I fiori di Orchidea

I fiori di Orchidea

La natura ci ha regalato cose stupende. Tra queste, anche i fiori, elementi vegetali usati a scopo ornamentale e decorativo, ma anche per creare mazzi e bouquet in caso di occasioni speciali. Esistono migliaia, anzi milioni di fiori dalle forme e dai colori più vari. Tra questi non possiamo dimenticare quelli di orchidea, stupenda pianta erbacea perenne tipica dei Paesi caldi o tropicali. I fiori di orchidea, a qualunque varietà di pianta si riferiscano, crescono sani proprio se ritrovano le stesse condizioni del loro habitat naturale. L’orchidea dovrà quindi essere esposta nelle giuste condizioni di luce, umidità e temperatura. La combinazione ottimale delle condizioni climatiche permette di far fiorire regolarmente l’orchidea e di ottenere fiori dai colori intensi e dalla forte carica ornamentale.
fioreorchidea1_zps51526abc

Extragifts Fiori in lattina - Albero di orchidea (Bauhinia purpurea)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Caratteristiche

fioreorchidea2_zpsb2c551a2I fiori di orchidea rappresentano certamente la parte più bella e affascinante di questa pianta. Formati da tre petali e tre sepali di forma alata, questi fiori possono avere colori e dimensioni diverse in base alla specie a cui appartengono. In tutti i casi si tratta sempre di strutture vegetali da ammirare e di cui aver cura. I tre petali e sepali del fiore sono identici, solo il sepalo interno è diverso e con una colorazione differente rispetto a quelli interni. Questo sepalo, detto “labello” , serve per attirare gli insetti impollinatori. Il polline viene catturato e elaborato dentro un reticolo interno al labello dove si trovano sia gli organi maschili che femminili del fiore. Dopo il loro sviluppo, i fiori di orchidea subiscono una trasformazione che consiste nello spostamento della posizione dei sepali con i petali. I primi, dalla posizione posteriore, passano a quella interiore, i secondi, invece, effettuano il movimento inverso. Queste strutture vegetali hanno un aspetto davvero magnifico, per non dire incantevole, e dei colori che vanno dal bianco, al lilla, al rosa, al rosso, al viola, fino al bianco screziato di rosa e amaranto. I fiori di orchidea trovano spesso spazio negli appartamenti, uniti allo stelo della pianta e coltivati in vaso, ma anche nei bouquet da regalare e nelle confezioni che contengono un solo e unico fiore reciso. Il fiore reciso di orchidea si regala spesso in fase di corteggiamento e rappresenta un dono molto gradito per le ragazze, perché, spesso, la confezione in cui è contenuto è una scatola trasparente arricchita da strass, nastri e paillettes.

    G2Plus 100 pezzi Pianta Orchidea clip fiore Spike Clip il regalo ideale per orchidee Grower

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,13€


    Quando fioriscono

    I fiori di orchidea sbocciano in inverno, ma alcune varietà regalano fioriture continue anche a primavera e in autunno. Le specie che fioriscono una sola volta possono essere potate accorciando lo stelo, mentre quelle che fioriscono più volte e che regalano fiori numerosi, possono essere lasciate con il loro stelo naturale. Anche queste varietà possono essere potate, perché sembra che il raccorciamento dello stelo favorisca fioriture più folte. Ma questo particolare non è ancora confermato da evidenze colturali e viene praticato più per moda che per altro. In genere, se l’orchidea viene coltivata con cura, fiorisce anche senza tagliare lo stelo. Le scuole di pensiero però sono molto diverse: alcune suggeriscono di potare, altre di non potare affatto. In caso di potatura, lo stelo va accorciato del trenta per cento, facendo attenzione a non toccare o recidere i nodi con le gemme fiorali.


    Coltivazione

    Affinché i fiori di orchidea si mantengano sani e conservino la loro immemorabile bellezza, bisogna ricorrere ad adeguate tecniche di coltivazione. La pianta cresce bene se esposta alla luce del sole, magari non diretta, ma filtrata da una tenda. La temperatura ideale per la crescita e per la fioritura dell’orchidea è compresa tra i sedici ed i ventiquattro gradi. Per stimolare la fioritura, l’orchidea può essere sottoposta a un lieve sbalzo termico, ovvero al passaggio repentino dalla temperatura minima ( sedici gradi) a quella massima ( ventiquattro). Durante la notte è consigliabile mantenere la temperatura intorno ai sedici gradi. Per una corretta fioritura è importante anche controllare le irrigazioni e le concimazioni. Le prime non vanno effettuate alla comparsa dei germogli, perché questi, per svilupparsi, attingono alle riserve idriche contenute in altre strutture della pianta ( pseudobulbi). Queste si seccano dando vita a quelle nuove. Le irrigazioni si potranno effettuare quando i germogli avranno completato la loro crescita, quando i nuovi pseudobulbi si saranno completamente riformati e quando le radici della pianta saranno completamente attecchite nel terriccio. In questa fase bisognerà concimare con azoto e irrigare ma senza eccedere. Gli eccessi idrici possono, infatti, causare marciumi e prematura caduta dei fiori. Se l’orchidea non fiorisce è, invece, probabile che sia posta in un luogo scarsamente illuminato.


    Malattie fiori orchidea

    I fiori delle orchidee, specie se la pianta è fiorita da molto tempo, tendono ad appassire. L’acqua non causa appassimento dei fiori, ma solo la loro caduta. In ogni caso è meglio innaffiare poco. Per farlo, il fiore va immerso in acqua demineralizzata evitando di lasciare bagnati gli interstizi delle foglie. Durante le immersioni, meglio non immergere tutte le radici. I fiori secchi vanno eliminati. Dopo la loro eliminazione si potrà procedere anche ad aggiungere il concime. Altri fastidi dei fiori, come quelli mosci o con petali mollicci, indicano che la pianta sta per marcire. In tal caso la colpa è da attribuire sempre ad eccessive annaffiature.



    • orchidea fiore Le orchidee sono piante affascinanti per la loro provenienza e per le bellissime infiorescenze. Fino a qualche decennio
      visita : orchidea fiore

    COMMENTI SULL' ARTICOLO