Vaso bonsai

Cosa sono i bonsai

Il nome Bonsai indica letteralmente una "pianta in vaso", ovvero una pianta che si trova in un contenitore basso, ed è di origine giapponese. L'origine del nome, però, non è equivalente all'origine di questa forma di arte di giardinaggio che nasce in Cina più di duemila anni fa. In Occidente questi piccoli alberi sono stati introdotti nel ventesimo secolo e hanno trovato riscontri positivi soltanto dagli anno 80-90 in poi. Oggi sono molto apprezzati in quanto, date le misure ridotte e le forme armoniche che si riescono ad ottenere, possono essere coltivate sia negli appartamenti che sui balconi. La scelta iniziale del bonsai deve proprio partire da questa scelta: acquistare una pianta da interno o da esterno perché, essendo piante delicate, non possono facilmente abituarsi a fattori climatici diversi da quelli che trovano nel loro habitat naturale.
Esemplare di acero bonsai.

Vaso per bonsai Cinese rettangolare smaltato blu 20x11x5 cm - Art. C7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


La forma e le dimensioni del vaso bonsai

Alcuni esempi di vasi bonsai giapponesi antichi. La forma e le dimensioni del vaso bonsai variano a seconda di diversi fattori, sia di tipo estetico che di funzionalità alla pianta (più grande nel periodo dell'accrescimento e più piccolo una volta sviluppate e potate le radici). Infatti, la grandezza del vaso dovrà essere proporzionata al vostro albero, seguirne la forma senza risultare sbilanciato (il verso dei rami è fondamentale, dipende dal loro andamento, se verticale o orizzontale, e se laterale il bonsai dovrà essere decentrato armoniosamente), e cambiato durante il periodo della crescita fin ad ottenere il risultato voluto. Altra importante considerazione da fare è la varietà di pianta: alcune vengono considerate maschili a causa del loro fusto vigoroso, della corteccia evidente e della forma del tronco conico (ad es. le conifere), altre come femminili per il loro aspetto più delicato e sinuoso e la corteccia liscia (ad es. l'acero giapponese). Per un bonsai maschile è più indicata una forma con spigoli vivi, per quello femminile uno arrotondato.

  • Questo bonsai ha bisogno di un rinvaso Il rinvaso del bonsai è una operazione molto delicata che va effettuata più volte nel corso della vita della nostra pianta: va eseguita con attenzione in maniera tale da non sottoporla ad eccessivo st...
  • cura bonsai albero Per evitare che un albero rimanga per troppo tempo legato al vaso e, quindi, per non portarlo alla morte per assenza nutrizionale, un rinvaso regolare è fondamentale. Il rinvaso del vostro Bonsai farà...

Retina di drenaggio in plastica 54x54 mm per vasi bonsai, 21 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Indicazioni sulle misure del vaso e scelta del materiale

Vaso non smaltato a sinistra e vaso smaltato a destra.Esistono numerose varietà di vaso bonsai, diversi per forma e dimensioni, sia dal punto di vista della larghezza che della profondità. Se, come già accennato, una pianta giovane ha bisogno di spazio per radicare bene, una volta sviluppato l'apparato radicale può essere potato e l'albero può essere piantato in un vaso di dimensioni più piccole. Secondo i canoni estetici il vaso dovrebbe essere lungo i 2/3 dell'altezza della pianta, se rettangolare, e con diametro di circa 1/3 dell'altezza del tronco se di forma rotonda. L'altezza, invece, dipende dalla struttura delle radici stesse, ovvero se tendono ad allargarsi o a crescere in profondità. Per quanto riguarda il materiale, è una scelta puramente estetica e personale. Esistono vasi smaltati e in terracotta, decorati con bassorilievi, dipinti o lavorati con effetti delicati o grossolani: la scelta può essere fatta soltanto seguendo il proprio gusto e il tipo di risultato che si vuole ottenere.


Vaso bonsai: I colori del vaso bonsai

Un meraviglioso vaso giapponese Anche il colore del vaso bonsai è indice della personalità di chi lo ha scelto. Si può ricercare l'armonia tra pianta e scala cromatica oppure un netto contrasto, che però non è proprio dell'arte bonsai sempre alla ricerca della riproduzione "in vaso" della natura, oppure valorizzare le peculiarità dell'albero.Ecco alcune indicazioni per la scelta del colore del vostro vaso. Se la pianta produce fiori o frutti di colori vivaci, può essere indicato un vaso smaltato anche lucido o dipinto che riproduca lo stesso colore; se i fiori sono bianchi è preferibile uno marrone, per il delicato acero rosso uno in terracotta con forma ovale o tonda, blu per piante da fiore come le azalee, verde per alberi dal tronco chiaro e non eccessivamente conico, marrone intenso con forma spigolosa e molto mascolina per il pino e per tutte le conifere.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO