Zelkova

Zelkova

La zelkova è un genere di piante a carattere deciduo che appartiene alla famiglia delle Ulmaceae. La pianta presenta dimensioni variabili in natura che potrebbero variare dalla forma a cespuglio alla forma arborea con altezze che potrebbero arrivare anche a 35 metri. La zelkova mostra foglie di taglia media, con una colorazione verde e una forma ovale e dentellata, mentre la corteccia ha una colorazione marrone. La chioma appare solitamente molto tondeggiante. I fiori hanno una colorazione verde, risultano poco appariscenti e non rappresentano la parte ornamentale della pianta. Le foglie prima di cadere in autunno presentano una colorazione giallo-arancione. Siccome risulta essere una pianta particolarmente resistente viene spesso utilizzata per la realizzazione di bonsai, soprattutto per i neofiti.
Zelkova

Jedfild Arredamento rinnovato film autoadesivo Wallpaper lo sfondo armadio guardaroba tabella libro porta vecchia parete in legno carta, 10 metri impermeabile W1802 Wong zelkova legno, Re

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48,9€


Coltivazione della zelkova

Bonsai zelkova La zelkova o olmo giapponese è resistente ai parassiti e alle malattie, solitamente ha un portamento deciduo, ma se coltivata a bonsai in appartamento potrebbe assumere le caratteristiche di una pianta sempreverde. La pianta predilige posizioni luminose in pieno sole, sia in interno sia in esterno, anche se durante i periodi maggiormente caldi sarebbe necessario posizionarla in una zona ombreggiata. In caso di inverni particolarmente freddi sarebbe opportuno proteggere il vaso e le radici con dei tessuti appositi, in caso la pianta sia conservata all'aperto. La zelkova non ha necessità di abbondanti innaffiature, si dovrebbe provvedere alla somministrazione quando il terreno risulti secco. Durante il periodo invernale sarebbe opportuno irrigare una volta al mese, nel periodo vegetativo si dovrebbe aggiungere del fertilizzante alle annaffiature, una volta ogni 15 giorni.

  • Zelkova Bonsai La Zelkova Bonsai, conosciuta anche come olmo giapponese, è una pianta originaria del Giappone e della Cina e appartiene al genere Ulmus, lo stesso degli olmi europei e americani. Si tratta di una pia...
  • Un esemplare di bonsai di zelkova La zelkova è una pianta che viene chiamata anche olmo giapponese perché fa parte della famiglia degli ulmus, genere al quale appartengono anche tanti olmi delle nostre latitudini: in natura può raggiu...
  • ficusginseng1. Il Ficus ginseng è una delle tante specie di piante appartenenti al genere Ficus. Il nome botanico di questa specie è Ficus retusa o microcarpa, ma è stato sostituito con il termine “ginseng” per via ...
  • Forbici giardinaggio Nonostante la tecnologia venga spesso in soccorso degli amanti del giardinaggio, per i più fini lavori di precisione la manualità svolge ancora un ruolo preponderante: nessuno strumento elettrico è in...

Jedfild spessa impermeabile autoadesivo in PVC Wall Paper Boeing film effetto decorativo porta mobili armadio guardaroba. Renovated sticker, Huang Zelkova Wood 60 cm Wide * 3 m Long, grande

Prezzo: in offerta su Amazon a: 60,28€


Cura della zelkova

Bonsai zelkovaIl terreno ideale per la coltivazione della zelkova dovrebbe essere una miscela di sabbia, argilla e torba. I bonsai giovani dovrebbero essere rinvasati una volta all'anno oppure uno ogni 2, a seconda di quanto velocemente cresca la pianta. Il rinvaso dovrebbe essere effettuato estraendo lentamente il bonsai dal vaso, successivamente si dovrebbero pulire le radici e potarle leggermente per fortificarle. Nel vaso andrebbe aggiunto solitamente del materiale che favorisca il drenaggio, in modo da evitare pericolosi ristagni d'acqua. Il rinvaso andrebbe effettuato nel periodo tra la primavera e l'estate, durante questo periodo si dovrebbe arricchire il terreno con un fertilizzante liquido almeno una volta a settimana, in modo da facilitare la ripresa della pianta e l'adattamento al nuovo terreno.


Potatura e malattie della zelkova

Bonsai zelkova Il bonsai zelkova potrebbe avere necessità di potature che servano a modificarne la forma e a contenerne lo sviluppo. Le parti che sopportano meglio le potature sono quelle dove si trovano le foglie più grandi. Da ricordarsi che la potatura non dovrebbe mai essere effettuata tramite il filo metallico che potrebbe danneggiare la pianta. In caso le radici fuoriescano dal vaso sarebbe opportuno provvedere ad interrarle nuovamente, aggiungendo del nuovo terriccio. In questo modo si potrebbe garantire un migliore sviluppo delle radici e della pianta. Negli esemplari adulti invece le radici che sporgono dal terreno potrebbero essere lasciate scoperte, risultando maggiormente ornamentali. La pianta non risulta particolarmente sensibile a malattie e parassiti, anche se occasionalmente potrebbe essere colpita dagli afidi verdi.




COMMENTI SULL' ARTICOLO