Bonsai Ficus

Quanto irrigare la pianta bonsai ficus

Questo tipo di pianta è tipica delle regioni tropicali, viene riprodotta nana grazie a particolari tecniche di potatura. Il bonsai ficus va irrigato generosamente ogni volta che si nota il terreno leggermente asciutto, l'importante è utilizzare criterio senza esagerare. Utilizzare acqua a temperatura ambiente e mai fredda o calda! Per aiutare la pianta nana a mantenere la giusta umidità, visto che è tipica delle zone umide, nebulizzarla ogni giorno senza però esagerare: eccedere può provocarne la nascita di malattie come funghi. Considerate che durante l'inverno, la pianta è da sistemare all'interno dell'abitazione, dove grazie al riscaldamento la temperatura sarà più elevata. Si consiglia quindi di irrigarla più spesso. Se invece viene sistemata in un ambiente più fresco, nebulizzatela.
Esempi di bonsai ficus retusa

Ficus ginseng - 20cm pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Come prendersi cura del bonsai ficus

Potare il bonsai ficus Prendersi cura del bonsai ficus significa non lasciarlo mai al gelo, visto che proviene da aree molto umide, non può sopportarlo. Potete tranquillamente posizionarlo in cortile durante la stagione estiva, in autunno ed in primavera, è importante che la temperatura non scenda sotto i 15 gradi centigradi. Come molte altre specie di bonsai, il ficus va esposto ai raggi del sole (ovviamente non quando a luglio ed agosto la temperatura supera i 32 gradi centigradi), la sola posizione all'ombra non è proprio adeguata. Non dimenticate di eseguire una potatura della pianta nana regolarmente, evitando così che si deformi la struttura e la forma che gli è stata data. In caso di tagli o rotture dei rami e del tronco, è molto importante coprire le "ferite" con una speciale pasta cicatrizzante.

  • Esemplare di bonsai Ficus retusa Il bonsai Ficus retusa, al contrario della maggior parte degli altri bonsai, è adatto a stare al coperto. Vive e cresce bene in luoghi con poca luce, dove altre piante non sopravviverebbero, inoltre n...
  • Bonsai ficus ginseng La pianta di provenienza del bonsai ficus ginseng è molto grande ed è originaria dell'area tropicale o sub-tropicale umida del Continente Asiatico. Il bonsai che se ne ricava invece ha dimensioni assa...
  • Bonsai Ficus Benjamin o Benjamina Nelle zone di origine, il bonsai ficus benjamina può vivere all'aria aperta tutto l'anno. In Italia, in particolare al centro-nord, va coltivato in appartamento. Va collocato in un ambiente luminoso, ...
  • Bonsai di Ficus microcarpa Originaria del continente asiatico, la specie di bonsai denominata Ficus microcarpa è appartenente alla famiglia delle Moraceae. Questi vegetali molto diffusi e impiegati per la coltivazione a scopo o...

Bonsai Ficus Retusa (48)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 76€


Come e quando concimare il bonsai ficus

Concimare bonsai ficus Riguardo alla concimazione del bonsai ficus, ricordate che tutti i prodotti chimici adatti ed omologati per questo tipo di piante li potrete trovare presso i rivenditori autorizzati. La concimazione del terreno va effettuata circa ogni due settimane durante il periodo estivo, mentre un pò meno spesso, ovvero ogni quattro settimane, nei mesi invernali. I prodotti più utilizzati e consigliati sono i fertilizzanti liquidi oppure i fertilizzanti organici a pellet. Oltre alla concimazione, è molto importante effettuare circa ogni due anni il rinvaso, ovvero sostituire il terriccio vecchio con terriccio nuovo. Durante questa operazione è molto importante la potatura delle radici, approfittatene per accorciarle, visto che questa specie di bonsai tollera molto bene questa operazione. Una volta rinvasato con il nuovo terriccio procedere alla concimazione.


Bonsai Ficus: Possibili malattie e cure del bonsai ficus

malattie bonsai ficus Questa specie di pianta nana è molto resistente alle malattie ed ai parassiti. Nonostante questa sua naturale predisposizione a resistergli, la mancanza di luce e l'aria troppo secca, contribuiscono a indebolire il bonsai ficus. In una situazione di indebolimento risulta più vulnerabile e rischia di essere attaccato da acari e parassiti. Se la pianta viene colpita da malattie, lo si può notare anche tramite le foglie scolorite o secche. In tal caso è molto importante isolare la pianta nana per evitare che contagi le altre piante che le sono accanto, scongiurando così l'effetto a catena. Non disperate perché per ogni tipologia di malattia o parassita che attacca il bonsai ficus, esistono insetticida e sostanze chimiche capaci di combatterli. L'importante è non improvvisare, ma appoggiarsi a persone esperte che vendono queste sostanze chimiche, solo loro possono aiutarvi e consigliarvi il miglior insetticida.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO