa. È importante sospendere le concimazioni durante la stasi vegetativa dei mesi estivi, di luglio e agosto. Sebbene siano piante resistenti gli Ulivo bonsai possono essere attaccati da parassiti, quali cocciniglie, ragnetti rossi e afidi. Per prevenire possibili infestazioni, è consigliabile somministrare un insetticida specifico. Inoltre, un altro nemico da non sottovalutare è la fumaggine, che può colpire la chioma fogliare e deve essere trattata con prodotti mirati e anticrittogamici.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO