Coltivare sul balcone

Coltivare sul balcone fiori e piante aromatiche

Nella vita frenetica della città, avere un piccolo spazio esterno che ci riporti a contatto con la natura è un ottimo deterrente allo stress. Vicino a piantine di gerani o altri fiori stagionali possiamo aggiungere vasi con basilico, prezzemolo, menta, rosmarino e rendere quello spazio un'angolo produttivo utile e profumato. Pensiamo a come ottimizzare lo spazio sfruttando muri e ringhiere per posizionare i vasi. Possiamo avvalerci di grigliati, vasi verticali e kit per la coltivazione moltiplicando così il nostro spazio. L'importante é che il balcone sia sufficientemente esposto al sole per permettere alle nostre piante una crescita adeguata. Il terriccio dovrà essere di buona qualità, mescolato con concime e per renderlo drenante, posizioneremo dell'argilla sul fondo dei vasi. L'innaffiatura dovrà essere costante e secondo l'esigenza di ogni pianta. La potatura sarà stagionale usando cesoie ben affilate.
Balcone con piante

Il Kit Piante da Cocktail di Plant Theatre – 6 varietà da coltivare – Un fantastico regalo per gli amanti del giardinaggio che non disdegnano di farsi un bicchierino.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Prepariamoci a coltivare un orto sul balcone

Orto in terrazzoSe ci siamo appassionati a coltivare sul terrazzo, proviamo a piantare gli ortaggi. Sarà una vera risorsa risparmiando sulla spesa alimentare. Potremo coltivare pomodori, lattuga, zucchine, bietole, carote, cipolle, peperoni e melanzane. Per prima cosa dobbiamo pensare alle dimensioni dei vasi che, a differenza delle piante aromatiche, dovranno essere più capienti. Per una coltivazione verticale sono in vendita sacchi in tessuto riciclato o in geotextile che si potranno appendere a griglie fissate al muro. Le loro caratteristiche, quali leggerezza e resistenza ai raggi UV, consentono un'ottima circolazione dell'aria e dell'acqua. Alcuni modelli sono dotati di serbatoio d'irrigazione e di tappetino in TNT ed argilla espansa per favorire la crescita delle piantine. In varie forme e misure, possono essere utilizzati anche suddividendoli in scomparti, permettendo la coltivazione di più piante contemporaneamente. Per la loro originalità, abbelliscono tutto l'insieme. Le mini serre sono comode anche per le stagioni fredde, consentono di monitorare le piante ed intervenire di conseguenza, con la semplice apertura laterale di cui sono dotate.

  • Elicriso fiori L’elicriso, chiamato anche semprevivo o perpetuino d’Italia, appartiene alla famiglia delle Composite, al genere Helichrysum ed alla specie italicum. È una pianta perenne caratterizzata da un portamen...
  • pianta di salvia La salvia, denominata anche salvia comune o domestica, appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Salvia ed alla specie officinalis. È una pianta perenne alta e larga da 30 a 70 cm, con un port...
  • verza Cavolo verza (detto anche di Savoia o di Milano) è il nome comune dato a una varietà specifica di Brassica oleracea, la sabauda. E’ una pianta erbacea biennale allevata come annuale, con radice a fitt...
  • orchidee1 Le orchidee sono delle splendide piante a fiore appartenenti alla famiglia della Orchidaceae. Originarie dell’Asia e delle Americhe, queste piante sopportano bene i climi caldi di tipo subtropicale, c...

Il Kit Fiori Gourmet di Plant Theatre – 6 varietà di fiori commestibili da coltivare – regalo ottimale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Coltivare le piante dell'orto urbano

Ortaggi sul balcone Predisposto l'apparato che ospiterà il nostro orto urbano, dobbiamo pensare alla tipologia delle piante da usare. La via più breve e semplice è quella di acquistarle presso un rivenditore in quanto l'apparato radicale sarà già ben sviluppato. Le piante di pomodori e zucchine hanno bisogno di vasi profondi almeno 40 centimetri e distanziate tra loro di altrettanto spazio. Il periodo consigliato è fine Aprile. Le insalate a taglio possono essere seminate anche a spaglio ricoprendo i semi con poca terra e non hanno stagionalità. Addossando vasi al muro provvisto di graticcio, possiamo piantare fagioli e fagiolini che sono piante rampicanti e con le loro foglie decorano l'insieme. Altrettanto per i cetrioli che, una volta cresciuti, dovremmo legarli per non farli ricadere con il peso dei loro frutti.


Rotazione piante da orto sul balcone

Fiori e ortaggi sul balcone Per ottenere una buona produzione, anche il nostro orto urbano avrà bisogno di alcune accortezze. Prima cosa dovremo effettuare la cosiddetta tecnica di rotazione, in modo da poter sfruttare al meglio il terreno. La miglior soluzione è alternare le culture a bulbo o tubero, come la carota, con quelle che arricchiscono il terreno come pomodori o leguminose che rilasciano sostanze aumentando la fertilità della terra. Ogni ortaggio non dovrà essere piantato nello stesso posto prima di tre o quattro anni. In un terreno ben concimato c'è la presenza di lombrichi che lo rendono grasso e ben areato producendo il tanto prezioso humus. Possiamo anche pensare di evitare la rotazione mettendo a dimora piante annuali o perenni come asparagi e carciofi, che offrono produzioni abbondanti ogni loro ciclo. Seguendo queste piccole regole potrete arricchire la tavola con gli ortaggi coltivati sul vostro balcone.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO